Gli Emirati Arabi Uniti pianificano di regolamentare ICO e settore fintech, riporta un portale d'informazione locale

Secondo quanto recentemente riportato dal portale d'informazione WAM, pare che gli Emirati Arabi Uniti abbiano approvato un disegno di legge per la regolamentazione delle Initial Coin Offering (ICO). I legislatori del paese pianificano inoltre l'implementazione di uno speciale sandbox normativo per promuovere lo sviluppo delle attività fintech.

"Il sandbox fungerà da ambiente per attrarre innovatori nel paese, così da poter testare prodotti, servizi, soluzioni e modelli di business in un contesto controllato", è possibile leggere all'interno di un resoconto pubblicato dalla Securities and Commodities Authority (SCA).

"Tale obiettivo può essere raggiunto adottando un approccio normativo rilassato per i partecipanti al sandbox, assicurando al tempo stesso l'implementazione di garanzie appropriate per i consumatori".

La proposta di regolamentazioni per le ICO ha ottenuto l'approvazione della SCA a luglio di quest'anno. WAM riporta che tale accordo diverrà presto una vera e propria legge, la quale verrà pubblicata sulla prossima Gazzetta Ufficiale degli Emirati Arabi Uniti.

"Il consiglio d'amministrazione della SCA ha approvato il piano di regolamentare le ICO e riconoscere tali strumenti come security", scrive WAM, sottolineando che:

"Il consiglio d'amministrazione, dopo aver esaminato uno studio sulle migliori pratiche adottate a livello internazionale, ha rilasciato una direttiva per la regolamentazione del trading di token digitali. Il piano sviluppato dalla SCA include una serie di meccanismi per il controllo di security e beni digitali".

Negli ultimi anni gli Emirati Arabi hanno portato avanti una politica d'integrazione del settore fintech, ponendo particolare enfasi sulla blockchain sia a livello statale che municipale.