In una settimana, la start-up di un ex dirigente di Visa ha distribuito quasi 4.000 carte di debito in criptovalute

Crypterium, l'azienda per pagamenti in monete digitali guidata da un vecchio dirigente di Visa, ha in appena una settimana distribuito circa 4.000 carte di debito basate su criptovalute: lo rivela un comunicato stampa recentemente condiviso dalla compagnia.

Questo mese Crypterium, con sede in Estonia, ha lanciato la propria Crypterium Card: si tratta di una carta prepagata, caricata con alcune delle criptovalute più importanti come Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Litecoin (LTC) e USD Coin (USDC), nonché il token nativo della piattaforma CRPT.

Come spiegato dall'azienda all'interno dell'annuncio, questa nuova carta "funziona in maniera del tutto simile alle carte prepagate tradizionali", consentendo quindi agli utenti di utilizzare monete digitali per l'acquisto di beni in rete, oppure per il pagamento di servizi come Amazon e Netflix, nonché tasse universitarie, spese mediche e molto altro.

Inoltre, sfruttando "oltre due milioni" di sportelli automatici in tutto il mondo, gli utilizzatori della carta possono velocemente prelevare i propri fondi, che verranno automaticamente convertiti nella valuta locale.

Ad appena una settimana dal lancio, Crypterium è riuscita a distribuire ben 3.736 Crypterium Card in 70 paesi differenti. Il maggior numero di richieste è arrivato dagli Stati Uniti e dall'Asia Pacifica, e in particolare da paesi con economie instabili e valute nazionali deboli.

Questa settimana il numero di sportelli automatici di Bitcoin ha per la prima volta superato le 5.000 unità. Si tratta di un settore in continua crescita: soltanto queste mese sono stati installati ben 150 nuove macchine, circa 6 al giorno. Gli Stati Uniti sono il paese con il maggior numero di sportelli (3169), seguiti da Canada (680) e Austria (263).