Il broker assicurativo Marsh sperimenta una piattaforma digitale basata su blockchain

Il famoso broker assicurativo Marsh ha sperimentato una piattaforma di collocamento digitale basata su blockchain.

Secondo un comunicato stampa del 24 settembre, la piattaforma Risk Exchange ha l'obiettivo di garantire un collocamento digitale più trasparente e sicuro e consente agli utenti di ricevere informazioni e feedback in tempo reale sui processi di vincolo e collocamento.

Il collocamento assicurativo è l'acquisto di un nuovo prodotto assicurativo o il rinnovo di un prodotto già esistente.

I primi partecipanti al progetto

Come parte del progetto pilota, la compagnia di prodotti comici Dow Inc. e il produttore di elettrodomestici SharkNinja vincoleranno le politiche di credito commerciale degli Stati Uniti con le compagnie assicurative AIG ed Euler Hermes. Durante il processo, le parti riceveranno aggiornamenti e notifiche sullo stato in tempo reale. Nick Robson, global credit specialties leader di Marsh JLT Specialty, ha commentato:

“Le piattaforme digitali basate su blockchain sono ideali per le organizzazioni che generano o finanziano grandi quantità di crediti. Digitalizzando le fatture, i pagamenti e gli altri documenti commerciali e assicurativi delle parti coinvolte, possiamo ottimizzare il processo di collocamento dell'assicurazione del credito commerciale e migliorare l'esperienza d'acquisto complessiva. "

La piattaforma proof of insurance di Marsh

Ad aprile, Marsh ha rivelato di voler distribuire la sua piattaforma blockchain proof of insurance (POI) basata sulla tecnologia Hyperledger Fabric ai clienti commerciali americani. La piattaforma è pensata per fornire maggiore certezza della copertura assicurativa e per accelerare i processi aziendali.

Nel settembre del 2018, dopo la proof of concept, Marsh ha esteso la sua partnership con IBM per fornire la sua soluzione POI ad altri clienti attraverso la piattaforma Salesforce.