A meno di un giorno dall'aggiornamento della rete Bitcoin Cash, ABC è già in vantaggio di 45 blocchi

Nel corso della giornata di ieri, la rete Bitcoin Cash è stata ufficialmente aggiornata, dando vita a due differenti versioni della moneta: Bitcoin ABC e Bitcoin SV.

Secondo i dati raccolti da Coin Dance, al momento della stesura di questo articolo Bitcoin ABC è in vantaggio rispetto a Bitcoin SV sia in termini di hash rate che per numero di nodi. Dall'implementazione del nuovo sistema ad adesso sono stati generati 139 blocchi, e ABC è già avanti di 45 blocchi.

Questo aggiornamento ha frammentato la comunità di Bitcoin Cash in due differenti fazioni, la prima (ABC) capeggiata da Roger Ver e la seconda (SV) da Craig Wright.

I sostenitori di Bitcoin ABC (Adjustable Blocksize Cap) sostengono che la struttura alla base di BCH sia più che valida, e non richiede pertanto alcuna modifica radicale. Gli utenti favorevoli a Bitcoin SV (Satoshi’s Vision) affermano invece che, per garantire il futuro della moneta, sia necessario implementare aggiornamenti significativi.

Nelle ultime settimane il diverbio si è fatto progressivamente più acceso e aggressivo: pare infatti che in una e-mail privata Wright abbia accusato Ver di "odiare il Bitcoin", definendolo poi un suo "nemico". Il messaggio si conclude addirittura con una sorta di minaccia:

"Ti auguro una vita felice. Ora scoprirai cosa succede quando mi fanno inca*zare".

Le incertezze generate dalla hard fork hanno portato numerosi exchange di criptovalute in tutto il mondo a sospendere temporaneamente il trading di BCH. Sembrerebbe inoltre che questa faida sia stata la principale causa del recente crollo dei mercati, che ha spinto svariate criptovalute verso valori che non venivano toccati da parecchi mesi.