CEO di BKCM: al momento, il mercato delle criptovalute non ha bisogno di un ETF sul Bitcoin

Brian Kelly, fondatore e CEO della società di investimenti crypto BKCM, ha affermato che gli exchange-traded fund (ETF) sul Bitcoin (BTC) non sono necessari per lo sviluppo dell'ecosistema, dato che la moneta è già disponibile su diverse piattaforme regolamentate come Fidelity e TD Ameritrade.

Kelly ha fatto le sue osservazioni durante un'intervista alla CNBC pubblicata l'11 ottobre:

“Ci sono aziende come Fidelity e TD Ameritrade che iniziano a spingere in questo settore. Quindi alla fine è possibile acquistare Bitcoin in un normale account di brokeraggio, o quantomeno sembrerà un normale account di brokeraggio. Quindi non credo che ci sia veramente bisogno di un ETF sul Bitcoin in questo momento. "

Ha inoltre sottolineato che la decisione della Commodity Futures Trading Commission (CFTC) degli Stati Uniti di definire Ethereum come commodity ha avuto un impatto significativo sul settore:

“Il fatto che la CFTC abbia affermato che Ethereum è una commodity è uno sviluppo enorme per il settore. Ci dà chiarezza normativa. [...] Apre la porta all'entrata delle istituzioni. [...] Tutti sono preoccupati e si chiedono "e se lo vietassero"? [...] La CFTC ha praticamente dichiarato "Non lo stiamo ancora vietando, lo regoleremo."

Speranza generale per i mercati

A maggio, Kelly ha anche affermato che il prossimo dimezzamento del block reward potrebbe far lievitare i prezzi dei Bitcoin nei prossimi mesi.

Come riportato da Cointelegraph il 9 ottobre, la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti ha respinto la proposta di ETF sul Bitcoin presentata da Bitwise Asset Management.