Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash, Ripple, Stellar, Litecoin, Cardano, NEO, EOS: Analisi dei prezzi, 28 Marzo

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre la propria ricerca prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC..

Sulla scia degli enti regolatori di tutto il mondo, anche i giganti della tecnologia come  FacebookGoogle e Twitter stanno prendendo provvedimenti contro le Initial Coin Offering (ICO) e le criptovalute, in termini di pubblicità.

Che ciò possa intaccare la popolarità delle valute digitali? No.

Potrebbe comunque causare un calo dei prezzi nel breve periodo? Ovvio.

La popolarità delle criptovalute deriva dalla tecnologia alla loro base, non dalle pubblicità. Inoltre, Bitcoin ed altcoin hanno affrontato problemi molto più seri in passato e sono sempre riemersi più forti di prima. Questa volta non sarà diverso.

Consideriamo questi cali un'opportunità per ottenere un "pezzo del futuro" ad un prezzo scontato. Vediamo le migliori opportunità di oggi.

BTC/USD

Avevamo piazzato lo stop loss per Bitcoin a 7.600$, tuttavia non è stato mai raggiunto. Attualmente, c'è una guerra tra rialzisti e ribassisti a soglia 8.000$.

BTC/USD

Il trend è ribassista, dato che i prezzi registrati si trovano sotto entrambe le medie mobili. L'EMA a 20 giorni sta scendendo, ed è uno degli indicatori chiave delle variazioni di prezzo nel breve periodo. Se la coppia BTC/USD dovese finire al di sotto del minimo del 18 marzo di 7.715$, si indebolirebbe ancora di più, causando ulteriori vendite.

D'altro canto, se i rialzisti dovessero spingere il prezzo sopra i livelli correnti, si potrebbe sviluppare un intervallo di prezzi. L'SMA a 50 giorni si sta appiattendo, segnale di una possibile azione range bound nei prossimi giorni.

I supporti da tenere d'occhio in caso di cali si trovano a 7.850$, 7.285$ e 6.075$. Le principali resistenze sono invece a 8.912$ (l'EMA a 20 giorni) e 9.412$ (il massimo infragiornaliero del 21 marzo).

Nonostante il rischio sia elevato, suggeriamo di mantenere le posizioni long con lo stop loss prestabilito.

ETH/USD

Il grafico dell'Indice di Forza Relativa (RSI) di Ethereum non si trovava in un territorio così profondamente oversold dal dicembre del 2016. Conviene quindi assumere delle posizioni long?

No. Durante un downtrend, l'RSI può rimanere in territorio oversold per diverso tempo. Tuttavia, i trader dovrebbero stare attenti ad una possibile inversione dell'azione dei prezzi, dato che le vendite sono state eccessive.

ETH/USD

Il 27 marzo, la coppia ETH/USD è scivolata al di sotto del minimo di 452,32$ del 18 marzo. Idealmente, le vendite dovrebbero intensificarsi e la criptovaluta potrebbe finire sul prossimo supporto di 385$.

Un eventuale rifiuto di livelli inferiori da parte dei mercati con conseguente risalita dei prezzi indicherebbe la formazione di un bottom. Una volta che i prezzi saliranno sopra i 600$, si formerà un pattern a doppio bottom. Quindi, suggeriamo di aspettare che Ethereum mostri segnali di forza.

BCH/USD

Bitcoin Cash ha ritestato il minimo di 884,79$ del 18 marzo, come previsto nella nostra analisi precedente. Il prossimo supporto è il minimo del 6 febbraio, 778,2021$. Se anche questo dovesse venire perforato, la caduta potrebbe estendersi fino ai 600$.

BCH/USD

Eventuali pullback incontreranno vendite vicino all'EMA a 20 giorni, che in precedenti occasioni si è dimostrata una resistenza importante.

L'appiattimento della SMA a 50 giorni potrebbe indicare un'azione range bound, ma suggeriamo di puntare sulla coppia BCH/USD solo dopo la conferma della formazione di un bottom. Crediamo che il livello dei 1.200$ sia un buon punto per adottare posizioni long.

XRP/USD

Ripple è riuscita ad aggrapparsi al supporto critico di 0,56270$ per un pelo. I prezzi attuali sono ben lontani dai quelli di acquisto da noi consigliati di 0,71$. Il nostro stop loss è a 0,52$ e il 27 marzo la criptovaluta ha toccato un minimo di 0,55703$.

XRP/USD

Se i ribassisti dovessero riuscire a mantenere la criptovaluta sotto soglia $0.56720, è possibile che si verifichi un rapido crollo a 0,22$, dato che non c'è  alcun supporto importante intermedio.

Se il prezzo dovesse superare gli 0,72$, la coppia XRP/USD potrebbe andare incontro ad un'azione di trading range bound.

XLM/USD

Stellar è riuscita a mantenersi sopra la soglia di chiusura del 17 marzo, $0.20263635. Anche se questo dimostra una scarsità di vendite ai livelli correnti, non sono ancora stati registrati acquisti stabili.

XLM/USD

Se dovesse chiudere sopra 0,27$, potremmo assistere ad un'inversione di trend per la coppia XLM/USD. Fino ad allora, i prezzi dovrebbero rimanere all'interno di un intervallo ristretto.

Un'eventuale rottura dei livelli a 0,2$ sarebbe indice di sviluppi ribassisti, che potrebbero inabissare la criptovaluta a quota 0,1$. Quindi, non suggeriamo di adottare posizioni long.

LTC/USD

Le posizioni long di Litecoin raccomandate a 165$ si sono chiuse quando è stato raggiunto lo stop loss di 142$ il 27 marzo.

LTC/USD

Ora, la coppia LTC/USD ha trovato supporto alla trendline del triangolo simmetrico, a 128$. Se dovesse reggere, potrebbe verificarsi un tentativo rialzista di pullback fino a quota 187$. Invece, perforando il supporto la criptovaluta potrebbe scivolare al minimo del 2 febbraio, 107,102$.

L'SMA a 50 giorni si è appiattita, il che è un segnale di un'azione di trading range bound. Avremo vedute rialziste solo se il prezzo riuscirà a superare l'EMA a 20 giorni e la linea di downtrend.

ADA/BTC

Ci aspettiamo che Cardano rimanga nell'intervallo 0.00001690 - 0.00002460 per qualche giorno.

ADA/BTC

Non è molto probabile che la coppia ADA/BTC esca da questa zona di supporto.

Tuttavia, se dovesse superare quota 0.00002460, potrebbe avere inizio un nuovo trend rialzista. Se dovesse succedere, raccomandiamo di adottare posizioni long. Lo sviluppo di una divergenza positiva sul grafico dell'RSI è segnale di una risalita imminente.

NEO/USD

Nonostante i ribassisti abbiano spinto NEO al di sotto del pattern a triangolo discendente, i rialzisti stanno provando a difendere il minimo del 18 marzo di 49,04$.

NEO/USD

Se la coppia NEO/USD dovesse scendere al di sotto dei 49,04$, diventerebbe negativa, e potrebbe scivolare intorno ai 31,15$.

Un primo segnale di forza si avrà se i rialzisti riusciranno a spingere (e a mantenere) la criptovaluta sopra quota 65$.

EOS/USD

EOS è stata la più forte tra le principali criptovalute. Viene scambiata ben al di sopra del minimo del 18 marzo, ed è vicina all'EMA a 20 giorni.

EOS/USD

Se dovesse uscire dal canale discendente e superare l'SMA a 50 giorni, potrebbe partire un trend rialzista. Quindi, raccomandiamo di adottare posizioni long sulla coppia EOS/USD a 7,5$. Lo stop loss può essere mantenuto a 5$, e il target price a 11$.

Le nostre vedute rialziste saranno invalidate se il prezzo dovesse scendere e mantenersi al di sotto dei 5$.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.