Bithumb conferma che rimborserà gli utenti interessati dall'attacco hacker

In un annuncio ufficiale diffuso oggi, 21 giugno, l'exchange di criptovalute sudcoreano Bithumb ha confermato che rimborserà gli utenti interessati dal furto del valore di 35 mld di won (circa 30 mln di dollari) avvenuto due giorni fa.

Al momento dell'attacco, Bithumb era il sesto exchange di criptovalute per volume di transazioni, ma dopo la notizia è scivolato in decima posizione.

Bithumb sostiene che i propri clienti non subiranno le conseguenze del furto, sottolineando la rigorosa separazione che mantiene tra gli asset dei clienti, contenuti in hot wallet, e quelli della compagnia, immagazzinati invece in cold wallet.

Nel post, Bithumb ha dichiarato di aspettarsi che le perdite totali "siano inferiori" rispetto alla cifra attuale, e che provvederà ad informare il pubblico una volta confermato l'ammontare definitivo.

Nell'annuncio, Bithump prova a rassicurare gli utenti sottolineando i 100 mld di ricavi registrati a fine 2017 e ricordando che il resoconto fiscale della prima metà del 2018 verrà rilasciato a luglio.

L'exchange avvisa che "i clienti possono continuare tranquillamente ad utilizzare Bithump" e che presto verrà annunciata la data di ripristino dei servizi di deposito e prelievo. Inoltre, sostiene di essere al lavoro per migliorare il suo sistema di wallet e assicurare la protezione degli asset dei clienti.

Come riportato da Cointelegraph, i dettagli dell'attacco sono ancora da chiarire.

Grazie ad un funzionario coreano del Sentinel Protcol, abbiamo appreso che l'hot wallet di Bithumb è stato compromesso nella notte del 19 giugno.

Appena rilevato il furto, l'exchange ha sospeso temporaneamente tutti i depositi e i prelievi.

Proprio qualche settimana fa, dopo un'indagine durata tre mesi, Bithumb aveva ottenuto il via libera dalle autorità sudcoreane.

Il post di oggi conferma che l'exchange sta lavorando a stretto contatto con la Korea Internet & Security Agency (KISA) per indagare sull'accaduto, assieme al Ministero coreano della Scienza e della Tecnologia (MIC), alla polizia nazionale e ad altre agenzie. Bithumb sostiene che in futuro verranno adottate "misure sistematiche" per evitare che l'evento si ripeta.