Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Litecoin, Cardano, Stellar, IOTA: Analisi dei prezzi, 4 giugno

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre la propria ricerca prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

La maggior parte delle grandi aziende ci ha messo poco a realizzare l'enorme potenziale della tecnologia blockchain, e ora numerose compagnie si stanno impegnando per adottarla. Anche gli Stati Uniti stanno recuperando terreno: lo stato di New York sta progettando di istituire una task force per studiare le implicazioni delle valute digitali sui mercati finanziari.

Alcuni paesi come Norvegia e Svizzera stanno valutando l'idea di creare la propria moneta digitale. L'Estonia aveva in programma di istituire la criptovaluta di stato Estcoin, ma ha dovuto accantonare la sua proposta a seguito di un'obiezione della Banca Centrale Europea.

Mentre il lancio di un ETF di criptovalute con sede negli Stati Uniti è ancora un sogno lontano, l'exchange Huobi ha lanciato un ETF basato sul suo indice di mercato. Inoltre, Binance ha intenzione di istituire un fondo da 1 miliardo di dollari da investire in startup che operano nel settore delle criptovalute.

Crediamo che il mondo si stia muovendo verso una maggiore adozione delle criptovalute, e che ciò possa alimentare la prossima impennata. Vogliamo approfittare dell'attuale calo dei mercati per aprire le nostre posizioni, tuttavia, stiamo aspettando il momento opportuno per investire. Vediamo se oggi possiamo individuare opportunità vantaggiose.

BTC/USD

Bitcoin ha sfiorato l'EMA a 20 giorni, ma non è riuscito a superarla. Se non si dovesse fermare ai livelli correnti, potrebbe finire a quota 7.300$, per poi ritestare il supporto a 7.100$.

BTC/USD

L'EMA a 20 giorni fa da resistenza durante i downtrend, e da supporto negli uptrend. Quindi, fino a che la coppia BTC/USD non supererà l'EMA a 20 giorni, rimarrà negativa e suscettibile alla pressione di vendita.

Prima di aprire posizioni long, i trader dovrebbero attendere un calo sotto i 7.000$ o un breakout sopra l'EMA a 20 giorni. Per il momento, consigliamo di limitarsi ad osservare l'andamento della criptovaluta.

ETH/USD

Ethereum si trova all'interno del canale discendente, registrando quindi minimi e massimi sempre inferiori.

Partendo dalla linea di supporto del canale, sulla quale si trovava il 28 maggio, la valuta digitale è riuscita a raggiungere la sua linea di resistenza il 3 giugno, senza però superarla. Quindi, i prezzi hanno di nuovo cominciato ad abbassarsi.

ETH/USD

Se durante il prossimo calo la coppia ETH/USD riuscirà a mantenersi sopra il minimo intragiornaliero del 28 maggio, sarà un buon segnale. Consigliamo di attendere un breakout e chiusura sopra il canale discendente prima di aprire delle posizioni long.

Al contrario, se la valuta digitale dovesse scendere sotto quota 492,5$, può di nuovo finire sulla linea di supporto del canale, vicino ai 464$. Non abbiamo individuato alcun trade vantaggioso ai livelli correnti.

XRP/USD

Una volta toccato il supporto critico di 0,56270$, Ripple è schizzata sopra l'EMA a 20 giorni, senza però riuscire a superare la SMA a 50 giorni. Continua a venir scambiata all'interno di un triangolo discendente, il che è un segnale ribassista. Un calo sotto i 0,54$ può estendere la caduta fino a quota 0,45$.

XRP/USD

Il primo segnale di forza si avrà quando la coppia XRP/USD supererà quota 0,83$. Entrambe le medie mobili si stanno appiattendo, indice dell'inizio di un'azione range-bound, piuttosto che di un trend.

Prima di consigliare dei trade, aspetteremo un paio di giorni.

BCH/USD

Ci aspettavamo che Bitcoin Cash rimanesse all'interno di un range ristretto, ma tra ieri e oggi ha quasi raggiunto la SMA a 50 giorni.

BCH/USD

Dopo aver appena superato i 1.200$, la coppia BCH/USD sta ora di nuovo scendendo. Può trovare supporto sull'EMA a 20 giorni o a quota 1.000$.

Se uno dei due supporti dovesse reggere, i rialzisti proveranno di nuovo a superare la SMA e a raggiungere quota 1.400$.

Quindi non ci resta che attendere e osservare il comportamento della criptovaluta in prossimità dei supporti.

EOS/USD

Dopo il lancio di EOSIO 1.0, EOS ha raggiunto l'obbiettivo di 15,6356$ specificato nella nostra precedente analisi. Tuttavia, non abbiamo consigliato di aprire delle posizioni, dato che non ci piace scambiare durante eventi importanti, a causa dell'alto livello di incertezza.

EOS/USD

La coppia EOS/USD sta ora cominciando a riscontrare le vendite di chi ha acquistato a livelli inferiori, e probabilmente ritesterà la soglia di breakout di 12,9870$. L'EMA a 20 giorni si trova appena sopra tale livello.

Se dovesse reggere, i rialzisti proveranno a raggiungere quota 18,67$, in caso di rottura la valuta digitale rientrerà nel range e tornerà a 10,3384$.

Aspetteremo più chiarezza prima di consigliare dei trade.

LTC/USD

Litecoin non è riuscita a superare l'importante resistenza dei 127$. Il supporto più vicino e ora a 115,447$, ossia il minimo intragiornaliero del 30 maggio. Se dovesse rompersi, è possibile che la valuta digitale scivoli a quota 107,102$.

In caso contrario, i rialzisti proveranno di nuovo a superare la resistenza.

LTC/USD

Se la coppia LTC/USD supera i 127$, può schizzare fino alla linea di downtrend del triangolo discendente, a quota 150$. Quindi, suggeriamo di aprire posizioni long in caso di chiusura sopra i 127$, con uno stop loss relativamente vicino.

Consigliamo di allocare solo il 50% delle posizioni desiderate, perché la criptovaluta si trova ancora in un pattern ribassista, che verrà invalidato solo una volta superati i 160$.

ADA/USD

Negli ultimi due giorni, Cardano ha superato quota 0,23$, senza però riuscire a chiudere una delle giornate al di sopra di essa. Quindi, il trade che avevamo consigliato nella nostra precedente analisi non è partito.

ADA/USD

Attualmente, la coppia ADA/USD punta di nuovo verso il basso. Ha un forte supporto a quota 0,17$ che, se infranto, può causare una caduta a 0,13$.

Allo stesso tempo, se i rialzisti riusciranno a frenare il calo e a causare un'inversione, potrebbe di nuovo superare quota 0,23$. La SMA a 50 giorni può fare da resistenza, ma ci aspettiamo che venga sorpassata.

Quindi, riproponiamo il trade consigliato nell'analisi precedente.

XLM/USD

Il 3 giugno, Stellar ha chiuso appena sopra l'EMA a 20 giorni, condizione che ha fatto partire il trade consigliato nella nostra precedente analisi.

XLM/USD

I rialzisti non sono riusciti a concretizzare i guadagni sopra l'EMA a 20 giorni, causando un calo sotto le medie mobili e la linea orizzontale.

L'EMA a 20 giorni è piatta, e a breve lo sarà anche la SMA a 50 giorni. Ciò fa salire la probabilità della formazione di un range.

Osserveremo l'andamento della criptovaluta per qualche giorno e chiuderemo le nostre posizioni nel caso in cui la coppia XLM/USD non dovesse superare quota 0,32$.

Nella parte bassa del grafico, è possibile individuare i supporti a 0,242$ e 0,184$.

IOTA/USD

IOTA ha superato la SMA a 50 giorni il 3 giugno, senza però riuscire a mantenersi al di sopra di essa. Dopo aver raggiunto quota 2$, sta trovando supporto in prossimità dell'EMA a 20 giorni. Una sua rottura può estendere questo calo a quota 1,63$.

IOTA/USD

Se i rialzisti riusciranno a difendere il supporto di 1,63$ per un paio di giorni, potrebbe presentarsi un'opportunità d'acquisto per i trader, con stop loss sotto quota 1,3$.

Tuttavia, è meglio evitare posizioni long sulla coppia IOTA/USD, poiché in caso di caduta sotto quota 1,63$, i prossimi supporti si troverebbero a 1,33$ e a 0,9150$.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC . I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.