Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Litecoin, Cardano, Stellar, IOTA, NEO: Analisi dei prezzi, 9 luglio

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre la propria ricerca prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Diversi opinionisti mettono in dubbio il futuro delle criptovalute solo perché non sono largamente usate nella vita di tutti i giorni. Tuttavia, i ricercatori dell'Imperial College di Londra credono che nel prossimo decennio le valute digitali verranno utilizzate come metodo di pagamento per beni e servizi.

In appena otto anni, guidate dal bitcoin, le criptovalute hanno guadagnato un enorme seguito e sono diventate una nuova asset class nella quale investire, nonostante i vari ostacoli posti in essere dai governi e dalle banche centrali.

La banca centrale cinese si è vantata di aver ridotto il trading di bitcoin in valuta cinese da oltre il 90% ad appena l'1% del totale mondiale. L'India ha vietato alle banche di erogare servizi agli exchange di criptovalute. Questi due governi hanno cercato di rendere inappetibile il trading di valute virtuali a quasi il 35% della popolazione mondiale. Nonostante ciò, i mercati delle criptovalute si stanno risollevando.

Crediamo che la maggior parte delle criptovalute più popolari abbiano formato dei bottom. Non ci aspettiamo una ripresa fulminea da questi livelli, ma crediamo che nei prossimi mesi comincerà un nuovo uptrend.

Quindi, quali bottom possiamo individuare?

BTC/USD

Bitcoin sta guidando la ripresa. Si è mantenuto sopra l'EMA a 20 giorni per gli ultimi sette giorni. Negli ultimi due si è consolidato vicino la resistenza di 6.953,38$.

https://www.tradingview.com/x/o1fKgaqV/

Sfondando tale resistenza ed il muro dei 7.000$, la coppia BTC/USD potrebbe arrivare fino ai 7.750$, dove comincerà a fare i conti con la pressione di vendita della linea di downtrend e della resistenza orizzontale.

Se anche questo livello verrà superato, è probabile che si verifichi una risalita fino a quota 10.000$.

Invece, nel caso in cui i ribassisti riuscissero a farle invertire rotta già ai livelli correnti, la valuta virtuale potrebbe formare la spalla destra di un pattern head and shoulders invertito, a condizione che non scenda sotto i 6.250$.

Consigliamo di mantenere le posizioni long aperte a quota 6.650$. Le nostre vedute rialziste verranno invalidate se la criptovaluta scenderà sotto quota 5.900$.

ETH/USD

Anche se Ethereum ha superato i massimi intragiornalieri del 3 luglio, i rialzisti non sono riusciti a mantenere il momentum. La valuta digitale ha cominciato a scendere dopo essere arrivata a 496,36$, senza quindi arrivare alla soglia d'acquisto di 500$ da noi raccomandata.

https://www.tradingview.com/x/RNnhhhJu/

Se i rialzisti difenderanno l'EMA a 20 giorni, la coppia ETH/USD supererà i 500$, per poi raggiungere i 550$ e i 600$.

Quindi, rimane valido il consiglio fornito nell'analisi precedente.

Al contrario, se i ribassisti dovessero portare la criptovaluta al di sotto dell'EMA a 20 giorni, potrebbe restare range bound tra i 450$ e i 500$ per qualche giorno.

XRP/USD

Ripple non attira acquirenti nemmeno a questi livelli. Negli ultimi tre giorni, non è riuscita a superare la linea di downtrend e raggiungere l'EMA a 20 giorni

https://www.tradingview.com/x/bQXLQpJC/

L'unica consolazione è che non è nemmeno scesa sotto 0,45$. Una volta che i rialzisti la manterranno sopra l'EMA a 20 giorni, crediamo che partirà una risalita a 0,56$, dove incontrerà una resistenza molto tenace.

La probabilità che si formi un secondo bottom aumenteranno una volta superata quota 0,56$. Al contrario, se la coppia XRP/USD finirà sotto 0,4242$, diventerà molto negativa. Al momento, non abbiamo individuato alcuna configurazione d'acquisto.

BCH/USD

Bitcoin Cash sta trovando supporto nella zona 700$ - 736$. Tuttavia, a livelli più alti gli acquisti diminuiscono, e perciò i rialzisti non sono riusciti a superare l'EMA a 20 giorni.

https://www.tradingview.com/x/8OE6tBnl/

Un calo sotto quota 700$ potrebbe far inabissare la coppia BCH/USD a 657$. D'altro canto, se i rialzisti dovessero riuscire a mantenerla sopra i massimi intragiornalieri del 3 luglio, è probabile che si verifichi una risalita prima a 934$ e poi a 1.200$.

Quindi, i trader possono acquistare la criptovaluta se i rialzisti riusciranno a mantenerla sopra quota 850$ per quattro ore. Si può piazzare uno stop loss iniziale a 650$, per poi alzarlo al breakeven nel caso in cui la valuta virtuale non riesca a superare i 934$. 

EOS/USD

EOS continua a rimanere dentro un intervallo molto ristretto. I rialzisti forniscono supporto a quota 8,4840$, mentre i ribassisti difendono l'EMA a 20 giorni.

https://www.tradingview.com/x/cP8njcX8/

Storicamente, gli intervalli così ristretti della coppia EOS/USD si sono sempre conclusi con dei forti uptrend (evidenziati sul grafico con degli ellissi). Quindi, ci aspettiamo un andamento simile anche questa volta. 

I trader possono adottare posizioni long in caso di chiusura sopra i 9,5$, con uno stop sotto quota 7,75$. I nostri target sono 11,6$ e 15$.

Le nostre vedute rialziste verranno invalidate se, partendo dai livelli attuali, la valuta digitale comincerà a scendere invece di superare la linea di downtrend.

LTC/USD

Litecoin ha superato il canale discendente il 7 luglio, ma si è fermata prima di raggiungere l'EMA a 20 giorni. Ciò dimostra che anche a tali livelli non ci sono abbastanza acquisti.

https://www.tradingview.com/x/fD8JIb0r/

Crediamo che la coppia LTC/USD entrerà in una fase di assestamento per un paio di settimane, dopodiché comincerà un nuovo uptrend.

Le nostre vedute verranno invalidate se i ribassisti faranno crollare la valuta digitale sotto il minimo di 74,074$ del 29 giugno. Al momento, non ci sono buone opportunità d'acquisto, quindi consigliamo di non effettuare trade.

ADA/USD

I rialzisti hanno fornito supporto a quota 0,13$, ma non sono riusciti a spingere Cardano sopra l'EMA a 20 giorni.

https://www.tradingview.com/x/ZXXNCSQL/

Ci aspettiamo che la coppia ADA/USD venga scambiata in un range compreso tra 0,13$ e 0,43$. Tuttavia, il passaggio dai livelli correnti al margine superiore del range non sarà fulmineo: la valuta virtuale dovrà fare i conti con un'agguerrita resistenza a 0,18$, 0,23$ e 0,28$ prima di arrivare a quota 0,43$.

La nostra ipotesi di trading range bound verrà invalidata nel caso in cui i ribassisti riusciranno ad infrangere la zona di supporto compresa tra 0,13$ e 0,111843$. Meglio attendere un'azione decisa verso l'alto prima di considerare dei trade su questa coppia.

XLM/USD

Stellar è in fase di consolidamento da sette giorni. I rialzisti stanno fornendo supporto a 0,2$, mentre i ribassisti difendono quota 0,22221741$. È improbabile che questo range così ristretto duri ancora per molto.

https://www.tradingview.com/x/dp1bmsKn/

Se i rialzisti riusciranno a superare quota 0,225$, partirà una risalita che ha per obbiettivi 0,30$, 0,38$ e 0,47$. Se il minimo di 0,184$ dovesse reggere, aumenteranno le probabilità di una consolidazione nell'ampio intervallo 0,184$ - 0,477$.

La coppia XLM/USD diventerà negativa se i ribassisti la porteranno sotto quota 0,184$. Il rapporto rischio/ricompensa è abbastanza buono, quindi, i trader possono aprire posizioni long in caso di chiusura sopra 0,225$, con uno stop loss sotto il minimo intragiornaliero del 29 giugno.

IOTA/USD

Il nostro trade su IOTA è in perdita. Negli ultimi due giorni, i rialzisti hanno avuto difficoltà a scavalcare l'EMA a 20 giorni, il che è un segnale negativo. Anche se la moneta sta trovando supporto a quota 1$, se non riuscirà a cambiare direzione entro un paio di giorni potrebbe infrangere anche tale soglia.

https://www.tradingview.com/x/snmFvZxG/

L'EMA a 20 giorni si è appiattita, indice che il momentum ribassista si è affievolito. La coppia IOTA/USD guadagnerà forza se si manterrà sopra quota 1,26$.

In caso di rottura del supporto ad 1$, è probabile che si verifichi un retest degli 0,9150$. Consigliamo di mantenere le posizioni attuali con uno stop loss appena sotto i minimi del 24 giugno, alzandolo appena ce ne sarà l'opportunità.

NEO/USD

NEO è scesa sotto la linea di downtrend il 6 luglio, ma ha trovato supporto in prossimità dell'EMA a 20 giorni. I rialzisti stanno tentando di difendere la zona di supporto tra i 35,38$ e i 37,97$, equivalenti rispettivamente ai ritracciamenti del 61,8% e 50% relativi all'ultima impennata.

https://www.tradingview.com/x/zIHa90qd/

Se la coppia NEO/USD si manterrà sopra i 41$, è probabile un retest del massimo di 48,9$ del 4 luglio. I ribassisti potrebbero porre forte resistenza a 43,56$, ma ci aspettiamo che questo livello venga superato.

D'altro canto, un calo sotto i 35$ aumenterà le probabilità di una caduta a 30$. Il fatto che l'EMA a 20 giorni stia salendo gradualmente indica un possibile cambio di trend.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.