Comunicati Stampa

Poker Finance (PokerFi) è un progetto che mira a rivoluzionare le transazioni nel mondo del poker, sia online che dal vivo. Poiché quasi l'intera industria del poker non fa uso di transazioni in crypto, PokerFi si prefigge lo scopo di coniugare il settore degli asset digitali a quello del poker.

PokerFi è un token BEP-20, basato sul network Binance Smart Chain. Lo smart contract ha un innovativo sistema di guadagno passivo in dollari proporzionale al numero di token che il wallet ha pagato. Puoi acquistare e conservare PokerFi nel tuo wallet e per ogni transazione effettuata ti verrà corrisposta una commissione del 6%, dove il 3% viene distribuito automaticamente ogni 12 ore a tutti gli indirizzi che possiedono almeno 35.000 monete.

Il progetto PokerFi si basa su tre pilastri:

  • Finanza decentralizzata migliorata. I detentori di PokerFi non hanno bisogno di mettere le loro monete in stake per guadagnare, in quanto questa funzione viene svolta automaticamente dallo smart contract semplicemente mantenendo le monete all'interno del wallet. Maggiore è il numero di transazioni svolte utilizzando la moneta, maggiore sarà il reddito passivo pagato dal contratto.
  • Meccanismo deflazionistico migliorato. I detentori di PokerFi che vogliono guadagnare solo dai dividendi non hanno bisogno di vendere le loro monete per realizzare un profitto. Riceveranno già i loro guadagni in dollari, pertanto prelevare i fondi ottenuti passivamente non ridurrà la quantità di monete in staking.
  • Poker. PokerFi è una utility coin, da utilizzare sulla sua piattaforma dedicata al poker. Viene adoperata per la registrazione ai tornei, per partecipare ai cash game e per gli acquisti sul marketplace e sul sito di NFT. Tutto ciò avviene su blockchain.

Il token PokerFi verrà utilizzato come mezzo di pagamento nelle transazioni durante le partite di poker, siano esse tornei o cash game. Quello del poker è un mondo da svariati miliardi di dollari l'anno: lavoreremo sodo per attirare parte di questo settore su PokerFi.

Come pianifica il progetto di raggiungere tale obiettivo?

Stiamo sviluppando la nostra piattaforma di poker online, la programmazione è quasi stata ultimata. Vi sarà un wallet per PokerFi, nonché un exchange per le transazioni peer-to-peer del token.

Il pagamento delle iscrizioni ai tornei e ai cash game avverrà in PokerFi ma la distribuzione del premio in Binance USD (BUSD), la stablecoin di Binance ancorata al valore del dollaro statunitense. Venderemo anche prodotti basati su PokerFi: il 10% di tutte le entrate generate tramite il raking, il marketplace e gli NFT saranno distribuite ai detentori del token e pagate in BUSD.

Perché gli appassionati di Poker dovrebbero giocare sulla piattaforma PokerFi?

Stiamo sviluppando una piattaforma con una buona giocabilità e la migliore offerta di rakeback. Poiché la maggior parte dei profitti dell'azienda deriverà dalle transazioni della valuta utilizzata come mezzo di pagamento, potremo offrire i migliori freeroll e dare utilità ai soldi dei crypto-investitori. Questi potranno usare le loro criptovalute per acquistare PokerFi e in questo modo giocare a poker sulla nostra piattaforma, che sarà collegata alla blockchain.

Renato Maia, CEO di PokerFi, ha dichiarato:

"Ho scoperto per la prima volta il poker dieci anni fa, durante un viaggio a Lima, in Perù. I miei amici stavano giocando nella loro stanza d'albergo, usando fiammiferi al posto delle fiche. Mi sono subito interessato al gioco e mi sono seduto al tavolo con loro.

Quando sono tornato nella mia città natale, mi sono subito fiondato a studiare il poker online. Ho scoperto PokerStars e alcune scuole gratuite, ho studiato il gioco per qualche giorno molto assiduamente. A quel tempo il poker nella mia città natale era una comunità molto piccola, ma ho scoperto che stavano già organizzando tornei freeroll in due dei principali club di poker.

Un lunedì sono andato al mio primo torneo dal vivo, e sono arrivato primo fra circa 60 iscritti. Il giorno successivo c'è stato un altro freeroll in un altro poker club: fra una settantina di iscritti, ho negoziato un heads-up.

Dopo questa esperienza mi sono concentrato ancor di più sui miei studi. Sono riuscito a farmi assumere da 4bet Poker Team, dove ho vinto un evento Low Scoop e ho ottenuto altri risultati. Quando il mio contratto con 4bet è terminato, mi sono dedicato a una carriera da solista e ormai da anni lavoro come istruttore. Attualmente sono partner e istruttore presso Action Team.

Sono un investitore in criptovalute dal 2016."

Questo è un comunicato stampa sponsorizzato Cointelegraph non sostiene, non è responsabile per e non si prendere carico di contenuti, esattezza, qualità, pubblicità, prodotti o altro materiale presente su questa pagina. I lettori sono tenuti ad effettuare le proprie ricerche prima di portare a termine qualsiasi azione relativa alla compagnia. Cointelegraph non può essere tenuto responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata da, connessa a o dipendente dall’utilizzo di qualunque contenuto, bene o servizio menzionato all’interno dei comunicati stampa.

Notizie correlate

Cointelegraph sbarca in Italia

Matteo Vena
2018-02-08T14:37:05+00:00
12964

Binance Launchpad gestirà la vendita di due nuovi token: BitTorrent e Fetch.AI

Alessio Marino
2019-01-03T13:55:00+00:00
841

Binance abilita l'acquisto di alcune criptovalute con carte di credito Visa e MasterCard

Alessio Marino
2019-01-31T12:00:00+00:00
707

Binance Labs annuncia il progetto Fellowship, finanzierà lo sviluppo di tre progetti open-source

Alessio Marino
2019-04-12T08:30:00+01:00

Bitfinex rimuove 87 coppie di trading per migliorare la liquidità

Felipe Erazo
2020-03-21T10:14:26+00:00

La realtà aumentata arriva sugli NFT con OVR

Cointelegraph Italia
2020-11-25T11:00:00+00:00

Seguici su Twitter