Il fondo d'investimento in criptovalute Adaptive Capital ha annunciato l'interruzione di tutte le operazioni dopo le gravi perdite subite in data 13 marzo, quando il crollo dei mercati delle criptovalute ha fatto scivolare il prezzo di Bitcoin (BTC) a 3.775$. L'azienda ha inviato una lettera agli investitori annunciando la chiusura del fondo e il rimborso di tutti gli asset rimanenti.

Dal 3 ottobre 2018 al 3 maggio 2019, Adaptive Capital aveva ottenuto un guadagno di oltre il 550%. Tuttavia, a causa di un "problema infrastrutturale" con una specifica piattaforma di trading, questo mese la compagnia è comunque andata in perdita.

All'interno della lettera non viene menzionato il nome di tale piattaforma, ma è probabile che si tratti di BitMex, che durante il recente crollo dei mercati è rimasta inattiva per quasi un'ora. Questo ha impedito ai suoi clienti di rispondere in maniera efficace ai ribassi.

Su Twitter, BitMex ha spiegato che la piattaforma era divenuta temporaneamente inutilizzabile a causa di un attacco DDoS:

"Abbiamo identificato la causa principale: due attacchi DDoS, avvenuti alle 2:16 UTC e 12:56 UTC del 13 marzo 2020."

Adaptive Capital non ha identificato i segnali ribassisti?

Quando Bitcoin ha perso il proprio supporto a 10.500$, il grafico della criptovaluta ha iniziato a mostrare segnali ribassisti. Il trend positivo era poi stato del tutto infranto il 26 febbraio, quando il prezzo non era riuscito a tornare sopra i 9.200$. Questo ha completato il pattern head and shoulders ribassista che ha applicato una forte pressione di vendita su Bitcoin.

BTC USD, grafico giornaliero. Fonte: TradingView

Nessuno si sarebbe tuttavia aspettato un tale bagno di sangue: il prezzo di Bitcoin si è rapidamente ridotto del 50%, toccando un minimo di 3.775$, un valore che non veniva registrato dall'aprile dello scorso anno.

Come molti investitori istituzionali, è probabile che Adaptive Capital puntasse sui movimenti a lungo termine di Bitcoin. Lo dimostra un vecchio messaggio su Twitter da parte di Murad Mahmudov, ex analista di Goldman Sachs e Chief Investment Officer di Adaptive Capital:

"A prima vista potrebbe sembrare un debole chop per la prossima settimana o giù di lì, ma il mio intuito mi dice che attorno a questi livelli sta avvenendo un accumulo costante. Non provate a rischiare col breve termine, allargate l'immagine e pensate in grande. A mio parere, BTC arriverà a 100.000$."

Un altro fondo d'investimento tira le cuoia

In un resoconto pubblicato a maggio dello scorso anno, PwC ha stimato che nel 2018 erano attivi circa 150 fondi d'investimento in criptovalute, i quali gestivano complessivamente asset per un valore di oltre un miliardo di dollari. Tuttavia, a causa delle prestazioni negative ottenute da molte di queste aziende, nel 2019 il numero di nuovi fondi d'investimento è notevolmente diminuito rispetto all'anno precedente.

Uno studio condotto pubblicato a dicembre 2018 da Crypto Fund Research indica che al tempo quasi 70 fondi d'investimento in criptovalute avevano già chiuso i battenti.

La SEC continua a negare gli ETF basati su criptovalute

Nel frattempo, la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti continua a impedire la creazione di Exchange Traded Funds (ETF) basati su criptovalute, per paura che il mercato di Bitcoin possa essere troppo incline a manipolazione. Più recentemente, la SEC ha respinto il progetto ETF presentato da Wilshire Phoenix.

L'epidemia di coronavirus continua a diffondersi in tutto il mondo, ed è pertanto difficile prevedere come i fondi d'investimento e gli altri operatori del mercato delle criptovalute reagiranno a tali eventi.

Comunque sia, nonostante l'azienda abbia dovuto interrompere le operazioni, il team di Adaptive Capital rimane ottimista. Questa settimana lo statistico Willy Woo, collaboratore di Adaptive Capital, ha commentato su Twitter:

"Dump e poi moon! Attualmente stiamo affrontando una fuga verso la sicurezza, BTC è diretto verso il suo bottom.

Ma sappiate che, una volta toccato il bottom, arriveranno forti pressioni rialziste. L'ambiente economico dei prossimi anni è esattamente quello per cui Bitcoin è stato creato."