Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Litecoin, Cardano, Stellar, IOTA, TRON: Analisi dei prezzi, 27 luglio

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Quando un'asset class non scende molto in seguito a notizie negative, ma impenna grazie a buone notizie, significa che il trend generale è pressoché rialzista. All'ultimo rialzo del bitcoin sono state attribuite diverse ragioni, ma la più quotata è stata la possibilità dell'approvazione di un exchanged-traded fund (ETF) basato sul bitcoin entro le prossime settimane.

Tuttavia, negli ultimi tre giorni, la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha rinviato una proposta e ne ha respinta un'altra.

Anche se ci sono altre proposte di ETF in sospeso, il rifiuto di quella dei gemelli Winklevoss ha smorzato l'ottimismo dei mercati. La portata del declino che segue questa notizia ci darà un'idea migliore sul mercato, facendoci capire se il trend è positivo oppure se il pullback dai minimi era solo un'impennata in un mercato ribassista.

I sostenitori del bitcoin sono ottimisti sulle prospettive future della moneta. Mark Yusko, CEO e Chief Investment Officer di Morgan Creek Capital Management, ha un target di 25.000$ entro fine anno. Crede che l'impennata continuerà e che Bitcoin possa raggiungere 500.000$ entro la fine del 2024.

Allo stesso modo, Alexis Ohanian, co-fondatore della piattaforma di social media Reddit e della società VC Initialized Capital, ha riconfermato la sua previsione per la fine dell'anno, che vede Bitcoin a quota 20.000$ ed Ethereum a 1.500$.

Pur essendo ottimisti anche noi, siamo molto più prudenti nel nostro approccio. Ci piace fare un passo alla volta in modo da non lasciarci trasportare. Il nostro obiettivo è massimizzare i profitti dei lettori, con il minor rischio possibile.

BTC/USD

Quando viene superato un forte livello di resistenza, di solito si verifica un retest della soglia di breakout. Bitcoin ha completato un simile retest dei 7.750$. Questo livello, che prima era una forte resistenza, ora sarà un solido supporto.

BTC/USD

Un forte rimbalzo dal livello di supporto indica che gli acquirenti stavano aspettando un calo. I trader che attendevano livelli ancora più bassi, sono invece rimasti a bocca asciutta. Probabilmente, si butteranno comunque nella mischia più avanti, quando il prezzo sarà salito ancora.

Quindi, se i rialzisti riescono a superare gli 8.566,4$, le probabilità di un'impennata a 10.000$ aumentano, perché sarà alimentata dai trader che hanno perso il treno la volta scorsa e si sentono tagliati fuori.

Tuttavia, potrebbe non essere una salita improvisa, dato che la valuta digitale può trovare resistenza a 8.888$ e 9.375$. Se i rialzisti non riusciranno a superare quota 8.566$, è possibile riscuotere una parte dei profitti a 8.400$, mentre lo stop loss delle posizioni aperte a 6.650$ può essere alzato a 7.400$.

Le nostre vedute rialziste verranno invalidate se la coppia BTC/USD dovesse finire sotto 7.750$.

ETH/USD

Negli ultimi tre giorni, Ethereum non è riuscita a superare la SMA a 50 giorni. Attualmente sta avendo supporto sulla trendline.

ETH/USD

La coppia ETH/USD ha formato un piccolo triangolo simmetrico. Un breakout da questo pattern aumenterebbe le probabilità di superare i 500$. D'altro canto, se i ribassisti dovessero forzare un breakdown, la valuta virtuale potrebbe scivolare a 404$.

La trendline del triangolo simmetrico regge dal 12 luglio, quindi, ci aspettiamo un rimbalzo: consigliamo di mantenere le proprie posizioni con lo stop loss a 400$.

XRP/USD

Ripple si è consolidata tra 0,4242$ e 0,51978$ per più di un mese. Negli ultimi sei giorni, i prezzi si sono mantenuti nella parte bassa del range. Ciò dimostra che a questi livelli c'è una carenza di acquirenti.

XRP/USD

Se i rialzisti non forzeranno un rimbalzo sopra 0,47$ nei prossimi giorni, la coppia XRP/USD potrebbe scendere sotto 0,4242$. Un breakdown dal range sarà un segnale ribassista, che potrebbe risultare in una caduta a 0,33$.

Nella parte superiore del grafico, la soglia di 0,51978$ continuerà a fare da resistenza. Se i rialzisti spingeranno i prezzi più in alto consolidando la criptovaluta vicino al margine superiore del range, sarà un buon segnale di forza. Attenderemo un breakout dal range prima di proporre dei trade su questa coppia.

BCH/USD

Negli ultimi tre giorni, Bitcoin Cash non è riuscita a superare la linea di downtrend. Ciò aumenta le probabilità di un breakdown sotto l'EMA a 20 giorni, che attualmente è un supporto abbastanza solido.

BCH/USD

Più in basso troviamo un supporto minore a 745$, e sotto ancora la coppia BCH/USD potrebbe scivolare a quota 670$. La zona tra 838,9139$ - 934,2316$ continua invece ad essere una resistenza tenace.

Consigliamo di mantenere le proprie posizioni long con stop loss sotto i 650$. Decideremo se chiudere le posizioni o alzare lo stop loss tra un paio di giorni.

EOS/USD

EOS continua a restare all'interno del range 6,8926$ - 9,4456$. Non riusciremo ad individuare alcun trade vantaggioso fino a tanto che rimarrà nell'intervallo.

EOS/USD

Il primo segnale di un cambio di trend si avrà solo quando la coppia EOS/USD chiuderà al di sopra del range. Il target di una manovra del genere è 11,9986$, ma ci aspettiamo della resistenza a quota 11,64$.

Al contrario, se i ribassisti trascineranno la criptovaluta sotto i 6,8926$, la caduta può estendersi a 4,3396$, passando per il supporto minore a 5,1$. Riproponiamo quindi il trade dell'analisi precedente.

LTC/USD

Negli ultimi dieci giorni Litecoin si è consolidata in un range compreso tra 80$ e 91$, che si allarga a 74,074$ - 91,146$ se consideriamo l'ultimo mese.

LTC/USD

Se i realzisti supereranno quota 91,146$, la coppia LTC/USD schizzerà verso i 107$, dove dovrà affrontare l'ardua resistenza fornita dalla linea di downtrend a lungo termine.

La criptovaluta diventerà negativa nel caso in cui i rialzisti riescano a forzare un breakdown sotto 74,074$. Attenderemo un breakout dal range prima di considerare dei trade. Più a lungo i prezzi rimarranno all'interno del range, più forte sarà l'eventuale breakout.

ADA/USD

Cardano fa fatica a superare la resistenza a 0,181617$. Ha formato un piccolo pattern a triangolo discendente, che verrà completato da una chiusura sotto 0,153807$. Il target di questo pattern ribassista è 0,109567$, che è vicino ai minimi del 29 giugno. Quindi, consigliamo di alzare gli stop sulle proprie posizioni long a 0,14$.

ADA/USD

La coppia ADA/USD diventerà positiva se supererà la linea di downtrend, spostandosi sopra quota 0,181617$. Il nostro primo target è a 0,23$.

È possibile che la valuta virtuale estenda la sua fase di consolidamento tra 0,15307$ and 0,181617$. Tuttavia, a causa della formazione di un pattern ribassista, abbiamo deciso di ridurre i rischi alzando lo stop loss.

XLM/USD

Anche se ci aspettavamo un'impennata a 0,38$, il 25 luglio Stellar è riuscita a toccare solamente quota 0,36$.

XLM/USD

Il calo partito una volta raggiunta tale soglia si è fermato in prossimità della linea di uptrend, il che è un segnale positivo. Probabilmente i rialzisti proveranno di nuovo a superare quota 0,36$. Se ci riusciranno, la coppia XLM/USD salirà a 0,38$. Gli investitori possono riscuotere parte dei profitti tra 0,36$ e 0,38$.

Le nostre vedute rialziste verranno invalidate se i ribassisti riusciranno ad affossare la criptovaluta al di sotto della linea di uptrend e dell'EMA a 20 giorni. Gli investitori possono alzare lo stop loss delle proprie posizioni long ad un livello poco inferiore all'EMA a 20 giorni.

IOTA/USD

I rialzisti stanno perdendo forza, e IOTA sta registrando massimi sempre più bassi dopo ogni pullback dal supporto critico di 0,9150$.

IOTA/USD

Durante l'attuale tentativo di recupero, i rialzisti non sono riusciti ad assicurarsi una chiusura sopra l'EMA a 20 giorni. Ciò ha portato alla formazione di un triangolo discendente, che si concluderà con una chiusura sotto 0,9150$. Il calo che ne risulterà potrà estendersi fino a 0,5175$ con supporto intermittente a 0,666$. Pertanto, consigliamo uno stop loss di 0,8850$ sulle posizioni long esistenti.

La coppia IOTA/USD mostrerà i primi segni di recupero mantenendosi al di sopra della linea di downtrend, e guadagnerà slancio solo superando quota 1,33$.

TRX/USD

Attualmente Tron sta affrontando una dura resistenza ai livelli della SMA a 50 giorni e della linea di downtrend. Si trova all'interno di un range sempre più ristretto, compreso tra la linea di downtrend e 0,031$.

TRX/USD

È probabile che assisteremo presto ad un breakout o ad un breakdown da tale intervallo. In caso di breakout, potrebbe verificarsi un'impennata a 0,056$, con lievi resistenze a 0,044$ e 0,052$.

Scendendo sotto i minimi del 12 luglio, la coppia TRX/USD potrebbe invece finire a 0,0228$. Attenderemo una nuova configurazione d'acquisto prima di consigliare dei trade.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.