Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash, Ripple, Stellar, Litecoin, Cardano, NEO, EOS: Analisi dei prezzi, 26 febbraio

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre la propria ricerca prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC

 

Circle, popolare applicazione per i pagamenti in criptovaluta finanziata da Goldman Sachs, ha acquistato la piattaforma di exchange Poloniex per 400 milioni di dollari. Questo dimostra che le grandi aziende sono alla ricerca di opportunità di business nel mondo della Blockchain. Una mossa del genere, in un momento di generale ribasso, potrebbe portare ad una sferzata positiva dei prezzi.

Mentre molte nazioni stiano tentando di regolamentare lo scambio di criptovalute, il governo del Venezuela crede che la nuova tecnologia possa essere utilizzata per tirarsi fuori dai guai. Dopo il lancio di Petro, la moneta supportata dal petrolio, il governo ha offerto a tutti cittadini un corso di formazione gratuito in criptovalute.

Ma l'effettivo successo di Petro è ancora tutto da dimostrare.

Nel frattempo, diamo un'occhiata ai movimenti delle principali criptovalute, cercando d'individuare opportunità di trading redditizie.

BTC/USD

Nella nostra analisi precedente avevamo suggerito posizioni long per i trader più aggressivi di Bitcoin, ma le cose non sono andate secondo le nostre aspettative. La valuta infatti è scesa da quota 10.770,23$ del 24 febbraio, raggiungendo ieri un minimo di 9.502,25$, rimanendo tuttavia sopra il nostro stop loss a 9.400$. I ribassisti non sono stati capaci di sfruttare a proprio vantaggio questo momento di debolezza, in quanto la moneta non è scesa al disotto del supporto critico.

BTC/USD

Oggi i rialzisti hanno colto l'occasione per superare la linea di downtrend e la EMA a 20 giorni, entrambi chiari segni di crescita. Manca un solo grosso ostacolo da superare prima della SMA a 50 giorni a 10.745$: una volta superata l'area di resistenza tra 10.745$ e 10.770$, la criptovaluta dovrebbe muoversi verso la linea di resistenza del canale discendente a 11.500$. 

Il nostro stop loss rimane a 9.400$, ma se i trader si rendono conto che la criptovaluta non riesce a superare quota 10.700$, può essere ulteriormente incrementato fino al breakeven. Non corriamo inutili rischi.

La coppia BTC/USD sarà furi dai guai solo una volta superati i 12.200$. Vediamo anche un possibile pattern testa e spalle invertito, completo tra qualche giorno. Si tratta di un segno d'inversione del trend, e i trader possono aspettarsi prezzi maggiori in futuro.

La nostra visione rialzista verrebbe invalidata se la valuta scendesse sotto quota 9.400$.

ETH/USD

Come suggerito dalla nostra precedente analisi, i trader di Ethereum dovrebbero puntare su posizioni long attorno agli 830$.

ETH/USD

Al momento il prezzo si trova alla EMA a 20 giorni, che potrebbe rappresentare una forte resistenza. La coppia ETH/USD si è mantenuta sopra gli 808$ per gli ultimi due giorni (24 e 25 febbraio), e non si è avvicinata ai minimi del 22 e del 23 febbraio: questo dimostra che c'è una domanda ai livelli più alti.

Se Ethereum dovesse uscire dalla EMA a 20 giorni, è probabile che il prezzo impenni fino alla linea di resistenza del canale discendente, attorno ai 965$.

Vediamo lo sviluppo di un triangolo ascendente, che si completerà con un breakout attorno ai 1.000$. Si tratta di un chiaro segno di rialzo. Pertato, i trader dovrebbero fissare profitti parziali a 965$, e modificare di volta in volta lo stop loss per cavalcare il prossimo movimento verso l'alto.

Ma se il prezzo dovesse scendere sotto quota 780$, la nostra visione rialzista verrebbe smentita.

BCH/USD

Al momento non troviamo alcuna opportunità d'acquisto nel Bitcoin Cash, in quanto ha difficoltà a rimanere sopra il livello critico di supporto di 1.150$   

BCH/USD

Qualsiasi tentativo di ripresa incontrerà una forte resistenza alla EMA a 20 giorni e alla SMA a 50 giorni. La coppia BCH/USD mostrerà i primi segni di forza solo se riuscirà a rimanere sopra quota 1.600$.

Al momento non vediamo alcuna opportunità d'acquisto, pertanto scondigliamo di effettuare trading con questa valuta.

XRP/USD

I rialzisti hanno difeso il livello 0,85$ per gli ultimi cinque giorni. Ripple potrebbe ora rimanere confinato nel range tra 0,85$ e 1,22961$ per ancora qualche giorno.

XRP/USD

Il prossimo rialzo inizierà quando la coppia XRP/USD riuscirà ad uscire dal range e dalla SMA a 50 giorni, a quota 1,23$. Fino ad allora, è probabile che il prezzo rimarrà vincolato dal range e volatile.

Non troviamo alcuna opportunità d'acquisto al momento, e sconsigliamo di effettuare trading con questa valuta.

XLM/USD

Negli ultimi giorni il trend rialzista è rimasto in sospeso nella zona di supporto critico tra i 0,32$ e i 0,35$, senza riuscire a spingere i prezzi più in alto. Di conseguenza lo Stellar continua a soffrire vicino alla soglia dei suoi recenti minimi.

XLM/USD

Se il trend ribassista dovesse portare il prezzo della criptovaluta al disotto di 0,32$, la coppia XLM/USD potrebbe scendere fino ai livelli di 0,22$.

Comunque, qualora il trend rialzista dovesse prevalere, il prezzo potrebbe oscillare tra 0,32$ e 0,47$. Rimaniamo incerti sulle prossime mosse della criptovaluta. Pertanto, consigliamo di prendere in considerazione entrambe le possibilità che abbiamo illustrato.

LTC/USD

Avevamo consigliato ai trader di aprire posizioni long su Litecoin intorno ai 200$, con target di 240$ e 260$. Immaginiamo che i trader abbiano aperto posizioni long giorno 24 febbraio. 

LTC/USD

Nel corso degli ultimi quattro giorni la coppia LTC/USD ha trovato forte resistenza nella trendline. Attualmente la soglia di 240$ rappresenta un livello di resistenza critico. Una volta superato questo livello, possiamo aspettarci una mossa a 270$ e oltre.

I trader possono mantenere le proprie posizioni ed aggiornare lo stop loss fino al break even. Pensiamo sia meglio aspettare piuttosto che perdere soldi nel trade.

L’obiettivo è una salita fino a 270$. Una volta raggiunta questa soglia, consigliamo di chiudere il 50% delle posizioni. Il restante 50% può essere mantenuto attivo aggiornando frequentemente lo stop loss con l’obiettivo di raggiungere i 300$.

La nostra visione rialzista sarà invalidata se la criptovaluta dovesse scendere al disotto dei 175$.

ADA/BTC

Nella nostra analisi precedente avevamo suggerito un trade a breve termine sul Cardano. Nonostante il prezzo abbia rotto la soglia di 0.000033 giorno 25 febbraio, esso non ha comunque raggiunto il nostro target di 0.00004070. In seguito è sceso dai livelli di 0.00003520. I trader possono chiudere le posizioni con una perdita marginale.

ADA/BTC

La coppia ADA/BTC continuerà ad essere debole finché rimarrà al disotto dell’EMA a 20 giorni e del SMA a 50 giorni. Tuttavia, se il prezzo dovesse scendere al disotto di 0.00003033, potrebbe scendere fino al supporto successivo di 0.0000246.

The ADA/BTC pair continues to be weak as it is below both the 20-day EMA and the 50-day SMA. If the price breaks down of 0.00003033, it can slide to the next support level of 0.0000246.

D’altra parte, la zona tra l’EMA a 20 giorni ed il prezzo di 0.00004070 potrebbe rappresentare una forte resistenza.

NEO/USD

Nella giornata di ieri NEO ha rotto diverse resistenze, raggiungendo la soglia di acquisto consigliata nella nostra precedente analisi. I trader che hanno aperto posizioni long seguendo i nostri suggerimenti possono mantenere il proprio stop loss a 105$.

NEO/USD

Il fallimento di un pattern ribassista, rappresentato in questo caso da un pattern a triangolo discendente, è generalmente un segnale rialzista. D’altra parte, la soglia di 140$ rappresenta una resistenza critica. Una volta oltrepassato questo livello, la coppia NEO/USD dovrebbe compiere una veloce risalita verso i 170$.

In caso contrario, la criptovaluta potrebbe trovare supporto intorno ai 120$.

EOS/USD

EOS si è mantenuto sul livello di supporto critico di 7,5$ negli ultimi cinque giorni. La recente formazione del pattern ribassista a triangolo discendente è stata invalidata, in quanto la criptovaluta non è uscita dal triangolo ed il prezzo ne ha raggiunto l’apice.

EOS/USD

Se la coppia EOS/USD dovesse rompere la downtrend line e l’EMA a 20 giorni, è probabile che raggiunga il SMA a 50 giorni. Attualmente non abbiamo individuato possibili setup. Di conseguenza, non consigliamo di aprire alcuna posizione.

La valuta diverrà positiva una volta che comincirà ad essere scambiata attorno agli 11$.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.