Secondo un articolo recentemente pubblicato da Bloomberg, i cittadini statunitensi stanno gradualmente abbandonando la sicurezza del dollaro per investire in asset più speculativi come azioni, oro e Bitcoin (BTC).

Crolla il rendimento dei conti di risparmio

A causa del lockdown dovuto alla pandemia di COVID-19, negli Stati Uniti i risparmi personali sono ai massimi storici; ciononostante, il rendimento offerto dai conti di risparmio è quasi zero.

Al tempo stesso, quest'anno asset come titoli azionari, oro e Bitcoin hanno ottenuto incrementi a doppia cifra, divenendo opzioni parecchio interessanti per gli investitori.

Stati Uniti: il rendimento dei conti di risparmio si è più che dimezzato. Fonte: Bloomberg.

L'articolo cita la testimonianza di Brian Harrington, un ragazzo ventottenne che vive ad Anaheim, in California, il quale pianifica di convertire in Bitcoin i suoi 15.000$ di risparmi fino a questo momento depositati presso Ally Bank.

Luglio è stato il mese peggiore del decennio per USD

La realtà potrebbe essere persino peggiore del quadro dipinto da Bloomberg. Non è un mistero infatti che il valore del dollaro stia rapidamente diminuendo rispetto alle principali valute legali del pianeta: secondo i dati del Financial Times, luglio è stato il mese peggiore degli ultimi dieci anni per il dollaro statunitense.

Bitcoin e U.S. Dollar Index (DXY), luglio 2020. Fonte: Trading Economics.

Il governo degli Stati Uniti pianifica di introdurre ulteriori aiuti economici per la popolazione e i casi di COVID-19 nel Paese continuano ad aumentare: è possibile che il problema diverrà sempre peggiore. È pertanto molto probabile che nel prossimo futuro i cittadini statunitensi avranno fra le mani una valuta significativamente deprezzata, spingendo la popolazione a convertire la valuta legale in asset alternativi.