Intercontinental Echange ha utilizzato il "crypto winter" per accumulare asset digitali per Bakkt

Secondo quanto riportato da Reuters il 2 maggio, Intercontinental Exchange Inc (ICE) avrebbe approfittato del "crypto winter" per acquistare criptovalute ad un prezzo scontato per la sua piattaforma di trading istituzionale Bakkt.

L'amministratore delegato di ICE Jeffrey Sprecher ha dichiarato a Reuter: "È stato davvero utile che l'industria della criptovaluta sia entrata nel cosiddetto 'crypto winter' ". Il 2018 è stato un anno ribassista per le valute digitali: a metà novembre i mercati delle criptovalute hanno subito forti perdite a doppia cifra, portando il bitcoin (BTC) a meno di 5.600$.

Bakkt - il cui lancio era previsto per gennaio 2019 - ha poi subito dei ritardi nell'ottenimento dell'approvazione della Commodity Futures Trading Commission degli Stati Uniti. All'inizio di febbraio, Sprecher ha dichiarato di aspettarsi che Bakkt possa essere lanciata comunque nel 2019. Nella recente intervista con Reuters, ha dichiarato che ICE ha utilizzato il tempo aggiunto derivante dal ritardo per assumere nuovi talenti, anche attraverso acquisizioni:

"In realtà abbiamo esaminato un certo numero di aziende e acquisito una società all'inizio di questa settimana che non sarebbe stata disponibile se il mercato fosse stato più attivo".

Lunedì, Bakkt ha acquisito la società di servizi di custodia Digital Asset Custody Company. La società ha anche rivelato di aver presentato una richiesta al Dipartimento dei servizi finanziari di New York per operare come società fiduciaria, che consentirà all'azienda di diventare un custode qualificato per gli asset digitali.

Nei mesi precedenti, Bakkt ha avuto una serie di assunzioni importanti, come l'ex dirigente di PayPal e Google Mike Blandina, che si è unito alla società in qualità di chief product officier, l'esperto di sicurezza di IBM, Cisco ed Endgame Tom Noonan, nominato presidente del consiglio di amministrazione, e il veterano di Coinbase Adam White, ora COO di Bakkt.