Un produttore di auto di lusso elettriche comincia ad accettare Bitcoin come pagamento

Karma Automotive, un produttore di auto elettriche di lusso con sede in California, ha iniziato ad accettare le criptovalute come mezzo di pagamento in uno dei suoi negozi a Newport Beach.

Secondo un comunicato stampa del 15 ottobre, l'azienda permetterà ora ai clienti di pagare in Bitcoin (BTC) per l'acquisto di nuovi veicoli e servizi correlati. Il CEO di Karma Lance Zhou ha dichiarato:

"Stiamo aprendo la nostra piattaforma per fare da banco di prova e aiutare a convertire le applicazioni teoriche della blockchain in usi pratici. Il negozio di punta di Karma ci aiuterà a sperimentare la tecnologia emergente accettando Bitcoin."

Il gruppo cinese Wanxiang ha acquistato gli asset Karma da Fisker Automotive nel 2014 per, la somma di 149,2 milioni di dollari. Nel 2016, la società ha iniziato a costruire il suo veicolo di punta Revero, il cui nuovo modello viene venduto ad oltre 135.000$. Secondo l'azienda, l'auto può percorrere quasi 70 km prima di aver bisogno di una ricarica.

Crypto e beni di lusso

Le criptovalute sono sempre più comuni nel settore dei beni di lusso, soprattutto come metodo di pagamento. A settembre 2018, il marchio di orologi di lusso svizzero Hublot ha lanciato il suo orologio "Big Bang Blockchain" che poteva essere acquistato esclusivamente con Bitcoin.

Un altro esempio sono gli orologi di fascia alta di Franck Muller, che integrano dei wallet di criptovalute. Il loro prezzo varia dai 9.800$ ai 50.600$.

Tecnologia blockchain nell'industria automobilistica

Diverse case automobilistiche in tutto il mondo hanno già sperimentato la tecnologia blockchain alla base delle criptovalue: la Ford Motor Company sta valutando l'impiego della blockchain e del geofencing per tracciare con precisione il numero di "miglia verdi" guidate dai suoi veicoli ad alta efficienza energetica. BMW, General Motors, Ford, Renault e Honda hanno iniziato a testare un sistema di identificazione e pagamento blockchain negli Stati Uniti.

A settembre, il produttore di automobili indiano Tata Motors ha annunciato di voler applicare delle soluzioni blockchain in vari aspetti dell'industria automobilistica, tra cui il mercato dei parcheggi, gli algoritmi di previsione della domanda e il monitoraggio in tempo reale della qualità del carburante.