Coinbase lancerà una nuova suite di prodotti destinata agli investitori istituzionali

Nella giornata di oggi, 15 maggio, L'importante exchange di criptovalute Coinbase ha annunciato con un post sul suo blog ufficiale il lancio di una nuova suite di prodotti pensati per gli investitori istituzionali.

I quattro prodotti (Coinbase Custody, Coinbase Markets, Coinbase Institutional Coverage Group e Coinbase Prime) mirano risolvere le principali questioni che tengono lontani gli investitori istituzionali dal settore delle criptovalute, come la sicurezza e la conformità alle normative.

Adam White, vicepresidente e direttore generale di Coinbase, ha dichiarato alla CNBC:

"Pensiamo di poter sbloccare circa 10 miliardi di investimenti istituzionali che finora sono rimasti in disparte. Stiamo rilevando un rapido incremento dell'interesse e dell'adozione nel mercato delle criptovalute."

Coinbase Custody, annunciato per la prima volta lo scorso anno, risolve il problema "numero uno" degli investitori istituzionali, ossia la sicurezza. La compagnia sostiene che la soluzione di custodia per gli asset digitali metterà al sicuro i fondi dei clienti attraverso rigorosi controlli finanziari, come protezione a firma multipla, limiti di prelievo e audit trail.

Anche se secondo CNBC la compagnia sta già gestendo oltre 20 mld di dollari in criptovalute, Coinbase Custody prevede una partnership con un auditor di terze parti, che secondo quanto riportato sarà un intermediario conforme alla SEC.

Coinbase Markets, invece, sarà un marketplace elettronico che fornirà una pool di liquidità centralizzata per tutti gli investitori, e in futuro offrirà liquidazione e compensazione di future. Inoltre, Coinbase Prime sarà una piattaforma di trading separata per i soli clienti istituzionali.

Ad oggi, Coinbase ha oltre 20 mln di clienti, ed ha già commerciato più di 150 mld di dollari in asset digitali sulla sua piattaforma. Secondo Recode, nel 2017 ha dichiarato 1 mld di dollari di entrate, ed ha ricevuto 225 mln di dollari da investitori come Andreessen Horowitz, Union Square Ventures e la Borsa di New York. 

Questo mese, l'ICE, società che controlla la Borsa di New York, ha dichiarato di aver intenzione di offrire contratti swap di criptovalute in BTC, annuncio arrivato pochi giorni dopo quello di Goldman Sachs, che aprirà un trading desk di criptovalute "nelle prossime settimane". Secondo molti analisti, una volta risolti gli ostacoli normativi, la maturità del mercato delle criptovalute attrarrà inevitabilmente i principali investitori istituzionali nel settore.