Bitcoin, Ethereum, Ripple, EOS, Litecoin, Bitcoin Cash, Binance Coin, Stellar, Tron, Bitcoin SV: Analisi dei prezzi, 6 marzo

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Le aziende cripto stanno attirando i talenti dalle industrie tradizionali. Ciò mostra che le imprese nel settore delle criptovalute si stanno preparando per il lungo termine, senza farsi fermare dal mercato ribassista. Allo stesso modo, le aziende tradizionali stanno cercando di guadagnare terreno nel settore delle criptovalute. La big four Ernst & Young, ha elaborato uno strumento per il calcolo delle imposte sulle criptovalute possedute. Il software è pensato sia per i clienti istituzionali che per quelli retail.

Il Giappone è tra i leader nell'adozione delle criptovalute. Le principali banche giapponesi si stanno attrezzando per migliorare i propri servizi cripto e blockchain. Inoltre, il governo dell'Argentina ha progettato di investire in progetti cripto insieme Binance Labs e all'exchange di criptovalute LatamEx.

fondamentali dei mercati delle criptovalute migliorano di giorno in giorno. È solo una questione di tempo prima che il prezzo delle criptovalute risponda positivamente. Cosa prevedono i grafici? Scopriamolo.

BTC/USD

Il 5 marzo, il Bitcoin (BTC) ha difeso la SMA a 50 giorni, ed ha scavalcato l'EMA a 20 giorni. Ciò indica la presenza di acquisti a livelli inferiori, il che è un segnale positivo. Se i rialzisti riusciranno a superare quota 3.900$, potrebbe verificarsi un nuovo test dei 4.255$.

Attualmente, entrambe le medie mobili sono piatte, e l'RSI è in zona positiva. Ciò fa pensare ad un consolidamento nel breve periodo.

BTC/USD

Se la coppia BTC/USD riuscirà a superare i 4.255$, completerà un pattern a doppio bottom che ha un target di 5.273,91$. Anche se c'è una forte resistenza a 4.914,11$, ci aspettiamo che venga superata.

Al contrario, se i ribassisti difenderanno la prossima resistenza e trascineranno la criptovaluta al di sotto della SMA a 50 giorni, potrebbe verificarsi un calo a quota 3.555,00$. Se anche questo livello dovesse cedere, il prossimo supporto si troverebbe in prossimità del minimo annuale di 3.236,09$. Per ora, i trader possono mantenere gli stop sulle loro posizioni long sotto 3.236,09$. Li sposteremo più in alto tra qualche giorno.

ETH/USD

Ethereum (ETH) è rimbalzata dalla SMA a 50 giorni. Attualmente, sta trovando resistenza a quota 144,78$. Entrambe le medie mobili sono piatte e l'RSI è appena sopra i 50. Ciò fa pensare ad un consolidamento nel breve periodo.

ETH/USD

La prossima mossa rialzista comincerà con un eventuale breakout sopra i 145$. Il target di tale mossa è 167,32$. Una volta superata tale soglia, la coppia ETH/USD guadagnerà momento. Quindi, i trader possono mantenere le loro posizioni long con uno stop loss di 125$.

Se invece la criptovaluta dovesse cambiare direzione, finendo sotto la SMA a 50 giorni, potrebbe crollare a 116,30$, che rappresenta un importante supporto. Sotto questa soglia, riprenderà il downtrend.

XRP/USD

Ripple (XRP) è rimasta perlopiù nel range 0,33108$ - 0,27795$ dall'11 gennaio. I ripetuti tentativi di breakout da parte dei rialzisti sono falliti. Entrambe le medie mobili sono piatte, e l'RSI è a metà. Ciò indica un equilibrio tra domanda e offerta.

XRP/USD

La prossima mossa della coppia XRP/USD comincerà con un breakout sopra 0,33108$ oppure con un breakdowns otto 0,27795$. Nel primo caso, potrebbe raggiungere la linea di resistenza del canale discendente, mentre nel secondo caso potrebbe scendere sotto il minimo annuale di 0,24508$. Quindi, i trader possono mantenere lo stop loss sulle loro posizioni long appena sotto 0,27795$.

EOS/USD

Il 4 marzo, EOS ha completato con successo un retest della soglia di breakout, dalla quale è rimbalzata. Attualmente si trova vicino alla resistenza a quota 3,8723$. Se i rialzisti spingeranno i prezzi sopra tale soglia, potrebbe verificarsi un'impennata a 4,4930$.

EOS/USD

Entrambe le medie mobili puntano verso l'alto, e l'RSI è schizzato in territorio positivo, il che dimostra che i rialzisti sono in vantaggio.

Tuttavia, se la coppia EOS/USD non dovesse riuscire a superare quota 3,8723$, per poi finire sotto 3,1534$, manderà un chiaro segnale di debolezza. Quindi, consigliamo i trader di alzare gli stop loss delle posizioni long rimanenti a 3,10$.

LTC/USD

Il 5 marzo, Litecoin (LTC) ha trovato supporto a livello dell'EMA a 20 giorni, per poi impennarsi. Ha superato la resistenza a 53,40$, invalidando il pattern ribassista head and shoulders che si stava sviluppando. Il fallimento di un pattern ribassista è, ovviamente, un segnale rialzista.

LTC/USD

La coppia LTC/USD si sta di nuovo avvicinando a quota 56,91$. Se dovesse riuscire a superare tale soglia, potrebbe passare a 61,5680$, e successivamente a 65,5610$. I trader possono impostare gli stop loss delle loro posizioni long a 44$, da alzare a 50$ in caso di chiusura (fuso orario UTC) sopra i 56,91$.

La nostra previsione rialzista non sarà valida nel caso in cui la valuta digitale comincerà a scendere, finendo sotto l'EMA a 20 giorni. L'unico sviluppo ribassista sul grafico è rappresentato dalla divergenza negativa dell'RSI.

BCH/USD

Bitcoin Cash (BCH) è stata scambiata tra 120$ e 140$ per tre giorni. Il calo sotto l'SMA a 50 giorni del 4 marzo si è fermato a 120,47$, ed è stato seguito da un forte recupero il giorno successivo.

BCH/USD

Se la coppia BCH/USD dovesse superare i 140$, potrebbe guadagnare momento e raggiungere la zona compresa tra 157,95$ e 163,89$.

In caso contrario, rimarrà all'interno del range per ancora qualche giorno. I ribassisti saranno in vantaggio una volta che il prezzo scenderà sotto i 120$. Per adesso, i trader possono mantenere le loro posizioni long con uno stop loss a 116$.

BNB/USD

Il 5 febbraio, Binance Coin (BNB) ha superato la resistenza dei 12$. Ora, è molto probabile che raggiunga quota 15$, e successivamente i 18$. I trader possono impostare lo stop loss delle loro posizioni long a 10$. Lo alzeremo tra un paio di giorni.

BNB/USD

Il trend rimane rialzista, dato che entrambe le medie mobili puntano verso l'alto e l'RSI è quasi in zona overbought. Dopo la forte crescita del 5 marzo, la coppia BNB/USD potrebbe consolidarsi per qualche giorno, per poi riprendere la sua salita.

La nostra previsione rialzista non sarà valida se il prezzo comincerà a scendere dai livelli attuali, finendo sotto l'EMA a 20 giorni.

XLM/USD

Negli ultimi dieci giorni, Stellar (XLM) si è consolidata nel range 0,08184371$ 0,09285498$. L'EMA a 20 giorni è piatta e anche la SMA a 50 giorni si sta appiattendo. Ciò indica un equilibrio tra acquirenti e venditori.

XLM/USD

Un eventuale superamento di quota 0,10$ romperebbe tale equilibrio in favore dei rialzisti, mentre un breakdown sotto 0,08184371$ indicherebbe debolezza.

Sopra 0,10$, ci aspettiamo una mossa verso la prossima resistenza, che si trova a 0,13427050$. Quindi, i trader possono acquistare sopra 0,10$ e mantenere uno stop loss di 0,08$.

Al contrario, sotto 0,08184371$ è probabile un nuovo test dei minimi. Se dovesse registrare un nuovo minimo annuale, la coppia XLM/USD riprenderà il suo downtrend.

TRX/USD

Anche se il 4 marzo Tron (TRX) è scesa sotto 0,02306493$, gli acquisti ai livelli inferiori l'hanno aiutata a recuperare, facendola chiudere (fuso orario UTC) al di sopra della soglia di supporto.

TRX/USD

I ribassisti stanno cercando di difendere l'EMA a 20 giorni, che è di nuovo in calo. Se la coppia TRX/USD dovesse cominciare di nuovo a scendere, potremmo assistere ad un nuovo test di quota 0,02306493$.

Al contrario, se il prezzo dovesse superare l'EMA a 20 giorni, la coppia potrebbe raggiungere la SMA a 50 giorni, che essendo piatta fa pensare ad un consolidamento. La prossima mossa importante comincerà o con un breakout sopra 0,02815521$ o con un breakdown sotto 0,02306493$. Fino ad allora, la criptovaluta rimarrà all'interno del range. Attenderemo una chiusura sopra 0,02815521 prima di consigliare eventuali posizioni long.

BSV/USD

Anche se il 4 marzo Bitcoin SV è scesa sotto quota 65,031$, i ribassisti non sono riusciti a trarre vantaggio dalla situazione per trascinarla sotto la zona di supporto 60$-58$.

BSV/USD

Attualmente, la coppia BSV/USD sta cercando di scavalcare le medie mobili. Se dovesse riuscirci, i rialzisti proveranno a superare la resistenza a 77,035$, che aprirebbe le porte per un'impennata a 102,580$ e successivamente a 123,980$. Quindi, i trader possono acquistare sopra 78$, con uno stop loss di 58$.

La nostra previsione rialzista non sarà valida se i ribassisti riusciranno a difendere la resistenza, facendo affondare la valuta digitale sotto i 58$.

I dati di mercato sono forniti dall'exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono forniti da TradingView.