L'applicazione Circle Invest lancia una nuova funzione pensata per i novizi del settore delle criptovalute

Circle Internet Financial Ltd., azienda supportata da Goldman Sachs, ha lanciato una nuova funzione per la sua applicazione Circle Invest, che mira a semplificare l'accesso ai mercati da parte dei novizi.

Tale funzione, intitolata "Buy the Market", offre ai clienti la possibilità di investire contemporaneamente in tutte le monete supportate dalla piattaforma, piuttosto che dover decidere su quale valuta puntare. L'applicazione si occuperà di suddividere automaticamente i fondi, seguendo una serie di coefficienti dettati dalla capitalizzazione di mercato.

Al momento Circle Invest supporta sette criptovalute: Bitcoin (BTC), Bitcoin Cash (BCH), Ethereum (ETH), Ethereum Classic (ETC), Litecoin (LTC), Zcash (ZEC) e Monero (XMR).

Jeremy Allaire, CEO di Circle, ha dichiarato:

“La maggior parte dei capitali investiti da singoli individui, [...] siano esse azioni, obbligazioni, monete o criptovalute, viene gestita passivamente. Per i novizi del mercato delle criptovalute, [...] si tratta di un modello collaudato che ha funzionato perfettamente nel settore degli investimenti tradizionali".

Fissando un investimento minimo di appena 1$, Allaire spera che la compagnia possa spingere sempre più utenti ad interagire con i mercati delle criptovalute. "Buy the Market", spiega l'uomo, non è altro che una versione più democratica del Four-Coin Index Fund di Coinbase, al quale possono tuttavia partecipare soltanto investitori "riconosciuti", vale a dire con un patrimonio netto di almeno 1 milioni di dollari o con un salario annuale superiore ai 200.000$.

Allaire tuttavia afferma che in futuro l'azienda potrebbe ridurre la propria base di investitori a causa di una potenziale repressione da parte della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti, che potrebbe classificare le monete gestite da Circle come security. Recentemente infatti Ethereum è rimasto coinvolto in una spinosa controversia giudiziaria, dovuta ad una fumosa classificazione della valuta durante la prevendita nel 2014.

Il CEO di Circle ha inoltre spiegato che, sin dall'acquisizione dell'exchange di criptovalute Poloniex Inc. a febbraio di quest'anno, la compagnia ha lavorato a stretto contatto con la SEC per chiarire le questioni normative.

La scorsa settimana, Circle ha rivelato la chiusura di una raccolta fondi dal valore di 110 milioni di dollari, organizzata in collaborazione con il produttore cinese di dispositivi per il mining Bitmain. Le due aziende hanno annunciato il lancio di una stablecoin basata sul dollaro statunitense entro l'estate di quest'anno.