Bitcoin sugli ATM tradizionali, il programma di una startup canadese

L'exchange canadese Coinsquare ha acquisito un software che consente agli ATM tradizionali di vendere criptovalute come Bitcoin (BTC). Lo rivela un comunicato stampa del 3 luglio.

Coinsquare ha annunciato un investimento in Just Cash, una startup fintech con sede negli Stati Uniti che ha sviluppato un software che consente agli utenti di acquistare criptovalute direttamente tramite le tradizionali macchine ATM, senza la necessità di hardware aggiuntivo o applicazioni mobile.

In seguito all'investimento, sufficiente a garantire all'exchange il controllo della startup, il team di Just Cash entrerà a far parte di Coinsquare e opererà sotto il marchio Coinsquare.

L'amministratore delegato dell'exchange Cole Diamond ha affermato che la nuova iniziativa riflette la missione dell'azienda di portare l'adozione mainstream nell'industria delle criptovalute. Secondo Diamond, permettere di acquistare valute virtuali tramite gli ATM tradizionali consentirà alle criptovalute di "raggiungere finalmente le masse".

Anche se il comunicato stampa non specifica il numero di ATM che Coinsquare intende aggiornare, Damond osserva:

"Utilizzando i milioni di ATM esistenti in tutto il mondo, possiamo ora colmare il divario e offrire ai nuovi utenti l'esperienza più semplice e familiare per acquistare criptovalute. Bitcoin è nuovo e sconosciuto a molti, ma gli sportelli automatici non lo sono."

Qualche mese fa, è emerso che la città canadese di Vancouver sta considerando la messa al bando degli ATM specializzati nella vendita di Bitcoin (BTM) a causa di questioni relative al riciclaggio di denaro.

Come segnalato da Cointelegraph a giugno, il numero totale dei BTM esistenti ha superato le 5.000 unità.