Il CEO di Overstock ha investito "milioni di dollari" in una moneta sconosciuta, simile al Bitcoin

Patrick Byrne, CEO di Overstock, il primo grande rivenditore ad accettare Bitcoin (BTC) nel 2014, ha dichiarato di non essere "realmente interessato alle criptovalute in sé e per sé", ma venerdì 23 febbraio, in un'intervista con Business Insider, ha parlato di un progetto Blockchain poco conosciuto nel quale la sua azienda avrebbe investito "milioni di dollari".

Quando gli viene chiesto se è interessato a "tutto il mondo delle criptovalute" o "realmente interessato nella Blockchain [sic]", Byrne risponde premettendo che "sta svelando un segreto davvero grosso" quando dichiara che sia Overstock che lui stesso nutrono interesse verso un progetto Blockchain praticamente sconosciuto, Ravencoin, che è partito molto silenziosamente il 3 gennaio 2018.

Il singolo post sul blog del progetto Ravencoin, pubblicato l' 1 novembre 2017, si apre con una frase studiata per raggiungere l'interesse del tipico investitore amante di Games of Thrones:

"Nel fantastico mondo di Westeros, i corvi sono usati come messaggeri portatori di verità."

Il post prosegue descrivendo Ravencoin come "una blockchain progettata per gestire in modo efficiente una funzione specifica: il trasferimento di risorse da un partito ad un altro".

Ravencoin è stato menzionato per la prima volta su Bitcointalk.org in un post del 14 gennaio 2018 che descriveva come il suo lancio, risalente al 3 gennaio, contenesse "pochissime informazioni sul futuro del progetto", ma che "da allora, diversi membri della comunità hanno appreso che c'è un team di sviluppo attivo su questa moneta".

Byrne ha dichiarato a Business Insider che Overstock ha investito "milioni di dollari" in Ravencoin, affermando con sicurezza: "Pensiamo che questa moneta abbia davvero un bel futuro". Byrne quindi confronta Ravencoin con la criptovaluta leader del settore, Bitcoin, dicendo:

"È come Bitcoin, ma un migliaio di volte più efficiente."

Nella sua intervista, Byrne segue il white paper di quattro pagine del progetto nell'identificare il problema delle crescenti spese di mining di BTC e la sua centralizzazione intorno alla produzione di ASIC ed energia elettrica a basso costo. Byrnes afferma che Ravencoin risolve tale problema essendo "resistente agli ASIC" e "democratizzando il mining", descrivendo in seguito l'attuale concentrazione di mining a livello industriale in Cina:

"Chiunque può scaricare questo software, e non si hanno dei vantaggi se si possiede un magazzino di miner in Cina".

Un post di quattro giorni fa sul subreddit /r/cryptocurrency intitolato "Cosa ne pensate del Ravencoin?" evidenzia ulteriormente come il progetto sia relativamente sconosciuto.

"Questo coin è molto recente, ed implementa anche un nuovissimo algoritmo, X16R. È sorprendente come non sia mai stato menzionato in questo subreddit, anche se migliaia di miner hanno già cominciato a minarlo. Viene tenuto segreto per mantenere bassa la difficoltà di mining?"

Solo una persona ha risposto, nella stessa giornata: "Mai sentito prima".

Byrne ha anche dichiarato a Business Insider che, poiché Overstock è stata la prima grande azienda ad accettare BTC già nel 2014, va dato credito alla società di aver mantenuto rilevante il Bitcoin: "Mi piace pensare che abbiamo salvato questa comunità [Bitcoin] dopo circa 5 anni dalla sua nascita".

All'inizio di gennaio di quest'anno, un errore del sistema di pagamento di Overstock ha inavvertitamente permesso ai clienti di pagare con Bitcoin e Bitcoin Cash (BCH) in modo intercambiambile per circa tre settimane prima che l'errore venisse scoperto, fornendo così ai possessori di BCH uno sconto enorme e non intenzionale.