Heroes Maratea: esempi d'applicazione della tecnologia blockchain con i ricercatori di SDA Bocconi

Continua la nostra partecipazione al festival “Heroes meet in Maratea”, evento dedicato a tecnologia ed innovazione. Nella giornata di ieri abbiamo assistito alla conferenza “Bitcoin e altre applicazioni di una Blockchain”, tenuta dai ricercatori Nico Abbatemarco e Leonardo Maria De Rossi della SDA Bocconi, nella quale si è discusso delle applicazioni più significative sviluppabili su una rete decentralizzata.

L’incontro ha avuto inizio spiegando che la blockchain, inizialmente introdotta come sistema per la gestione delle transazioni finanziarie, viene oggi studiata assiduamente in tutto il mondo: l’obiettivo è quello di trovare nuovi casi d’utilizzo che permettano di migliorare, se non addirittura rivoluzionarie, determinati settori.

Proprio come affermato anche da Thomas Bertani, CEO di Oraclize e presidente di Eidoo, al momento per numerose aziende la blockchain non è altro che un mero strumento di marketing, il cui scopo è quello di sembrare più innovative agli occhi dei consumatori.

Quali sono pertanto i reali utilizzi di questa tecnologia, le cui qualità vengono spesso elogiate da analisti ed esperti appartenenti alle industrie più disparate? Durante l’incontro sono stati proposti svariati esempi, non sempre del tutto positivi.

Notarizzazione

Spesso si afferma che una rete blockchain permetta di garantire l’immutabilità dei dati in essa contenuti, ma chi assicura che tali informazioni siano state effettivamente inserite in maniera corretta? È pertanto necessario l’intervento di un ente di terze parti? In questo caso l’utilizzo della blockchain offre dei reali vantaggi?

Si tratta di una tecnologia ancora relativamente giovane, il cui impiego genera costantemente nuove domande e perplessità. Bisognerà compiere ulteriori studi per poter rispondere a tali quesiti.

Identità digitale

Un esempio di identità digitale ci viene offerta dalla piattaforma eBay, nella quale i venditori vengono considerati affidabili o meno unicamente in base ai voti forniti dagli utenti stessi, e non attraverso un processo centralizzato gestito dall’azienda.

Attualmente diverse realtà stanno collaborando alla creazione di piattaforme dedicate all’identità digitale, tra le quali ad esempio Civic.

Connettività IOT e tracciamento avanzato

Un ulteriore esempio viene invece fornito da Walmart, che ha recentemente realizzato un sistema blockchain per tenere costantemente traccia dei carichi di mango, dalla loro produzione fino alla vendita vera e propria. I consumatori possono scansionare un codice QR per accedere istantaneamente alle informazioni dell’intera catena.

Distribuzione P2P di contenuti

Viene citato Steemit, un social network che permette agli utenti di generare profitti dai propri contenuti, grazie all’utilizzo di un’apposita criptovaluta, senza alcun intermediario. Per funzionare correttamente, un sistema del genere richiede tuttavia una comunità piuttosto ampia.

Distribuzione P2P di risorse

Si tratta di un modo per condividere le risorse fisiche inutilizzate di vari apparecchi o dispositivi, come ad esempio la potenza di calcolo di schede grafiche oppure lo spazio libero sul disco, e ottenere una ricompensa in base a ciò che viene messo a disposizione degli altri utenti.

Questo potrebbe in futuro dare vita ad un’idea tutta nuova di PC, capace di reperire dinamicamente le risorse necessarie per portare a termine qualsiasi compito e applicazione grazie ad una connessione costante ad una rete decentralizzata.

È stato infine spiegato che i casi d’utilizzo descritti in precedenza non si escludono affatto l’un l’altro, ma al contrario possono essere adoperati in maniera congiunta per dare vita a servizi realmente rivoluzionari.