Bitcoin sotto quota 10.000$, dominance al livello più basso da 6 settimane

Bitcoin (BTC) continua a perdere quota: un'altra improvvisa ondata di volatilità ha trascinato la criptovaluta più famosa al mondo sotto la soglia dei 10.000$.

Market visualization

Grafico fornito da: Coin360

Ritorno alle quattro cifre

I dati di Coin360 mostrano che la coppia BTC/USD si è stabilizzata appena sotto i 9.900$, dopo aver perso 500$ nel giro di pochi minuti.

Si tratta di un andamento che abbiamo visto già parecchie volte negli ultimi mesi: lunghi periodi di quiete frastornati da improvvisi rialzi o ribassi.

Come riportato da Cointelegraph, i fattori ritenuti responsabili di tale volatilità sono diversi, uno tra tutti le attività di margin trading sugli exchange principali.

Bitcoin seven-day price chart

Movimenti settimanali di Bitcoin. Fonte: Coin360

Ora, gli analisti sono comunque preoccupati che la mancata inversione delle ultime perdite possa innescare un calo ancora più profondo. Nel suo ultimo post su Twitter, il trader e collaboratore di Cointelegraph Crypto Michaël si è dichiarato ottimista del fatto che Bitcoin fosse tornato nel range dei 9.000$ nel breve periodo. Quest'area costituisce la media mobile esponenziale (EMA) a 21 settimane.

"Sapendo che l'EMA-21 si trova sotto di noi, intono a 9.200$ - 9.300$, mi aspetto ancora un suo test", ha scritto, aggiungendo:

"Anche il calo relativamente lieve delle altcoin è un fattore positivo, dato che solitamente hanno una performance migliore di quella di $BTC quando il mercato comincia a mostrare difficoltà."

E le altcoin hanno in effetti registrato un'ottima performance negli ultimi giorni, con rialzi che in alcuni casi sono arrivati al 20%. Gran parte di esse, tuttavia, ha perso tutto (o quasi) il terreno guadagnato con il crollo di oggi.

“Nonostante il calo di Bitcoin, la maggior parte delle coppie alt/$BTC sembrano ancora buone. Incoraggiante", ha aggiunto il trader di Texas West Capital Scott Melker.

Giovedì, l'analista PlanB ha riprodotto un grafico del prezzo di Bitcoin rapportato alla difficoltà della rete, dal quale si evince che la moneta potrebbe trovarsi all'inizio di un'ampia fase rialzista.

Retrofront delle altcoin

Le perdite tra le prime venti criptovalute per capitalizzazione di mercato sono state quasi universali, seppur notevolmente peggiori della performance di Bitcoin.

La maggior parte dei token ha perso il 3% e il 5%. XRP ha arrestato la scalata degli ultimi giorni, che aveva condotto la moneta sopra i 0,30$.

Ether (ETH), l'altcoin principale del mercato, è rimasta sopra il supporto dei 200$, con una perdita dell'1,9%. Come riportato da Cointelegraph, il team di sviluppo sta lavorando per migliorare la capacità del network del 25%, in vista della domanda nata dagli utenti della stablecoin  Tether (USDT).

Ether seven-day price chart

Movimenti settimanali di Ethereum. Fonte: Coin360

Intanto, Stellar (XLM) sorprende tutti con un impressionate +12,2%, a pochi giorni dall'annuncio di un airdrop da 120 milioni di dollari da parte degli sviluppatori.

La capitalizzazione complessiva del mercato si aggira sui 263 miliardi di dollari, mentre la dominance di Bitcoin scende al 67,4%.

RIMANI SEMPRE AGGIORNATO SUI PRINCIPALI MERCATI DELLE CRIPTOVALUTE CON GLI INDICI DI COINTELEGRAPH