Ulteriori ribassi per i mercati delle criptovalute, nuovi minimi annuali per Ethereum

Ulteriori contrazioni per i mercati delle criptovalute: Bitcoin (BTC) in calo del 2,5%, mentre Ethereum (ETH) ha raggiunto i valori più bassi mai registrati sin da maggio dello scorso anno.

I dati raccolti dall'Indice dei Prezzi di Cointelegraph e da Coin360 confermano l'andamento fortemente ribassista del mercato: al momento le prime venti criptovalute, ad eccezione del Dogecoin (DOGE), sono in rosso.

Market visualization from Coin360

Grafico offerto da Coin360

La scorsa settimana il Bitcoin aveva quasi raggiunto quota 7.400$, prima che i prezzi crollassero in seguito alla notizia che Goldman Sachs avesse intenzione di sospendere l'apertura del proprio trading desk per criptovalute. Tali voci sono state prontamente negate da Martin Chavez, CFO della compagnia.

Continua inoltre la pressione normativa sul settore: la scorsa settimana, la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha ordinato la sospensione per dieci giorni di due Exchange-Traded Note (ETN) per monete digitali.

La combinazione di tali avvenimenti ha fatto crollare il valore della coppia BTC/USD fino al supporto a 6.251$: se tale livello non dovesse reggere, i prezzi potrebbero scivolare sotto la barriera psicologica dei 6.000$.

Bitcoin’s 7-day price chart

Grafico settimanale del Bitcoin. Fonte: Bitcoin Price Index di Cointelegraph.

Per quanto riguarda Ethereum, lo scenario appare addirittura più sconfortante. I recenti commenti rilasciati dal cofondatore della rete Vitalik Buterin riguardo al ridotto potenziale di crescita dell'industria sembrano aver inasprito il declino di ETH.

Buterin ha tuttavia negato di essere pessimista riguardo al futuro delle criptovalute, affermando che i portali d'informazione hanno erroneamente interpretato le sue parole.

ETH sta cavalcando una corrente ribassista ormai da svariati mesi, tanto che a luglio la società di ricerca Tetras Capital ha messo in guardia gli investitori riguardo al periodo di recesso che avrebbe seguito l'intensa crescita registrata lo scorso anno dalla moneta.

Al momento della stesura di questo articolo, la coppia ETH/USD viene scambiata per circa 172$, in calo di quasi l'11% rispetto alla giornata di ieri. 

Grafico dei prezzi di Ethereum. Fonte: Ethereum Price Index di Cointelegraph

Per quanto riguarda le altre principali criptovalute, anche Dash (DASH), Litecoin (LTC) e Bitcoin Cash (BCH) hanno registrato perdite simili a quelle di ETH, attorno all'11%. Prestazioni addirittura peggiori per Cardano (ADA), in calo del 14%.

Il crollo generale delle altcoin ha conseguentemente incrementato la dominance del Bitcoin, che ha ora raggiunto un massimo mensile del 58%. Un tale dominio del mercato da parte del BTC non veniva registrato da dicembre dello scorso anno, quando il prezzo della moneta aveva raggiunto quota 20.000$.