Bitcoin, Ripple, Ethereum, EOS, Bitcoin Cash, Litecoin, Tron, Stellar, Bitcoin SV, Cardano: Analisi dei prezzi, 1 febbraio

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Il CEO di CoinList Andy Bromberg crede che il 2019 sarà un anno tranquillo per le criptovalute, mentre le aziende operanti nel settore si concentrano sullo sviluppo di prodotti e servizi utili al pubblico. Alcuni analisti, tuttavia, si aspettano che la criptovaluta più famosa al mondo cali ancora di più. Con quella di gennaio, il Bitcoin ha ora accumulato sei chiusure mensili negative consecutive.

Ciò non ha spinto le principali aziende a mettere da parte i loro progetti. La società di investimenti Fidelity ha dichiarato che la sua piattaforma di trading e custodia di criptovalute è nella fase finale di test. Attualmente, questi servizi vengono offerti solo a un piccolo gruppo di clienti che stanno aiutando l'azienda a testare e perfezionare il sistema. Una volta completato il test, i servizi saranno disponibili a tutti i clienti istituzionali e di alto profilo.

Le speranze di un ETF sul Bitcoin si sono di nuovo riaccese, dato che il Chicago Board Options Exchange, insieme alla società di investimento VanEck e alla società di servizi finanziari SolidX, ha ripresentato la sua domanda alla Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti. Alla luce di questi nuovi sviluppi, vediamo se riusciamo ad individuare delle opportunità di acquisto.

BTC/USD

Il Bitcoin (BTC) ha raggiunto l'EMA a 20 giorni, che farà da resistenza. I rialzisti non sono riescono a superarla dal 10 gennaio. L'EMA è in calo, e l'RSI è sotto 50, il che suggerisce che i ribassisti sono in vantaggio.

Se il prezzo scenderà dalle medie mobili finendo sotto i 3.236,09$, verranno attivati molti stop loss. I prossimi supporti si trovano a 3.000$ e 2.600$.

BTC/USD

Al contrario, se i rialzisti spingeranno i prezzi al di sopra delle medie mobili e della linea di downtrend, potremmo assistere ad un cambio di trend. Il primo segnale rialzista si avrà dopo che la coppia BTC/USD avrà sorpassato quota 4.255$. Potremmo consigliare ai trader di comprare in piccole quantità in caso di chiusura al di sopra della SMA a 50 giorni. Fino ad allora, rimaniamo neutrali.

XRP/USD

Avevamo previsto una forte resistenza tra l'EMA a 20 giorni e la SMA a 50 giorni. Ripple (XRP) è infatti di nuovo in calo, dopo aver quasi sfiorato la SMA a 50 giorni il 31 gennaio.

XRP/USD

I rialzisti hanno comprato dopo il calo dalla linea di downtrend al supporto. Tuttavia, la coppia XRP/USD manderà un chiaro segnale di forza solo dopo aver superato la SMA a 50 giorni. Manteniamo valida la proposta dell'analisi precedente.

La nostra previsione rialzista non sarà valida se i ribassisti faranno crollare la criptovaluta sotto la soglia di supporto a0,27795$.
 

ETH/USD

Negli ultimi quattro giorni, Ethereum (ETH) è rimasta nel range 103,20$ e 116,30$. L'EMA a 20 giorni in calo e l'RSI in zona negativa indicano che i ribassisti sono in vantaggio. La resistenza orizzontale e l'EMA a 20 giorni sono entrambe vicine a quota 116,30$: ci aspettiamo, quindi, che questa soglia rappresenti una resistenza molto forte.

ETH/USD

Tuttavia, se i rialzisti dovessero scavalcarla, la valuta digitale potrebbe raggiungere i 134,50$. Una volta superata anche questa soglia, si potrebbero raggiungere i 167,32$. Poiché il potenziale di rialzo è elevato, potremmo proporre posizioni lunghe una volta che il prezzo si sarà mantenuto al di sopra dell'EMA a 20 giorni.

Al contrario, se la coppia ETH/USD dovesse finire sotto i 103,20$, potrebbe subire una correzione a quota 83$.

EOS/USD

EOS è rientrata nel range il 30 gennaio. Attualmente, i rialzisti stanno tentando di difendere il fondo dell'intervallo. In caso di successo, è probabile che la criptovaluta superi e si diriga verso il margine superiore dell'intervallo, a 3,2081$. Anche se c'è una resistenza minore a 3,05$, ci aspettiamo che venga superata. Potremmo suggerire posizioni long in caso di chiusura (fuso orario UTC) al di sopra della SMA a 50 giorni.

EOS/USD

Se, contrariamente alla nostra ipotesi, la coppia EOS/USD dovesse scendere al di sotto del range e del supporto critico a 2,1733$, il downtrend riprenderà. I livelli di supporto da tenere d'occhio sono 1,7746$ e 1,55$.

BCH/USD

Negli ultimi due giorni, Bitcoin Cash (BCH) ha fatto fatica a superare la resistenza di a 121,30$: se riuscisse a farlo, potrebbe però arrivare fino a quota 141$. Prima di diventare positivi sulla criptovaluta, tuttavia, dovremmo attendere che il prezzo superi i 141$.

BCH/USD

L'EMA a 20 giorni è in calo e l'RSI è inferiore a 50, il che suggerisce che l'offerta supera la domanda. Se la coppia BCH/USD dovesse cambiare direzione e scendere sotto i 105$, il calo potrebbe estendersi fino a quota 73,5$.

LTC/USD

Litecoin (LTC) si trova all'interno di un range compreso tra 29,349$ e 33$ dall'11 gennaio. Essendo rimbalzata dal fondo dell'intervallo, prevediamo un nuovo tentativo di superamento della prossima resistenza.

LTC/USD

In caso di successo, la coppia LTC/USD potrebbe salire a 36,428$ e successivamente a 40,784$. Quindi, suggeriamo ai trader di proteggere le loro posizioni long con uno stop loss a 27,5$. Tuttavia, se il prezzo dovesse scendere dai livelli attuali e finire sotto la zona di supporto compresa tra  29,349$ e 27,701$, la valuta digitale potrebbe crollare a 23,090$.

TRX/USD

La ripresa partita dall'EMA a 20 giorni è stata breve, in quanto Tron (TRX) non è riuscita a rimanere al di sopra della resistenza a 0,02815521$.

TRX/USD

Ciò ha attirato le vendite, trascinando la coppia TRX/USD sotto l'EMA a 20 giorni. Attualmente, la coppia sta tentando di superare ancora una volta la media mobile. In caso di successo, i rialzisti proveranno di nuovo a superare il range.

Al contrario, se i ribassisti porteranno la valuta digitale sotto 0,02306493$, potrebbe finire a 0,02113440$, e successivamente a 0,0183$. Quindi, suggeriamo ai trader di mantenere lo stop loss a 0,023$.

XLM/USD

Il 30 gennaio, Stellar (XLM) è tornata fino alla soglia di breakdown (0,09285498$) senza però riuscire a superarla. Successivamente, la criptovaluta ha segnato ancora una volta un nuovo minimo annuale. Le medie mobili in calo e l'RSI in zona oversold mostrano che i ribassisti sono in vantaggio.XLM/USD

Se la coppia XLM/USD non cambia rapidamente direzione, salendo al di sopra della resistenza a 0,09285498$, potrebbe scendere a 0,07864971$. Se anche questo supporto dovesse cedere, il downtrend potrebbe estendersi fino a 0,057953978$.

Al contrario, se la valuta virtuale riuscirà a salire e mantenersi al di sopra degli 0,09285498$, i rialzisti proveranno a superare la linea di downtrend. Potremmo suggerire posizioni long una volta sorpassata la SMA a 50 giorni. Fino ad allora, consigliamo di non effettuare trade.

BSV/USD

Il tentativo di rimbalzo dal supporto critico a 65,031$ è svanito dopo un solo giorno. Attualmente, il prezzo si trova di nuovo in prossimità del supporto.

BSV/USD

Se i ribassisti riusciranno a portare la coppia BSV/USD sotto 65,031$, potrebbe scivolare a 57$ e, se anche questo supporto dovesse cedere, potrebbe verificarsi un nuovo test del minimo di 38,528$. Entrambe le medie mobili sono in calo, e l'RSI è quasi in zona oversold, il che dimostra che i ribassisti sono in vantaggio.

La valuta digitale mostrerà i segni di ripresa solo se i rialzisti riusciranno a spingere i prezzi al di sopra degli 80,352$. Al momento, non abbiamo individuato alcun setup affidabile.

ADA/USD

Il breve pullback di Cardano (ADA) si è fermato il 31 gennaio, appena al di sotto delle medie mobili. Il fatto che i rialzisti non siano riusciti nemmeno a sfidare seriamente la prossima resistenza è un segnale di debolezza.

ADA/USD

Ora, stanno difendendo il supporto a quota 0,036815$. Se la coppia ADA/USD riuscirà a rimbalzare bruscamente dai livelli attuali, proverà di nuovo a superare le medie mobili.

Tuttavia, l'EMA di 20 giorni si sta gradualmente abbassando e l'RSI si trova in zona negativa. Una rottura del supporto a 0,036815$ può causare una caduta a 0,027237$. Prima di proporre dei trade, aspetteremo un cambio di trend.

I dati di mercato sono forniti dall'exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono forniti da TradingView.