CEO di CipherTrace: le regolamentazioni del GAFI spingeranno i criminali ad utilizzare le privacy coin

Le regolamentazioni del Gruppo d'Azione Finanziaria Internazionale (GAFI) potrebbero far partire uno spostamento dell'attività criminale da Bitcoin (BTC) alle cosiddette "privacy coin".

Ad oggi, i criminali usano principalmente BTC ed ETH

David Jevans, CEO della società di tracciamento delle transazioni CipherTrace, ha condiviso le sue osservazioni riguardanti l'uso criminale delle criptovalute in un panel tenuto dalla Chamber of Digital Commerce il 21 ottobre.

Jevans ha affermato che, ad oggi, le criptovalute più note - come Bitcoin ed Ether (ETH) - sono le più popolari tra i soggetti criminali, a causa del loro brand e della loro facilità di acquisto e vendita. Jevans ha sottolineato che il 95% di ciò che CipherTrace identifica come attività criminale utilizza proprio le criptovalute più popolari.

Conseguenze indesiderate

Una volta messe in atto, le regolamentazioni crypto globali come la travel rule del GAFI, che impone agli exchange di raccogliere i dati personali degli utenti, potrebbero avere conseguenze indesiderate, come quella di spostare l'attività criminale sulle privacy coin come Monero (XMR) e Dash (DASH).

Secondo il direttore di CipherTrace, la "deanonimizzazione" tanto aspirata dagli organi regolamentazione renderà lo scambio di monete come BTC molto simile alle attività bancarie. Jevans ha dichiarato:

"Man mano che abbiamo una maggiore deanonimizzazione e diventa più simile al sistema bancario, credo che uno degli effetti indesiderati sarà quello dell'utilizzo delle monete con una privacy migliore."

Il 15 ottobre, CipherTrace ha annunciato di aver ampliato la sua piattaforma crypto, che è ora capace di tracciare 700 token e "oltre l'87% del volume transazionale" delle prime 100 criptovalute, come Ether, Tether (USDT), Bitcoin Cash (BCH) e Litecoin (LTC). Tuttavia, l'azienda ha dichiarato a Cointelegraph che le privacy-coin come Monero non saranno supportate, almeno non nel prossimo futuro.

A metà settembre, OKEx Korea, divisione sudcoreana del noto exchange di criptovalute OKEx, ha annunciato ufficialmente che eliminerà le privacy-coin dalla piattaforma, tra cui Monero, Dash, Zcash (ZEC), Horizen (ZEN) e Super Bitcoin (SBTC).