Il fratello di Pablo Escobar rilascia 'Dietbitcoin' come alternativa alla 'truffa della CIA', BTC

Roberto Escobar, fratello del defunto colombiano Pablo Escobar, ha pubblicato la sua alternativa a Bitcoin (BTC), un fork di BTC chiamato dietbitcoin (DDX).

Il collegamento di Roberto Escobar a dietbitcoin è stato confermato oggi 22 marzo a TheNextWeb da un portavoce di Escobar Inc., la società di investimento di Roberto Escobar.

Il sito web di dietbitcoin include un libro di 281 pagine, scaricabile in formato PDF, intitolato "The True Story by Roberto Escobar: Pablo Escobar’s Dietbitcoin" e sottotitolato: "Dopo aver guadagnato 100 miliardi di dollari, Roberto Escobar lancia la criptovaluta ditebitxoin (DDX)."

Picture 1

Per chi non ha il tempo necessario per leggere la versione completa, che comprende i capitoli intitolati "The Other Peruvian Plane" e "Noriega, The Traitor", ci pensa il white paper a fornire una breve introduzione sulla creazione di DDX:

"Sono la prima persona al mondo, Roberto De Jesus Escobar Gaviria, a dichiarare pubblicamente che Bitcoin è stato creato dal governo americano, e non sarò l'ultima persona a sostenerlo. Il mondo si sveglierà. Si accorgerà che l'hanno creato loro. Ma quando lo farà, sarà troppo tardi, perché la CIA avrà già venduto tutte le sue monete, e distruggerà il valore di Bitcoin ... Ecco perché sto creando la mia criptovaluta chiamata dietbitcoin (DDX). "

Dietbitcoin verrà distribuita tramite un'Initial Coin Offering (ICO) in tre fasi, con un cap di 1 milione di token. Il primo round di pre-ICO offrirà un totale di 300.000 coin a due dollari l'uno, un prezzo scontato rispetto ai 50$ originariamente stabili, il secondo round di pre-ICO offrirà altri 300.000 token a 100$ l'uno, e infine i rimanenti 400.000 verranno venduti durante l'ICO a 1000$ l'uno.

ICO

Tuttavia, il numero totale di monete riportato è di 1,8 milioni, con un limite massimo di 21 milioni.

Coin Specification

Secondo il libro di Roberto Escobar, è stato l'elusivo Satoshi Nakamoto a fargli conoscere il mondo delle criptovalute:

"Ricevo una telefonata, questa volta è di El Conejo [soprannome]. El Conejo mi sta dicendo che sta parlando con Satoshi Nakamoto. Non sta solo parlando. È con lui proprio ora a Lima, in Perù. Dissi: "El Conejo, non so chi sia quest'uomo. Portalo a casa mia. "El Conejo rispose" OK ".

"Continuavo a leggere sui giornali di questa criptovaluta chiamata Bitcoin. Non sapevo di cosa si trattasse. Non mi importava. Fino a quando El Conejo non mi chiamò di nuovo. Questa volta, mi disse che stavamo costruendo la nostra criptovaluta. Non avevo capito. Mi disse che il fondatore di Bitcoin voleva costruire una nuova criptovaluta insieme alla famiglia di Pablo Emillio Escobar Gavirira. Gli dissi: Ok, ci sto. "

Ma poi Roberto Escobar spiega che non si trattava del vero Nakamoto, ma di "una sceneggiata del governo americano per infiltrarsi nella Escobar Incorporated", e che quindi il suo dietbitcoin sarebbe la moneta superiore in quanto non permetterà agli "Americanos" di tracciare gli acquisti degli utenti.

Apparentemente Escobar era in contatto anche con John McAfee, un'altra ben nota figura della comunità cripto, che sperava di poter creare una criptovaluta insieme a lui, ma alla fine ha rifiutato la proposta poiché la considerò "troppo modesta".

"Non mi piaceva quel tizio. Non ho mai sentito parlare di lui prima. Nessuno in Colombia conosce il suo nome. Non so se il mondo lo conosca o meno, ma io no.

Dissi a El Conejo, 'Come puoi fondare una compagnia con un tizio che nessuno conosce a parte te?' El Conejo replicò: 'Non è così.'  Risposi: 'Beh, è così sembra a me. John McAfee? Non l'ho mai sentito nominare. È un nome senza valore. Il nome di cui hai bisogno è il mio nome. Non il nome di quest'uomo. "

Robert Escobar ci illumina anche su come mai Ethereum (ETH) non sia una moneta legittima, menzionando la giovane età del cofondatore di Ethereum Vitalik Buterin:

"Ethereum è una truffa completa. È una buona tecnologia, ma è stata creata da un bambino. A chi importa di questo bambino? A me no. Può venire qui e parlarmi in faccia. Gli dirò: "Bello, sei un gringo. Pensi che mi importi della moneta di un gringo? No." Tutti questi altri token e coin... guarda, non farmi nemmeno prendere l'argomento."

Qualche mese fa, anche  Steven Seagal, attore e "maestro zen", ha messo il suo nome nella nuova criptovaluta "Bitcoiin2gen", anch'essa proposta come una "versione superiore o più avanzata del Bitcoin originale". Tuttavia, il New Jersey ha inviato un mandato di cease e desist riguardo l'ICO di Bitcoiin2gen, poiché offriva security non registrate, violando le normative.