Il prezzo di Ether (ETH) ha tracciato un breakout nella coppia contro Bitcoin (BTC) per la prima volta da 23 giorni, in seguito a un annuncio di alto profilo secondo cui Visa userà USDC, una stablecoin basata sulla blockchain di Ethereum.

Anche se ETH/BTC ha assistito a un forte breakout tecnico, il trend rialzista è supportato da solidi catalizzatori fondamentali, generando ottimismo nel breve termine per ETH.

Secondo i trader, ad aprile Ether sovraperformerà Bitcoin

Secondo il trader pseudonimo conosciuto come “Rekt Capital,” da gennaio 2021 Ethereum ha cercato più volte di uscire dalla struttura di mercato a triangolo in cui era rinchiuso.

Tuttavia, ad ogni tentativo di breakout ha fatto seguito rigetti piuttosto grandi dalla zona di resistenza.

Grafico giornaliero di ETH/USD con linee chiave. Fonte: Rekt Capital, TradingView.com

Per la prima volta da quasi un mese, ETH sta iniziando a superare il limite superiore del triangolo, segnando il terzo tentativo di breakout in tre mesi. Il trader ha spiegato:

"È uscito dal triangolo, ma si è fermato nella zona di resistenza rossa (l’ultima prima di nuovi massimi storici). Anche se la resistenza potrebbe costringere ETH a tracciare un nuovo test del triangolo… Un retest di successo risulterà probabilmente in un breakout sopra la zona rossa.”

Rookie, un altro noto trader pseudonimo, ha sottolineato che la struttura tecnica di Ethereum sembra favorevole. Il trader prevede che tra aprile e giugno Ethereum sovraperformerà Bitcoin, considerando l’arrivo di un rinnovato slancio in ETH/BTC.

Sin dai primi giorni di marzo, la coppia ha attraversato un periodo di stallo, anche mentre Bitcoin tracciava un forte rialzo verso i 60.000$. Ora ETH/BTC ha visto il primo breakout dal 9 marzo, recuperando slancio tecnico diretta verso i 2.000$. Rookie ha commentato:

"Mi aspetto che Ethereum sovraperformi Bitcoin per tutto il Q2.”

Anche i dati on-chain sono rialzisti

Nel frattempo, i dati di Glassnode mostrano che il numero di indirizzi Ethereum attivi ha raggiunto un massimo mensile a 33.257.

Indirizzi attivi di Ethereum. Fonte: Glassnode

Il numero crescente di indirizzi attivi indica che l’attività degli utenti sulla blockchain di Ethereum sta aumentando insieme al prezzo.

Per qualsiasi protocollo blockchain, il rally del token sottostante accompagnato dall’attività degli utenti in crescita è un trend ottimistico in quanto, sostanzialmente, una blockchain è un network per il trasferimento di valore.

Inoltre, sin dal 2020 il valore totale bloccato nella DeFi su Ethereum continua ad aumentare rapidamente. Un investitore in Ethereum e ricercatore pseudonimo conosciuto come DCinvestor ha spiegato:

"Che ci crediate o meno, qualche anno fa questo era un commento comune durante il lancio di DAI da parte di gente che non capiva o evitava i prestiti collateralizzati, ma oggi i numeri non mentono: sta diventando la base di un nuovo mondo hyper-capital efficient sviluppato su #Ethereum attraverso la #DeFi.”

Finché l’attività degli utenti sulla blockchain di Ethereum continua ad aumentare insieme ad altri importanti parametri legati alla DeFi, il prezzo di ETH rifletterà probabilmente la crescente domanda per il suo network.

Considerando che buona parte della domanda di ETH arriva dalla DeFi come mezzo per pagare il “gas,” ovvero i costi di transazione, la popolarità della DeFi è destinata a sostenere il valore di Ethereum.

“La EIP1559 non è ancora espressa nel prezzo.”

Diversi commentatori hanno affermato che EIP1559, il cui lancio è previsto a luglio, non è ancora espressa nel prezzo di Ether. La proposta rivoluzionerà la struttura del mercato delle commissioni su Ethereum e renderà indirettamente ETH più scarso.