Un utente dimentica la passphrase del proprio 'brain wallet', perde 13.000.000$ in BTC

Pare che un investitore in Bitcoin (BTC) abbia perso l'accesso ai propri fondi, dal valore di oltre 12,9 milioni di dollari, poiché avrebbe dimenticato la passphrase del proprio wallet. Il 26 novembre, l’account Reddit u/lumanubrecon ha dichiarato di non poter più accedere al suo conto da 1.800 BTC.

Guai con i brain wallet

L’utente di Reddit sostiene che nel 2016 i suoi Bitcoin erano stati conservati in un cosiddetto "brain wallet". Tuttavia, provando poi a recuperare l'indirizzo usando la passphrase generata all’epoca, non è riuscito a sbloccare il wallet.

Un brain wallet è una tipologia di portafoglio per criptovalute la quale di norma non prevede alcuna registrazione, sia essa fisica o digitale, della passphrase. In luogo di tale registrazione gli utenti creano una passphrase che sia facile da ricordare, ma difficile da hackerare: ad esempio, una semplice frase in cui alle consuete lettere vengono sostituiti simboli che richiamano ai caratteri originali.

"Oltre a memorizzare la passphrase me la sono anche appuntata su un libro. Ma adesso quando la inserisco non mi genera l’indirizzo a cui avevo inviato 1.800 BTC", ha spiegato l’utente nel post.

Che sia vero o falso, la sicurezza del wallet è fondamentale

Il caso solleva tuttavia parecchi quesiti. Stando ai dati di Bitinfocharts, nel 2016 sono stati rilevati solamente due wallet con un bilancio iniziale di circa 1.800 BTC. Entrambi hanno registrato diverse e successive transazioni in entrata. Nel 2017 uno dei due wallet ha registrato un prelievo di 1.000 BTC.

Un moderatore di Reddit ha in seguito definito "probabilmente falso" il post in questione. BashCo, il moderatore del subreddit r/Bitcoin, ne ha approfittato per sconsigliare l'utilizzo di un brain wallet per conservare le proprie monete digitali:

"Perché lo chiamano brain wallet [brain in inglese significa cervello, NdT] quando qualcuno davvero dotato di cervello non farebbe mai qualcosa di così stupido? Questa storia è così improbabile che non può essere vera."

Tralasciando i giudizi sulla veridicità del caso, la necessità di proteggere le chiavi private dei propri conti di criptovalute continua a far discutere anche nel 2019.

Il 3 gennaio del prossimo anno si terrà la seconda edizione dell'evento Proof of Keys, che invita gli utenti a rimuovere i propri Bitcoin dagli exchange e ad assumere il controllo diretto dei fondi.

Questa settimana il popolare exchange di criptovalute Binance ha svelato che il 92% degli investitori istituzionali non utilizza un wallet privato, ma al contrario lascia i fondi sulla piattaforma di trading.