L'exchange Bitstamp abilita i trasferimenti diretti in sterline grazie ad una nuova partnership

Il famoso exchange di criptovalute europeo Bitstamp ha stretto una partnership con la società di brokerage BCB Group per abilitare i trasferimenti diretti in sterline inglesi (GBP).

Un comunicato stampa condiviso con Cointelegraph il 29 luglio ha rivelato che, grazie alla nuova partnership, entro la fine di quest'anno gli investitori residenti nel Regno Unito saranno in grado di effettuare prelievi e depositi in GBP direttamente da e verso i loro conti Bitstamp.

In una dichiarazione, il fondatore e CEO del gruppo BCB Oliver von Landsberg-Sadie ha affermato che la partnership rientra nel piano dell'azienda di fornire delle infrastrutture di servizi robuste e frictionless "che includono conformità, esecuzione degli scambi, pagamenti e custodia per i clienti che desiderano accedere alle criptovalute".

BCB Group, come osservato all'interno del comunicato stampa, si concentra sulla fornitura di soluzioni over-the-counter per gli exchange e le istituzioni che sono interessate a offrire prodotti e servizi legati al mondo delle criptovalute ai propri clienti.

Con l'avvicinarsi del termine ultimo della Brexit, la partnership rappresenta un passo importante per garantire che i clienti del Regno Unito possano continuare ad avere accesso ai trasferimenti fiat sulla piattaforma di trading europea.

Bitstamp, società registrata in Lussemburgo che opera da circa 8 anni, sta puntando sempre di più sull'espansione globale. La piattaforma è stata acquisita dalla società di investimento belga NXMH, che a sua volta appartiene al conglomerato sudcoreano NXC Corp, nell'ottobre del 2018.

A gennaio, l'exchange ha stretto una partnership con la banca online svizzera Dukascopy, la cui divisione statunitense ha ottenuto una licenza BitLicense dal Dipartimento dei servizi finanziari di New York questa primavera.

In questo mese, l'exchange di criptovalute statunitense Coinbase ha di colpo imposto un importo minimo di deposito di 1.000 GBP per gli utenti residenti in Regno Unito.

Il personale ha confermato che l'exchange - che in precedenza consentiva agli utenti del Regno Unito di depositare fondi fiat attraverso il sistema di regolamento locale Faster Payments - ha sospeso il servizio, richiedendo invece ai cittadini britannici di ricorrere a SWIFT.

Sempre in questo mese, l'exchange fiat-crypto Binance Jersey ha listato la sua stablecoin proprietaria ancorata alla sterlina inglese.