La scorsa settimana, Bitcoin (BTC) non ha solo superato i 60.000$ per moneta ma ha anche raggiunto una valutazione superiore alle tre più grandi banche mondiali messe assieme.

Stando a dati pubblici, la principale criptovaluta ha sorpassato i tre colossi bancari globali più grandi in termini di capitalizzazione di mercato.

Il market cap di Bitcoin supera i pilastri della finanza

Al suo massimo storico di 61.700$, il market cap di Bitcoin corrispondeva a circa 1.150 miliardi di dollari. Il market cap combinato di JPMorgan Chase, Bank of America e Industrial and Commercial Bank of China è pari a 1.080 miliardi di dollari.

I traguardi non finiscono qui: Visa e Mastercard, le più grandi reti di pagamento al mondo, hanno un market cap combinato di 871 miliardi di dollari, attualmente molto inferiore a quello di Bitcoin.

Da allora BTC/USD ha tracciato una leggera correzione che ha portato il market cap a 1.030 miliardi di dollari, mantenendo quindi l’importante titolo di asset da un bilione di dollari.

Gli analisti hanno identificato questo livello come una probabile zona di consolidamento dopo la contrazione di lunedì che ha spinto Bitcoin al di sotto del suo massimo storico precedente segnato a fine febbraio.

Altri hanno evidenziato la sua crescita impressionante. Il valore del network di Bitcoin è passato da zero a 1.000 miliardi di dollari 3,6 volte più velocemente di Microsoft.

La strada verso l’oro

Analizzando i dati relativi al market cap, la risorsa di analisi on-chain Ecoinometrics ha aggiunto che sabato Bitcoin eguagliava il 45% dell’oro in veicoli d’investimento e il 10% del mercato dell’oro fisico nel suo complesso.

Per sorpassare completamente l’oro, scenario che rappresenta già un argomento di discussione tra i partecipanti al mercato, BTC/USD dovrebbe raggiungere un prezzo unitario di 590.000$.

Grafico comparativo del market cap di Bitcoin. Fonte: Ecoinometrics/Twitter

Come segnalato da Cointelegraph, sia Visa che Mastercard si stanno rendendo conto della necessità di integrare Bitcoin nelle proprie strategie aziendali per il futuro.