Nella giornata di martedì, Bitcoin (BTC) ha raggiunto un altro traguardo quando il suo prezzo ha superato la resistenza dei 50.000$. Bitcoin è cresciuto del 1.230% dal minimo di 3.803,58$ toccato il 13 marzo 2020 al suo nuovo massimo storico di 51.630$ stabilito mercoledì.

Questo rally è stato sostenuto da una forte domanda istituzionale che non accenna a fermarsi. MicroStrategy, nel frattempo, ha annunciato i suoi piani circa una vendita di obbligazioni convertibili, per raccogliere 600 milioni di dollari da utilizzare per comprare Bitcoin.

Mentre le istituzioni continuano a comprare, i dati di Glassnode suggeriscono che gli investitori a lungo termine in Bitcoin stanno usando questo rialzo per incassare profitti. I miner di Bitcoin, che durante la recente bull run hanno venduto grandi quantità del crypto asset, hanno ridotto i deflussi nel mese di febbraio, suggerendo che si aspettano livelli ancora più alti nel prossimo futuro.

L’attuale rally nel mercato crypto è stato guidato da Bitcoin, ma anche le altcoin stanno assistendo a una bull run tutta loro. Osserviamo i gli elementi fondamentali e tecnici di tre token che negli ultimi giorni hanno registrato forti movimenti positivi.

ICX/USD

Negli ultimi mesi, il settore della finanza decentralizzata (DeFi) ha visto una crescita notevole. Quindi, quando un progetto annuncia i suoi piani per entrare nel mondo DeFi, attira l’interesse dei trader. Il progetto Icon si sta preparando a tuffarsi nella DeFi con il lancio di BalancedDAO.

Un altro progetto molto atteso è Open Money Market, che mira a colmare il divario tra i servizi bancari tradizionali e la DeFi, consentendo agli investitori in crypto di prendere in prestito asset garantiti da fiat usando fondi crypto come collaterale.

Quando l’hype per progetti in arrivo fa aumentare la domanda e l’offerta inizia a scarseggiare, il prezzo tende a salire. Circa il 58,5% dell’offerta in circolazione del token ICX di Icon è in staking nel network, e con l’introduzione del supporto per lo staking di ICX su Binance, l’offerta potrebbe ridursi ulteriormente.

Anche se i rendimenti sono importanti, la sicurezza dei fondi è un altro fattore centrale nella DeFi. Di conseguenza, Icon ha presentato domanda per la certificazione K-ISMS alla Korea Internet and Security Agency per la sua app mobile ICONFi, con l’obiettivo di garantire la sicurezza e la privacy dei dati. Questo sviluppo rinforzerà probabilmente la fiducia degli investitori nel progetto.

L’imminente lancio di Icon 2.0 promette di migliorare diverse funzionalità centrali e riprogettare alcune delle funzioni attuali, attirando l’attenzione e promuovendo l’adozione del protocollo. La funzione di interoperabilità per supportare e abilitare soluzioni DeFi cross-chain sarà seguita attentamente dalla comunità.

Il token ICX è aumentato dai 0,6863$ del 1° febbraio ai 1,9331$ di oggi: un rally del 181% nell’arco di due settimane. Anche se il 15 febbraio i ribassisti hanno spinto il prezzo verso la media mobile esponenziale a 20 giorni (1,16$), i rialzisti hanno assorbito aggressivamente la correzione, causando una rapida ripresa.

Grafico giornaliero di ICX/USDT. Fonte: TradingView

Tuttavia, i ribassisti non hanno intenzione di arrendersi senza lottare. La coppia ICX/USD sta di nuovo affrontando una forte resistenza poco più in basso dei 2$. Il primo supporto inferiore è il ritracciamento di Fibonacci 38,2% a 1,4568$.

Se il prezzo recupera da questo supporto, indicherà che i trader continuano ad accumulare sulle correzioni minori. In seguito, i rialzisti cercheranno di ripristinare il trend positivo spingendo il prezzo sopra 1,9331$. Se avranno successo, entra in gioco un possibile rialzo verso 2,50$.

Al contrario, se i ribassisti spingeranno il prezzo al di sotto di 1,4568$, la coppia potrebbe raggiungere l’EMA a 20 giorni. I trader dovranno fare attenzione a questo livello: una ripresa del prezzo suggerirà che il trend rialzista è rimasto intatto, ma la rottura del supporto segnalerà una possibile inversione del trend.

RVN/USD

Ma non sono solo aggiornamenti o partnership che catturano l’attenzione dei trader. Certi eventi possono stimolare la domanda degli asset, come nel caso di Ravencoin (RVN).

La saga GameStop ha dimostrato che le entità centralizzate non offrono mai un terreno di gioco paritario ai trader retail, e i grandi operatori hanno tutto il potere. Questo ha intensificato la discussione e la necessità di decentralizzazione, e Ravencoin è stata una dei beneficiari. Il 28 gennaio, il prezzo delle azioni GameStop ha toccato il suo massimo, e il 29 gennaio RVN ha iniziato il suo trend rialzista.

Il protocollo consente a chiunque di tokenizzare i propri asset, che possono essere azioni societarie, commodity, opere d’arte, atti di proprietà, crediti energetici, fun token e tanto altro. Mentre il mondo si sposta verso la digitalizzazione e la decentralizzazione, protocolli come Ravencoin potrebbero diventare un’alternativa attraente alla finanza tradizionale.

Durante forti fasi rialziste, anche le voci in circolazione spingono i prezzi verso l’alto. Nei forum della comunità si parla di una possibile quotazione su Coinbase, cosa che potrebbe aver contribuito allo slancio.

RVN è aumentato da 0,02266$ il 1° febbraio a un massimo di 0,08863$ il 14 febbraio, un rally del 291% in due settimane. Il 15 febbraio, la candela giornaliera ha formato un pattern long-legged Doji, e ieri ha tracciato una candela interna alla precedente. Entrambi questi pattern suggeriscono l’indecisione tra rialzisti e ribassisti sul prossimo movimento direzionale.

Grafico giornaliero di RVN/USD. Fonte: TradingView

Se il prezzo sale dai livelli attuali e supera 0,08863$, potrebbe dare inizio al prossimo rally. I ribassisti cercheranno di interrompere il trend nella zona di resistenza tra 0,10$ e 0,104$.

Tuttavia, l’indice di forza relativa (RSI) si trova in territorio fortemente ipercomprato, suggerendo una possibile fase correttiva o di consolidamento nel breve termine.

Se il prezzo prosegue verso il basso, la coppia RVN/USD potrebbe raggiungere il ritracciamento di Fibonacci 38,2% a 0,06057$. Se questo livello non reggerà, il supporto successivo corrisponde alla EMA a 20 giorni (0,044$). Questa profonda correzione potrebbe posticipare l’inizio del prossimo movimento rialzista.

LSK/USD

Il rally del token LSK di Lisk sembra basarsi sulle prospettive di alcuni importanti annunci che potrebbero influenzare positivamente il progetto.

Il team di Lisk promette un grande aggiornamento con il lancio di Lisk Core 3.0.0 nel 2021, destinato a introdurre una serie di miglioramenti per quanto riguarda sicurezza, stabilità, aspetti tecnici, scalabilità e commissioni ridotte.

Inoltre, si prevede che i dettagli delle soluzioni di interoperabilità saranno pronti entro la primavera, dopodiché potrà avere inizio l’implementazione. Il team ha pianificato un nuovo programma dedicato agli sviluppatori, con ricompense elevate che potrebbero attirare nuove applicazioni sulla piattaforma.

Le aspettative possono supportare un rally solo fino a un certo punto. Eventualmente i trader cercheranno risultati, determinando la direzione del token.

LSK è aumentato da 1,2671$ il 1° febbraio a un massimo di 4,70$ il 14 febbraio, un guadagno del 270% in due settimane. Questo rally ha spinto l’RSI in territorio ipercomprato, cosa che potrebbe aver causato la vendita di realizzo da parte dei trader.

Grafico giornaliero di LSK/USD. Fonte: TradingView

La coppia LSK/USD è scesa al di sotto del ritracciamento di Fibonacci 38,2% a 3,3886$, e il prossimo supporto si trova al livello 61,8% a 2,5785$. Un crollo netto suggerisce che l’asset ha perso lo slancio, e solitamente ritarda l’inizio del rialzo successivo.

Se la coppia si riprenderà dal supporto a 2,25785$, potrebbe consolidarsi in un ampio range per qualche giorno prima di iniziare la prossima mossa. I rialzisti dovranno spingere il prezzo oltre i 4,70$ per riprendere il trend, con un target a 6,2099$.

Al contrario, se i ribassisti faranno cadere il prezzo sotto i 2,5785$, la coppia potrebbe raggiungere la EMA a 20 giorni (2,28$).

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo appartengono unicamente all’autore e non riflettono necessariamente i punti di vista di Cointelegraph. Ogni investimento e operazione di trading comporta dei rischi. Dovresti condurre una ricerca propria quando prendi una decisione.