Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Litecoin, Cardano, Stellar, IOTA, NEO: Analisi dei prezzi, 6 luglio

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre la propria ricerca prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Il cofondatore di Fundstrat Global Advisors Tom Lee continua ad avere un'opinione positiva riguardo al bitcoin: crede che la criptovaluta verrà scambiata a più del doppio del costo del mining, che secondo lui crescerà dai livelli attuali a 7.000$ / 9.000$. Lee ha un target di 20.000$ per bitcoin a fine 2018.

Da un punto di vista prettamente tecnico, non siamo della sua stessa idea. Sarà molto difficile superare quota 10.000$ / 12.000$. 

Tuttavia, se dovesse affluire una considerevole quantità di investimenti istituzionali, allora tali resistenze verranno sorpassate. Anche se i piccoli investitori si tengono alla larga per paura di ulteriori cali, i trader professionisti stanno utilizzando l'attuale downtrend come opportunità per entrare nel campo delle criptovalute.

Flow Traders NV, una delle pricipali piattaforme di trading di security in Europa, è entrata nel mercato delle valute virtuali. L'arrivo di un colosso del genere indica che i player più importanti stanno facendo il grande passo, e forse a breve non vedremo più valori così bassi.

Quindi, quali sono le opportunità di oggi? Scopriamolo insieme.

BTC/USD

Anche se Bitcoin sta rimanendo sopra l'EMA a 20 giorni, fa fatica a superare la resistenza a quota 6.953,38$. Una volta sorpassata, non ve ne saranno altre fino ai 7.750$.

BTC/USD

Da notare inoltre che la coppia BTC/USD sta formando un pattern head and shoulders (H&S) inverso che verrà completato una volta superata quota 6.953,38$. Questo pattern ha un target di 7.996,11$, che è vicino alla resistenza della linea di downtrend.

L'EMA a 20 giorni si è appiattita, indice che i rialzisti stanno perdendo momentum. Potremmo assistere ad un lieve calo, che andrà a formare la spalla destra del pattern H&S invertito. Quando si verificherà, ci aiuterà ad alzare gli stop loss e ad individuare un nuovo punto di stop per ulteriori acquisti.

Le nostre vedute rialziste verranno invalidate se i ribassisti riusciranno ad inabissare la criptovaluta sotto quota 5.900$. Per ora, consigliamo di mantenere lo stop loss impostato in precedenza.

ETH/USD

Negli ultimi tre giorni Ethereum è rimasta all'interno di un range abbastanza ristretto. I rialzisti l'hanno fatta rimanere sopra i 450$ dollari, mentre i ribassisti hanno non le hanno fatto superare l'EMA a 20 giorni.

ETH/USD

Se dovesse superare il massimo intragiornaliero del 3 luglio, è possibile che raggiunga prima i 550$ e poi quota 600$. Quindi, è possibile aprire delle posizioni long a 500$, con uno stop loss iniziale di 400$ da alzare eventualmente a 450$. Se la coppia ETH/USD dovesse far fatica a superare i 550$, è consigliabile alzare ulteriormente lo stop loss fino al breakeven.

Se i ribassisti faranno scendere la criptovaluta sotto quota 450$, allora le nostre vedute rialziste verranno invalidate. Nel caso di un calo sotto i 400$, la valuta digitale diverrà negativa. Consigliamo di allocare solo il 40% delle posizioni normalmente utilizzate.

XRP/USD

Dopo aver raggiunto il supporto critico di 0,45$, Ripple non è riuscita a superare la linea di downtrend per tre giorni di fila.

XRP/USD

Anche se i rialzisti dovessero riuscire a scavalcarla, la valuta digitale andrà incontro ad un altro round di vendite intorno a quota 0,56270$.

La coppia XRP/USD potrebbe rimanere all'interno dell'intervallo 0,45$ - 0,56$ per i prossimi giorni. Quindi, consigliamo di aspettare una nuova configurazione d'acquisto.

BCH/USD

La condizione d'acquisto della nostra precedente analisi non si è verificata. Bitcoin Cash non ha superato il massimo intragiornaliero del 3 luglio.

BCH/USD

I rialzisti stanno provando a mantenere la criptovaluta sopra quota 736$. In caso di superamento degli 838$, potrebbe partire una risalita che condurrà la valuta digitale a quota 1.200$, sorpassando la lieve resistenza che si trova in prossimità dei 934$. Quindi, manteniamo la proposta presentata nella nostra precedente analisi.

Le nostre vedute rialziste verranno invalidate nel caso in cui i ribassisti riescano a portare la coppia BCH/USD sotto i 736$, cosa che potrebbe farla crollare a quota 657$.

EOS/USD

EOS è rimasta in un range ristretto per tre giorni. I rialzisti non sono riusciti a trascinarla al di sopra dell'EMA a 20 giorni, cosa che rende più probabile la rottura del supporto a 8,4840$.

EOS/USD

Se i ribassisti riusciranno a mantenerla sotto tale livello, la coppia EOS/USD potrebbe scivolare sul margine inferiore del range, 6,8926$.

La valuta digitale guadagnerà un po' di forza solo superando la linea di downtrend. Al momento, non abbiamo individuato alcun'opportunità d'acquisto.

LTC/USD

Da un po' di giorni Litecoin sta cadendo all'interno di canale discendente. Ha cominciato a scendere quando per tre giorni consecutivi non è riuscita a superare né l'EMA a 20 giorni né la linea di resistenza del canale.

LTC/USD

Un superamento dell'EMA a 20 giorni potrebbe spingere la coppia LTC/USD verso la zona di resistenza tra i 102$ e i 107$.

Se i rialzisti dovessero invece riuscire a portare la criptovaluta sotto quota 79$, potrà verificarsi un declino fino al minimo del 29 giugno, 74,074$. Crediamo che la moneta formerà una base prima di cominciare un nuovo uptrend. Quindi, preferiamo aspettare una nuova configurazione d'acquisto prima di consigliare delle posizioni long.

ADA/USD

Il fatto che i rialzisti non siano riusciti a mantenere Cardano sopra l'EMA a 20 giorni ha attirato un nuovo round di vendite, facendo scendere la criptovaluta verso i minimi dell'ultimo periodo.

ADA/USD

La coppia ADA/USD dovrebbe avere forte supporto nella zona 0,13$ - 0,111843$. Se anche questa dovesse crollare, il prossimo supporto si trova molto più in basso, a 0,078$.

Se i rialzisti riusciranno invece a raggiungere quota 0,162$, è possibile che si verifichi una risalita verso gli 0,23$. Nonostante vi sia una lieve resistenza a 0,181617$, ci aspettiamo che venga superata. Aspetteremo un breakout prima di consigliare dei trade.

XLM/USD

Dopo essersi consolidata vicino all'EMA a 20 giorni, Stellar punta di nuovo verso il basso. Potrebbe ritestare la zona di supporto compresa tra 0,184$ e 0,16767780$, che dovrebbe reggere.

XLM/USD

La coppia XLM/USD diventerà positiva solo se riuscirà a superare e a mantenersi sopra 0,225$. Ci aspettiamo che la lieve resistenza a 0,245$ venga scavalcata. Il primo target della risalita sarà quota 0,30$.

Le nostre vedute rialziste saranno invalidate nel caso in cui la criptovaluta crolli sotto i minimi del 29 giugno.

IOTA/USD

La nostra condizione d'acquisto di IOTA, ossia una chiusura al di sopra della linea di downtrend, si è verificata il 4 luglio. Tuttavia, il prezzo ha rapidamente fatto marcia indietro, scendendo sotto l'EMA a 20 giorni. Lo stop loss da noi consigliato si trova appena sotto i minimi del 24 giugno.

IOTA/USD

Il fatto che la criptovaluta non sia riuscita a rimanere sopra l'EMA a 20 giorni e sopra la linea di downtrend è un segnale negativo: significa che a livelli più alti ci sono parecchie vendite.

Se la coppia IOTA/USD non troverà supporto a 1$, è possibile che scivoli di nuovo a quota 0,9150$.

Attenderemo un paio di giorni per poi decidere se chiudere le nostre posizioni in negativo oppure tenerle ancora aperte.

NEO/USD

NEO torna a far parte della nostra analisi dopo parecchio tempo. Si è ripresa nettamente dal minimo di 27,03$ del 29 giugno, raggiungendo i 48,9$ il 4 luglio. Ciò si traduce in un guadagno dell'81% nel giro di sei giorni. Vale ancora la pena acquistarla?

NEO/USD

Durante il pullback, la criptovaluta ha superato la linea di downtrend, ma non è riuscita rimanerci sopra. Negli ultimi due giorni, i ribassisti hanno difeso tale livello.

Al momento, la coppia NEO/USD si trova in prossimità dell'EMA a 20 giorni. Se dovesse mantenere tale livello, potremmo assistere ad un altro tentativo di superamento della linea di downtrend da parte dei rialzisti. Avremo opinioni positive una volta che la valuta digitale chiuderà sopra quota 41$.

Nella parte bassa del grafico bisogna tenere d'occhio la zona tra i 35,38$, ossia il ritracciamento del 61,8% del pullback, e l'EMA a 20 giorni: se non dovesse reggere, non è da escludere un retest del supporto a 30$.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.