Il famoso web browser Firefox aggiunge il blocco agli script di cryptojacking

Secondo un post ufficiale pubblicato il 9 aprile, il famoso browser open source Mozilla Firefox ha lanciato un nuovo sistema di protezione contro i malware che minano criptovalute.

Nelle ultime versioni di Firefox, Nightly 68 e Beta 67, Mozilla ha attivato un nuovo livello di protezione contro gli attacchi di cryptojacking e fingerpinting hack.

La nuova funzione è stata sviluppata in collaborazione con la società di software di sicurezza informatica Disconnect e rappresenta una raccolta di blckaclist di domini di malware associati alle due minacce.

Secondo BleepingComputer, la blacklist di Disconnect sarebbe in grado di bloccare i servizi di mining in-browser come Coinhive e CryptoLoot.

La nuova protezione di Firefox non è abilitata di default (lo sarà nelle Nightly che arriveranno nelle prossime settimane) ma può essere attivata nella sezione Impostazioni Privacy e Sicurezza. 

Come segnalato da Cointelegraph, Mozilla aveva annunciato il blocco dei malware di cryptojacking già ad agosto.

Il Cryptojacking è uno schema di hacking molto utilizzato, che consiste nell'utilizzo della potenza di calcolo di un dispositivo per minare criptovalute senza il consenso del proprietario. A dicembre, un articolo di Bloomberg ha rilevato che il cryptojacking è diventata la più grande minaccia informatica in molte parti del mondo, avendo superato addirittura i popolarissimi ransomware.

Recentemente, un tribunale giapponese ha assolto un uomo che è stato accusato di mining illecito di criptovalute tramite il software online Coinhive. In passato, un uomo ucraino è stato invece condannato a sei anni di carcere per la presunta immissione di script di cryptojacking sui propri siti web.