Il direttore del progetto Libra di Facebook prende le distanze da Bitcoin: "Condivideremo le nostre informazioni con le autorità"

Secondo quanto riportato il 18 giugno da Cointelegraph Brazil, David Marcus, head of blockchain del colosso americano Facebook, ha dichiarato che il progetto Libra si distinguerà da Bitcoin (BTC) perché condividerà le proprie informazioni con le autorità.

Durante un'intervista con il quotidiano brasiliano Estado de São Paulo, Marcus ha dichiarato che i dati di Libra verranno condivisi con le autorità per agevolare la prevenzione della criminalità e per garantire la conformità della criptovaluta alle normative.

L'articolo afferma inoltre che Facebook non prevede di trarre profitto - almeno inizialmente - dalle transazioni di Libra tramite le commissioni, mantenendo i costi associati alle transazioni al minimo. Tuttavia, la società si riserva il diritto di modificare tali regole.

Facebook intende anche fornire servizi finanziari attraverso il wallet Calibra. Kevin Weill, vice presidente del prodotto, ha dichiarato che la società offrirà sicuramente dei servizi di credito. Marcus non esclude inoltre che le banche tradizionali possano aderire al progetto:

"Anche se offriremo servizi simili in futuro, sarà comunque una cosa positiva, poiché ci sarà più concorrenza nel settore finanziario."

La società ha pubblicato il whitepaper della blockchain Libra nella giornata di oggi.

Come riportato in precedenza da Cointelegraph, Binance Research, divisione del famoso exchange di criptovalute di Binance, sostiene che la stablecoin di Facebook potrebbe scatenare una crescita di volume nel settore delle criptovalute.