Bitcoin, Ethereum, Ripple, EOS, Litecoin, Bitcoin Cash, TRON, Stellar, Binance Coin, Bitcoin SV: Analisi dei prezzi, 18 febbraio

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Il presentatore di CNBC Brian Kelly ha affermato che attualmente il valore di Bitcoin viene sottostimato di circa il 50%, ma questo non significa che assisteremo sicuramente ad una ripresa. Secondo l'uomo infatti il sentimento di mercato è fortemente negativo, e il prezzo della criptovaluta potrebbe crollare a 1.500$.

Nonostante sia impossibile prevedere con precisione quando le monete digitali troveranno il proprio bottom, numerosi esperti del settore credono che i prossimi rialzi saranno notevoli. Zhu Fa, fondatore della mining pool cinese Poolin, ha dichiarato che Bitcoin potrebbe persino raggiungere i 740.000$. Ha tuttavia messo in guardia gli investitori, spiegando che la prossima bull run potrebbe anche essere l'ultima.

Si tratta di una previsione certamente allettante, ma per il momento gli investitori dovrebbero prestare attenzione unicamente agli sviluppi della tecnologia e dell'adozione. Rakuten, azienda giapponese operante nel settore dell'e-commerce, pianifica di integrare pagamenti in criptovalute all'interno della propria applicazione mobile: si tratterebbe di un importante passo verso la diffusione delle monete digitali fra le masse.

Negli ultimi mesi abbiamo assistito a svariati tentativi di ripresa, ma nessuno di questi è durato a lungo. I rialzi correnti segnalano un bottom? Scopriamolo dando un'occhiata ai grafici.

BTC/USD

A differenza che in passato, il range ristretto di Bitcoin (BTC) si è risolto con un movimento verso l'alto. Attualmente il prezzo sta tentando di superare la downtrend line, che rappresenta una dura resistenza sin da novembre dello scorso anno. Un breakout sopra questo livello mostrerebbe la forza della criptovaluta, attirando nuovi acquirenti.

I trader dovrebbero attendere una chiusura (UTC) sopra la downtrend line, e acquistare il 30% delle posizioni abituali. Lo stop loss dovrebbe essere mantenuto appena sotto i minimi a 3.200$. In alto, il prossimo livello chiave si trova a 4.255$.

Un breakout sopra i 4.255$ completerebbe un double bottom pattern, il cui target è posizionato a 5.273,91$. I trader possono aggiungere le rimanenti posizioni in caso di breakout e chiusura sopra i 4.255$.

Se, contrariamente alle nostre previsioni, i ribassisti riuscissero a difendere la resistenza a 4.255$, la coppia BTC/USD rimarrebbe range bound per qualche altro giorno. La nostra visione rialzista verrebbe invalidata se la moneta dovesse scivolare sotto i 3.236,09$

ETH/USD

Ethereum (ETH) ha superato la resistenza a 134,50$, registrando poi una notevole impennata. Il prossimo target è posizionato a 167,32$. I trader in possesso di posizioni long possono spostare più in alto metà dei propri stop loss, così da proteggere circa il 75% dei potenziali profitti. Le rimanenti posizioni andrebbero mantenute con uno stop loss al breakeven.

Sconsigliamo per il momento di fissare profitti completi, in quanto prevediamo un movimento a 167,32$, se non addirittura più in alto.

La EMA a 20 giorni si sta gradualmente spostando verso l'alto, e l'RSI è fortemente positivo: attualmente il mercato è nelle mani dei rialzisti. La coppia ETH/USD sta formando un pattern a triangolo ascendente. La nostra visione positiva verrebbe negata nel caso in cui il prezzo iniziasse a scendere, scivolando nuovamente sotto i 134,50$.

XRP/USD

Ripple (XRP) ha superato la EMA a 20 giorni e la SMA a 50 giorni: un segnale decisamente positivo. Potremmo ora assistere ad un movimento fino a 0,33108$. Il prezzo non supera quota 0,33108$ sin dal 10 gennaio di quest'anno: un breakout da questo livello rappresenterebbe un movimento fortemente rialzista.

I trader dovrebbero aprire posizioni long in caso di breakout e chiusura (UTC) sopra i 0,33108$, mantenendo lo stop loss a 0,275$. Il target di questo trade si trova a 0,40$, o persino più in alto.

Se, contrariamente alla nostra opinione, la coppia XRP/USD dovesse cominciare a puntare verso il basso dopo aver toccato la resistenza, la moneta rimarrò range bound per qualche altro giorno. Un breakdown dall'area critica compresa fra 0,27795$ e 0,24508$ porterebbe ad una ripresa del downtrend. Le medie mobili piatte e l'RSI neutrale fanno pensare ad un consolidamento a breve termine.

EOS/USD

EOS ha superato l'area di resistenza compresa fra 3,05$ e 3,2081$. Il prossimo target si trova a 3,8723$, e sopra ancora a 4,4930$. La EMA a 20 giorni in graduale rialzo e l'RSI estremamente positivo mostrano che attualmente sono i rialzisti ad essere in vantaggio. I trader in long dovrebbero proteggere metà delle proprie posizioni con stop loss molto vicini al prezzo, mentre i rimanenti stop loss andrebbero piazzati a 2,50$.

Prevediamo una resistenza a 3,8723$, ma a nostro parere verrà superata. Il target di questo movimento della coppia EOS/USD si trova a 4,4930$

La nostra visione positiva verrebbe invalidata nel caso in cui i ribassisti riuscissero ad invertire la direzione della criptovaluta, spingendo nuovamente i prezzi sotto quota 3,2081$.

LTC/USD

Litecoin (LTC) ha finalmente superato la resistenza a 47,2460$. Se i rialzisti riusciranno a difendere questo breakout, il prossimo target si trova a 56,910$. Le medie mobili si muovono verso l'alto e l'RSI è molto positivo: la via più probabile è attualmente verso l'alto.

Ciononostante, nel caso in cui la moneta non riuscisse a sostenere i livelli sopra quota 47,2460$, i trader dovrebbero fissare profitti parziali per le proprie posizioni long, incrementando lo stop loss a 40$. Un breakdown sotto tale livello potrebbe portare ad un crollo a 35$, o persino più in basso.

La coppia LTC/USD diverrebbe negativo in caso di breakdown dal supporto critico a 27,701$.

BCH/USD

Bloccato per quasi una settimana attorno ai 121$, anche il prezzo di Bitcoin Cash (BCH) ha iniziato il proprio viaggio verso nord. Sta attualmente affrontando una resistenza a 141$.

Se la moneta riuscisse a superare quota 141$, prevediamo uno slancio verso l'alto. I trader dovrebbero pertanto acquistare in caso di chiusura (UTC) sopra i 141$, mantenendo lo stop loss sotto il recente minimo a 116$. In alto, il primo livello chiave è posizionato a 163$, e sopra di esso la ripresa potrebbe estendersi fino a 175$. La coppia BCH/USD potrebbe consolidarsi attorno ai 175$, ma la criptovaluta è celebre per le proprie improvvise impennate verticali: se i rialzisti riusciranno a superare anche questa resistenza, potremmo assistere ad un movimento verso i 220$.

La nostra visione positiva verrebbe invalidata nel caso in cui la coppia scivolasse sotto i 141$. Il trend diverrebbe negativo sotto i 103$.

TRX/USD

Da cinque giorni a questa parte i rialzisti stanno tentando di stabilizzare TRON (TRX), ma è presente una dura resistenza alla SMA a 50 giorni. Le medie mobili si trovano sull'orlo di un crossover ribassista: un breakdown sotto i 0,02344160$ potrebbe fai scivolare la moneta a 0,02113440$, e successivamente a 0,01830000$

D'altra parte, se la coppia TRX/USD superasse entrambe le medie mobili, incontrerebbe delle pressioni di vendita alla downtrend line e a quota 0,02815521$. La coppia otterrà uno slancio verso l'alto sopra i 0,02815521$: in alto, i livelli chiavi si trovano a 0,0380$ e 0,040$.

I trader in long dovrebbero mantenere gli stop loss a 0,0230$.

XLM/USD

Da circa tre giorni Stellar (XLM) sta tentando di superare la EMA a 20 giorni. Nonostante non sia riuscita in questa impresa, non ha nemmeno perso terreno. Un breakout sopra la EMA potrebbe spingere la moneta fino alla downtrend line, e sopra ancora alla SMA a 50 giorni. Ma poiché la criptovaluta non ha partecipato al recente pullback, attenderemo la formazione di una configurazione rialzista prima di suggerirne il trading.

Se contrariamente alle nostre aspettative la coppia XLM/USD non riuscisse a superare la resistenza in alto, entrerebbe in un periodo di consolidamento. La EMA a 20 giorni è piatta e l'RSI è neutrale: anche questi due fattori fanno pensare a movimenti range bound.

La coppia diverrebbe invece negativa in caso di crollo sotto il recente minimo a 0,07256747$. Dopo un simile breakdown, il prossimo supporto si troverebbe a 0,05795397$

BNB/USD

Binance Coin (BNB) ha nuovamente raggiunto la resistenza a 10$. Prevediamo una forte pressione di vendita nell'area compresa fra 10 e 12 dollari. Già in due occasioni, ad agosto e novembre, la moneta ha faticato a superare questo range.

Ciononostante, se il prezzo dovesse superare i 10$, si tratterebbe di un segnale di forza. Un consolidamento fra i 10 e i 12 dollari sarebbe uno sviluppo positivo per la coppia BNB/USD, in quanto un eventuale breakout potrebbe spingere il prezzo a 15$, o persino 18$.

Al contrario, se la coppia scivolasse sotto la EMA a 20 giorni, il declino potrebbe estendersi fino alla SMA a 50 giorni, un supporto critico per questa moneta. Attualmente non troviamo alcuna buona opportunità d'acquisto, pertanto sconsigliamo l'apertura di nuove posizioni long.

BSV/USD

Bitcoin SV ha superato la EMA a 20 giorni, un ostacolo che non veniva oltrepassato sin dal 3 gennaio.

La coppia BSV/USD sta attualmente affrontando altre resistenze a 71,412$ e alla SMA a 50 giorni. I trader possono aprire posizioni long in caso di chiusura (UTC) sopra la SMA: il target questo trade è a 102,58$.

L'incapacità dei ribassisti di sfruttare la debolezza, spingendo il prezzo sotto i 57$, mostra la presenza di una domanda ai livelli più bassi. La nostra visione positiva verrebbe invalidata nel caso la moneta scivolasse sotto i 57$: in tal caso, potremmo assistere ad un crollo fino a 38,528$.

I dati di mercato sono forniti dall'exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono forniti da TradingView.