Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Stellar, Litecoin, Bitcoin SV, TRON, Cardano: Analisi dei prezzi, 2 gennaio

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Il nuovo anno è iniziato con un tono prudente. L'investitore di venture capital Fred Wilson crede che quest'anno i mercati delle criptovalute mostreranno alcuni "segni di vita", ma non ritiene che il 2019 possa essere considerato un "luogo sicuro". Il Wall Street Journal (WSJ) ritiene che i nuovi investitori si butteranno nella classe di asset dopo il lancio di Bakkt.

La piattaforma, creata dall'operatore della Borsa di New York (NYSE), ha chiuso un round di finanziamento da 182,5 milioni di dollari. La data di lancio dovrebbe essere annunciata nel primo trimestre del 2019. Probabilmente, durante il lancio del trading di future su Bakkt. l'andamento del Bitcoin sarà volatile.

Il mercato ribassista del 2018 non ha risparmiato nessuna criptovaluta. Nell'ultimo anno, sono sparite dal mercato circa 1.000 altcoin. Sebbene durante il 2018 i media abbiano proclamato la morte del Bitcoin circa 90 volte, la criptovaluta più famosa al mondo è riuscita a sopravvivere e sta di nuovo provando a recuperare. Lo sviluppatore Jimmy Song crede che il Bitcoin continuerà a rimanere un passo avanti rispetto alle altcoin grazie alla sua natura decentralizzata.

Diamo un'occhiata ai grafici e vediamo quali sono le monete più attive nei primi giorni del nuovo anno.

BTC/USD

Il Bitcoin rimane fermo in un intervallo compreso tra 3.912,91$ e 3.598,99$ dal 26 dicembre. Con un breakout da questo range, i rialzisti potrebbero di nuovo provare ad abbattere il muro dei 4.255$. Se dovessero riuscirci, verrebbe completato un pattern testa e spalle inverso, che ha un target di 5.500$. Una volta superato questo livello, si può arrivare fino a 5.900$. I trader a breve termine possono comprare in caso di chiusura (fuso orario UTC) sopra 4.255$, con stop loss a 3.550$.

BTC/USD

Il fatto che la SMA a 50 giorni sia in calo indica che anche il trend a lungo termine è ribassista. L'andamento dell'EMA a 20 giorni e l'RSI in zona 50 ci suggeriscono invece che il trend a breve termine è piatto. Se scivolasse sotto i 3.598,99$, la coppia BTC/USD diventerebbe debole, e sotto 3236,09$ ripartirebbe il downtrend.

ETH/USD

Ethereum sta provando a superare quota 167,32$. Se dovesse farcela, potrebbe arrivare fino a 225$. Le medie mobili hanno completato un crossover rialzista e l'RSI è in territorio positivo, il che è un segnale rialzista.

ETH/USD

Se i ribassisti difendono 167,32$, la coppia ETH/USD può scendere a 136,12$, per poi finire a livello delle medie mobili. Crediamo che ci sarà un forte supporto in questa zona.

Tuttavia, un eventuale breakdown potrebbe la valuta virtuale a quota 100$ e poi a 83$. I trader possono attendere un calo ai livelli di supporto prima di comprare.
 

XRP/USD

Negli ultimi sette giorni, Ripple si è trovata in prossimità della SMA a 50 giorni. Un breakout da tale resistenza potrebbe causare un passaggio a quota 0,40$. Da qui, un ulteriore breakout completerebbe un pattern testa e spalle inverso che ha un target 0,52205$, con un piccolo ostacolo a livello della linea di resistenza del canale discendente.

XRP/USD

Pertanto, i trader a breve termine possono comprare (fuso orario UTC) sopra 0,40$ con uno stop loss appena sotto 0,32$.

Se, contrariamente alle nostre aspettative, la coppia XRP/USD comincerà a scendere una volta raggiunta la prossima resistenza, troverà supporto a 0,33108$ e 0,28600$. Il downtrend riprenderà sotto quota 0,24508$.

BCH/USD

Bitcoin Cash ha quasi raggiunto il margine superiore del canale discendente. La SMA a 50 giorni si trova appena sopra il canale. Quindi, prevediamo una forte resistenza a questo livello.

BCH/USD

Se i rialzisti riusciranno a superare le prossime resistenze, la coppia BCH/USD potrebbe riprendersi, raggiungendo 307,01$ e 355$. Pertanto, i trader a breve termine possono aspettare una chiusura (fuso orario UTC) sopra la SMA a 50 giorni per comprare.

Se invece la valuta digitale dovesse fare marcia indietro una volta raggiunta la SMA a 50 giorni, potrebbe scendere a quota 100$. Da qui, un eventuale breakout potrebbe portarla a 73,50$.
 

EOS/USD

Sebbene i rialzisti abbiano mantenuto EOS sopra l'EMA a 20 giorni, non sono stati in grado di spingerla più in alto. Le prossime resistenze si trovano a livello della SMA a 50 giorni e della soglia dei 3,2081$. Superando entrambi questi livelli, si potrebbe avere un passaggio a quota 3,8723$.

EOS/USD

Invece, se i ribassisti riusciranno ad affossare la coppia EOS/USD sotto l'EMA a 20 giorni, potrebbe scendere a quota 2,1733$: dopo tale soglia, potrebbe verificarsi un nuovo test di 1,55$. Il fatto che la SMA a 50 giorni sia in calo indica che anche il trend a lungo termine è ribassista. L'EMA a 20 giorni piatta e la situazione dell'RSI fanno pensare ad un consolidamento nel breve periodo.

XLM/USD

Negli ultimi sette giorni, Stellar si è aggrappata all'EMA a 20 giorni. Durante i cali, i rialzisti hanno difeso quota 0,11024826$. Una rottura di questo supporto comporterà un nuovo test del minimo di 0,09285498$.

XLM/USD

Se la coppia XLM/USD dovesse superare 0,13427050$, può arrivare a quota 0,184$, dopo aver scavalcato una lieve resistenza a livello della SMA a 50 giorni. Nell'ultimo periodo, la valuta digitale si è comportata peggio del previsto, quindi, rimaniamo neutrali.

LTC/USD

Litecoin è rimasta sopra i 29,349$ per gli ultimi cinque giorni. Il prezzo ha quasi scavalcato la SMA a 50 giorni, cosa che potrebbe tradursi in un nuovo tentativo di superamento dei 36,428$.

LTC/USD

Un eventuale breakout completerà un pattern testa e spalle inverso che ha un target di 49.756$. Pertanto, consigliamo di aprire posizioni long in caso di breakout e chiusura (fuso orario UTC) sopra 36,428$.

Invece, se i rialzisti non riusciranno a superare la neckline del pattern, i ribassisti proveranno a portare la coppia LTC/USD sotto quota 28,067$, causando un nuovo test del minimo.

BSV/USD

Bitcoin SV continua a rimanere all'interno dell'intervallo 80,352$ - 123,98$. Si trova in questo range dal 26 novembre.

BSV/USDUn breakout dall'intervallo estenderà il recupero a 167,608$, mentre, un breakdown potrebbe comportare un nuovo test del minimo di 38,528$. Tuttavia, la coppia BSV/USD potrebbe ancora rimanere all'interno del range, estendendo la sua fase di consolidamento. Più lunga è questa fase, più forte e decisa sarà la mossa d'uscita dall'intervallo. Pertanto, i trader possono acquistare in caso di breakout e chiusura sopra i 123,98$.

TRX/USD

Il primo gennaio, TRON ha di nuovo mantenuto il supporto a quota 0,0183$. L'EMA a 20 giorni continua a salire, il che è un segnale rialzista.

TRX/USD

Un breakout dalla linea di downtrend aumenta la probabilità di un passaggio a 0,0246$, e più in alto a 0,02815521$. I trader che hanno aperto posizioni long possono mantenere i loro stop a 0,018$.

Invece, se i ribassisti riusciranno ad affondare la coppia TRX/USD sotto 0,018$, essa potrebbe finire a livello della SMA a 50 giorni, o ancora più in basso a 0,013$.

ADA/USD

Cardano si trova tra l'EMA a 20 giorni e la neckline del pattern testa e spalle.

ADA/USD

Crediamo che i tori rialzisti tenteranno di superare la neckline nei prossimi giorni. A causa del ristretto consolidamento in tale area, pensiamo che la coppia ADA/USD superi la resistenza a 0,060105$ e ritorni verso il target di 0,066$. I trader possono aprire posizioni long dopo una chiusura al di sopra della neckline.

Tuttavia, se la valuta digitale non riuscirà a superare la neckline e finirà sotto l'EMA a 20 giorni, potrebbe scendere a 0,036815$ e successivamente anche a 0,027237$.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.