Sirin Labs rilascerà uno smartphone basato su blockchain a novembre

Lo sviluppatore svizzero di smartphone Sirin Labs rilascerà un cellulare basato su tecnologia blockchain a novembre.

A dicembre del 2017, Sirin Labs ha raccolto 157,8 mln di dollari durante l'Inital Coin Offering (ICO) per il progetto, di cui 110 mln solo nelle prime 24 ore.

Nel 2016, Sirin Labs aveva rilasciato uno smartphone particolarmente orientato alla privacy, che costava circa 16.000$. Secondo quanto riferito da Sirin a Cointelegraph, il nuovo cellulare blockchain, chiamato Finney, avrà un prezzo di 1.000$.

Basato sul SIRIN OS (costruito sul sistema android), Finney includerà un cold wallet di criptovalute, un servizio di conversione di token e un app store per applicazioni decentralizzate (DApp). Il dispositivo verrà prodotto in Taiwan dal Foxconn Technology group, uno dei principali costruttori dei prodotti AppleGoogle, Cisco, Huawei, e Amazon.

Secondo Nimrod May, CMO di Sirin labs, Finney sarà dotato di una suite di cybersecurity multi-layer che impedirà agli utenti di "per esempio, connettersi a network fraudolenti."

May ha dichiarato a Cointelegraph che la compagnia intende aprire i propri negozi in tutto il mondo, cominciando da Giappone, Stati Uniti e Regno Unito. Ci ha inoltre riferito che Sirin Labs ha intenzione di realizzare un personal computer basato anch'esso su tecnologia blockchain, che "costerà anche meno dello smartphone".

Come segnalato ad aprile, Sirin Labs spera di concedere in licenza la sua tecnologia ad altri produttori di cellulari. Secondo fonti non confermate, la compagnia cinese Huawei sarebbe interessata ad una licenza per il sistema operativo open-source SIRIN OS in modo da sviluppare il proprio smartphone blockchain capace di supportare le DApps.

Questa settimana, il web browser Opera ha annunciato una versione beta per android che integrerà un wallet di criptovalute.