Bitcoin, Ripple, Ethereum, Bitcoin Cash, EOS, Stellar, Litecoin, Tron, Bitcoin SV, Cardano: Analisi dei prezzi, 11 gennaio

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Quando il prezzo sta per raggiungere il proprio bottom, risulta estremamente volatile in quanto sia acquirenti che venditori tentano di ottenere il controllo del mercato. Quando il sentimento generale è ribassista, qualsiasi notizia negativa viene seguita da forti vendite: è esattamente quel che è successo negli ultimi due giorni. L'attacco 51% avvenuto sulla rete di Ethereum Classic ha spaventato la comunità, spingendo i prezzi verso il basso.

L'ultima contrazione mostra che il sentimento è ancora fragile, ma una solida ripresa dai livelli correnti indicherebbe la presenza di una domanda ai livelli più bassi. Se al contrario le criptovalute dovessero raggiungere nuovi minimi, si tratterebbe di un segnale fortemente negativo.

Jeremy Allaire, CEO della compagnia per pagamenti in criptovalute Circle, ha affermato che una maggiore chiarezza normativa da parte della Securities and Exchange Commission (SEC) potrebbe aiutare a "sbloccare parecchia attività nel mercato, e ovviamente consentire anche la crescita delle security basate su criptovalute."

BTC/USD

Bitcoin ha ottenuto un ribasso dopo aver toccato la neckline del pattern head and shoulders inverso. Se la riduzione non dovesse fermarsi ai livelli correnti, il prezzo potrebbe raggiungere il minimo a 3.236,09$.

BTC/USD

Entrambe le medie mobili sono piatte e l'RSI ha trovato supporto alla trendline. Se la coppia BTC/USD dovesse ottenere uno slancio verso l'alto partendo dai livelli correnti, tenterà nuovamente di superare la neckline. In caso di successo, verrebbe completato il pattern rialzista head and shoulders inverso. I trader dovrebbero attendere una chiusura sopra i 4.255$ prima di procedere con l'acquisto.

Un altro possibile scenario è che la moneta rimanga bloccata all'interno di un range per qualche giorno. Potremmo suggerire l'apertura di nuove posizioni una volta definiti i limiti di tale intervallo.

XRP/USD

Ripple ha innescato il nostro stop loss a 0,32$. Se il prezzo non dovesse velocemente ottenere un incremento dai livelli correnti, il ribasso potrebbe estendersi fino a 0,27795$.

XRP/USD

Rimaste piatte per qualche giorno, le medie mobili hanno cominciato a muoversi verso il basso. Anche l'RSI è diventato negativo, suggerendo un vantaggio da parte dei ribassisti. La coppia XRP/USD potrebbe scivolare fino al limite inferiore del canale discendente. I trader dovrebbero attendere la formazione di un reversal pattern prima di tentare il trading di questa moneta.

ETH/USD

Incapace di superare la resistenza a 167,32$, Ethereum ha cominciato a scivolare verso il basso. Ha facilmente sfondato il supporto alla EMA a 20 giorni, e sta ora tentando di difendere la SMA a 50 giorni.

ETH/USD

Nel caso in cui i rialzisti riuscissero a difendere la SMA, la coppia ETH/USD potrebbe nuovamente iniziare a muoversi verso l'alto: si tratterebbe di un segnale di forza. D'altra parte, se il prezzo dovesse scivolare sotto quota 116,3$, la contrazione potrebbe estendersi fino a 100$ e successivamente a 83$. Le medie mobili piatte indicano un probabile periodo di consolidamento nel breve termine.

I trader dovrebbero attendere la formazione di un range ben definito, o il superamento dei 167,32$, prima di procedere con l'acquisto.

BCH/USD

Dopo qualche giorno di consolidamento, il valore di Bitcoin Cash è sceso al di sotto del range. Adesso potrebbe persino scivolare sotto i 100$, un importante supporto psicologico: se questo livello non dovesse reggere, il prezzo potrebbe crollare a 73,5$.

BCH/USD

La EMA a 20 giorni ha cominciato a puntare verso il basso, confermando il vantaggio da parte dei ribassisti. Anche la SMA a 50 giorni è in calo, indicando che il trend a lungo termine è negativo.

Se i rialzisti riuscissero a spingere la coppia BCH/USD nuovamente all'interno del range, indicherebbe che i trader sono disposti ad acquistare ai livelli più bassi. Attualmente non troviamo alcuna configurazione d'acquisto affidabile, e sconsigliamo pertanto lo scambio di questa moneta.

EOS/USD

Nonostante il prezzo di EOS sia scivolato fino al limite inferiore del range, non abbiamo ancora assistito ad un breakdown. La moneta rimane pertanto range bound fra 2,3093$ e 3,2081$.

EOS/USD

Se la coppia EOS/USD dovesse registrare una chiusura al di sotto del range, potrebbe nuovamente testare i propri minimi. In tal caso sarebbe presente un supporto minore a 2,1733$, che ci aspettiamo venga infranto.

Se invece il supporto dovesse reggere, il consolidamento della moneta continuerà. Più lungo il periodo di consolidamento e più vigoroso sarà il breakout. Per tale motivo consigliamo ai trader di procedere con l'acquisto in caso di chiusura sopra i 3,2081$. Fino ad allora, la nostra opinione sulla criptovaluta rimarrà neutrale.

XLM/USD

In data 10 gennaio, Stellar è scivolato sotto il triangolo simmetrico. Potrebbe ora nuovamente testare il minimo a 0,09285498$

XLM/USD

Sia la EMA a 20 giorni che la SMA a 50 giorni sono in calo: i trend sia a breve che a lungo termine sono negativi.

Un breakdown dal minimo del 15 dicembre porterebbe ad una ripresa del downtrend. La nostra visione ribassista verrebbe invalidata nel caso in cui la coppia XLM/USD invertisse la propria direzione, superando la resistenza a 0,13427050$.

LTC/USD

Incapace di ottenere un significativo slancio verso l'alto, Litecoin è tornato sotto la neckline. Se il prezzo dovesse rimanere a questo livello per almeno altri due giorni, confermerebbe che il recente breakout dal pattern head and shoulders inverso è stato un falso movimento.

LTC/USD

In basso, se il supporto a 29,349$ venisse infranto, potremmo assistere ad un crollo a 23,1$. I trader con posizioni long ancora attive dovrebbero pertanto mantenere il proprio stop loss a 27,5$.

Se invece la coppia LTC/USD riuscisse ad ottenere un rimbalzo dalla EMA a 20 giorni o dalla SMA a 50 giorni, potrebbe tentare di superare quota 36,428$: in caso di successo, il rialzo potrebbe estendersi fino a 47,246$. L'appiattimento delle medie mobili e l'RSI neutrale suggeriscono tuttavia un periodo di consolidamento nel breve termine.

TRX/USD

Ci aspettavamo che TRON raggiungesse un massimo di 0,03801042$, ma ha cominciato a scivolare verso il basso dopo aver toccato quota 0,03575668$. Suggeriamo pertanto di spostare i propri stop loss verso l'alto, così da confermare i profitti.

TRX/USD

La EMA a 20 giorni punta ancora verso l'alto, e potrebbe agire da solido supporto. Se questo livello non dovesse reggere, il prezzo della moneta potrebbe scivolare fino a 0,0183$.

Se al contrario la coppia TRX/USD ottenesse un rimbalzo dalla EMA e superasse nuovamente quota 0,02815521$, l'impennata potrebbe estendersi fino a 0,03801042$. Per il momento consigliamo ai trader di attendere ulteriori sviluppi.

BSV/USD

Dopo un periodo di consolidamento, Bitcoin SV ha iniziato a muoversi verso il basso. È probabile che il breakdown sotto gli 80,352$ spinga i prezzi sotto il supporto immediato a 65,031$. Se anche tale livello venisse infranto, assisteremmo ad un nuovo test dei minimi.

BSV/USD

La nostra visione ribassista verrebbe invalidata nel caso in cui il prezzo tornasse entro due giorni sopra gli 80,352$. Il giudizio diverrebbe invece positivo se la coppia BSV/USD riuscisse a superare i 102,58$. Fino ad allora consigliamo di rimanere in disparte e attendere.

ADA/USD

Dopo aver sostenuto il breakout sopra la neckline del pattern head and shoulders inverso per circa quattro giorni, Cardano è nuovamente tornato sotto tale livello.

ADA/USD

Nel caso in cui i rialzisti non riuscissero a spingere ancora una volta il prezzo sopra la neckline entro i prossimo due giorni, le probabilità di un crollo a 0,036934$ incrementerebbero. I trader che hanno acquistato la criptovalute dovrebbero chiudere le proprie posizioni, senza attendere il raggiungimento degli stop loss a 0,036$.

Entrambe le medie mobili sono piatte e l'RSI è neutrale: ci aspettiamo un consolidamento nei prossimi giorni. Se tuttavia la coppia ADA/USD riuscisse ad ottenere un rimbalzo dalla EMA a 20 giorni e a superare nuovamente la neckline, potremmo assistere ad un'impennata a 0,060105$, seguita da un ulteriore movimento verso i 0,066$.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.