Cofondatore di Circle: espanderemo l'exchange Poloniex anche in Asia

Come riportato oggi 15 marzo da Bloomberg, la società di servizi di pagamenti Circle ha annunciato di voler assumere fino a 100 dipendenti per espandere anche in Asia l'exchange Poloniex, acquisito recentemente dalla compagnia.

In un'intervista ad Hong Kong, il cofondatore e CEO di Circle Jeremy Allaire ha dichiarato che il personale servirà per offrire servizi in Corea del Sud, Giappone, Cina e Hong Kong.

Secondo Allaire, la società, che ha raccolto 140 milioni di dollari in capitale di rischio da importanti investitori, tra cui Goldman Sachs, Baidu e la China International Capital Corp. , sta cercando di diversificare la propria offerta.

 

"In futuro ogni forma di valore sul pianeta diventerà un token di criptovaluta", ha affermato Allaire, riferendosi alla continua proliferazione di token e criptovalute basate su Blockchain.

 

Allaire ha anche chiarito che Circle sta cercando di conformarsi alle regolamentazioni a livello locale:

"Vogliamo offrire più mercati, più asset, vogliamo localizzare l'exchange e lanciarlo in più mercati internazionali ed è quindi necessario lavorare con i più importanti enti regolatori".

 

Secondo Bloomberg, la compagnia statunitense non prevede ulteriori raccolte fondi durante quest'anno.

Fondata ad ottobre del 2013, Circle offre diversi prodotti, come le app di pagamento per smartphone Circle Pay e Circle Trade, che secondo quanto riferito effettuano ogni mese transazioni di criptovalute per oltre 2 miliardi di dollari. Il 13 marzo, la società ha annunciato il lancio della sua piattaforma di investimenti Circle Invest, che è attualmente disponibile per i cittadini statunitensi in 46 stati.