BTC, ETH, XRP, BCH, LTC, EOS, BNB, BSV, XLM, TRX: Analisi dei prezzi, 05/06

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Gli investitori tradizionali e gli investitori del settore cripto approcciano le criptovalute in un modo molto diverso. L'investitore miliardario Stanley Druckenmiller ha dichiarato che non avrebbe né acquistato venduto Bitcoin perché non trova alcun valore intrinseco nella moneta. Ha anche detto che a causa della sua forte volatilità, Bitcoin non può mai essere un mezzo di scambio.

Un altro investitore, Peter Boockvar, Chief Investment Officer di Bleakley's, crede che Bitcoin possa essere utilizzato come indicatore principale per prevedere l'andamento dei mercati azionari o dell'oro.

La società di analisi Delphi Digital ha definito Bitcoin come il "Re delle asset class" a causa dell'ottima performance registrata a maggio, soprattutto se paragonata a quella delle asset class tradizionali. È arrivato il momento di comprare? Oppure è meglio aspettare ulteriori cali? Vediamo cosa dicono i grafici.

BTC/USD

Avevamo previsto che l'impennata di Bitcoin (BTC) avrebbe subito un rallentamento, ed è quello che è successo. È crollato il 3 e il 4 giugno, tornando al supporto critico di 7.413,46$. Attualmente, i rialzisti stanno tentando di difendere il livello, ma il rimbalzo non sembra molto forte, il che è un segnale negativo.

BTC/USD

I ribassisti proveranno a sfruttare questa opportunità per affondare la coppia BTC/USD sotto 7.413,46$. In caso di successo, potrebbe scivolare fino alla SMA a 50 giorni, che rappresenta una soglia importante, dato che non viene oltrepassata dal 18 febbraio. Un breakdown indicherebbe quindi che il trend è cambiato.

La nostra previsione non sarà valida se i rialzisti difenderanno i 7.413,46$. In tal caso, è possibile un consolidamento tra 7.413,46$ e 9.053,12$. La criptovaluta guadagnerà momento una volta superati i 9.053,12$. Prima di consigliare eventuali posizioni long, aspetteremo che la correzione finisca.

ETH/USD

Il 3 giugno, Ethereum (ETH) ha subito una correzione verso il supporto a 225,39$, dove sono emersi i primi acquisti. L'EMA a 20 giorni si sta appiattendo e l'RSI è sceso a quota 50, il che fa pensare ad un consolidamento.

ETH/USD

Se i rialzisti difenderanno i 225,39$, la criptovaluta potrebbe impennarsi a 280$, dove è ancora probabile che incontri resistenza. Al contrario, un eventuale breakdown sotto 225,39$ indicherebbe debolezza, e potrebbe far crollare la coppia ETH/USD sotto la SMA a 50 giorni. Qui la criptovaluta dovrebbe trovare supporto, come succede ripetutamente da marzo. Attualmente la nostra posizione su ETH è neutrale.

XRP/USD

Speriamo che i trader abbiano confermato parte dei profitti vicino a quota 0,45$, come avevamo suggerito nella nostra precedente analisi. Non avendo superato 0,45$, nonostante i ripetuti tentativi, Ripple (XRP) ha registrato parecchio profit booking, finendo al supporto critico di 0,37835$. Il fatto che i rialzisti non abbiano difeso l'EMA a 20 giorni è un segnale negativo.

XRP/USD

Attualmente, l'EMA si è appiattita e l'RSI è vicino ai 50. Potremmo quindi assistere alla formazione di un range nel breve periodo. La nostra previsione non sarà valida se i ribassisti affonderanno la coppia XRP/USD sotto la zona di supporto di 0,37835$ - 0,35660$. Pertanto, i trader possono proteggere le posizioni long rimanenti con uno stop loss a 0,35$.

BCH/USD

Bitcoin Cash (BCH) è scesa sotto l'EMA a 20 giorni. Ci indica che il momento rialzista si è indebolito. L'EMA, che prima rappresentava un supporto, farà ora da resistenza. Se i rialzisti non riusciranno a superare rapidamente questa soglia, è probabile che si verifichi un breakdown della SMA a 50 giorni o - più in basso - della linea di supporto del canale.

BCH/USD

Prevediamo forti acquisti tra la SMA a 50 giorni e la linea di supporto del canale. Se questa zona dovesse reggere, potremmo suggerire posizioni long con uno stop loss vicino, mantenuto appena sotto il canale.

Tuttavia, se i rialzisti riusciranno a riportare il prezzo al di sopra dell'EMA entro un paio di giorni, la coppia BCH/USD può arrivare a 480$. Attualmente, non troviamo alcun setup di acquisto affidabile.

EOS/USD

Contrariamente alle nostre aspettative, EOS non ha riscontrato acquisti né vicino all'EMA a 20 giorni né sul supporto critico di 6,8299$. Questo è un segnale ribassista. Attualmente, i rialzisti stanno tentando di difendere la SMA a 50 giorni, ma la debolezza del rimbalzo è sintomo di scarsa domanda. Un breakdown della SMA a 50 giorni può affondare la valuta digitale sulla linea di supporto del canale ascendente, al di sotto della quale potrebbe verificarsi un calo a 4,4930$.

EOS/USD

L'EMA a 20 giorni è in calo e la SMA di 50 giorni si sta appiattendo. Anche l'RSI è tornato sotto i 50, il che suggerisce che i ribassisti hanno un leggero vantaggio. La nostra previsione non sarà valida se i rialzisti supereranno rapidamente la prossima resistenza a 6,8299$, difendendola con successo. In tal caso, la coppia EOS/USD proverà di nuovo a superare il canale. Attenderemo una chiusura (fuso orario UTC) sopra 6,8299$ prima di suggerire posizioni long.

LTC/USD

Litecoin (LTC) sta tentando di difendere l'EMA a 20 giorni. Questo è un segnale positivo, poiché mostra acquisti durante i cali. Se il prezzo dovesse rimbalzare dall'EMA a 20 giorni, i rialzisti proveranno di nuovo a superare la zona di resistenza 121,9018$ - 127,6180$.

LTC/USD

Al contrario, se i ribassisti dovessero affondare la coppia LTC/USD al di sotto dell'EMA, potrebbe finire a 91$. Questa soglia è tuttavia un supporto molto forte, che dovrebbe reggere. L'EMA a 20 giorni è piatta e l'RSI è vicino ai 50. Nel breve periodo potremmo quindi assistere alla formazione di un range, con supporto a 91$ e resistenza a 120$. Un eventuale breakdown sotto i 91$ indicherebbe debolezza, e attirerebbe perciò ulteriori vendite. Pertanto, consigliamo ai trader di mantenere lo stop loss delle proprie posizioni long a 90$.

BNB/USD

Binance Coin (BNB) è scesa sotto l'EMA a 20 giorni, ma i rialzisti stanno cercando di riconquistare tale soglia. In caso di successo, potrebbe raggiungere i 36$.

BNB/USD

Tuttavia, se la coppia BNB/USD non dovesse riuscire a rimanere al di sopra dell'EMA, potrebbe scivolare fino alla SMA a 50 giorni. Ci aspettiamo forti acquisti vicino a questo livello. Quest'anno, i ribassisti non sono mai rimasti a lungo al di sotto della SMA, salvo la caduta del 9 maggio. Ciò dimostra che i trader accumulano la criptovaluta durante i cali. Pertanto, terremo d'occhio l'andamento della criptovaluta vicino alla SMA, e proporremo delle posizioni long nel caso in cui riusciremo ad individuare un pattern rialzista.

BSV/USD

Bitcoin SV (BSV) rimane in un trend rialzista. Entrambe le medie mobili sono in rialzo e l'RSI si trova in zona overbought. Il primo supporto si trova a 176,083$, che rappresenta il ritracciamento di Fibonacci del 38,2% relativo all'ultima impennata. In caso di breakdown, la caduta può estendersi fino al ritracciamento del 50%, ossia quota 152,015$.

BSV/USD

Se i rialzisti riusciranno a fermare il pullback a 176,083$, le probabilità di un breakout sopra i 254$ saliranno. In caso di successo, la coppia BSV/USD può raggiungere quota 307,789$ e successivamente i 340,248$. È tuttavia possibile che la coppia entri in un range per consolidare i guadagni. Proporremo un trade non appena avremo individuato un setup sufficientemente vantaggioso.

XLM/USD

Stellar (XLM) è scesa sotto l'EMA a 20 giorni, e sta cercando di rimanere al di sopra della SMA a 50 giorni. Il supporto orizzontale di 0,11507853$ si trova appena sotto la SMA, quindi prevediamo che gli acquirenti difenderanno questa soglia.

XLM/USD

Le medie mobili piatte e l'RSI appena sotto i 50 indicano un equilibrio tra rialzisti e ribassisti. Se la coppia XLM/USD dovesse rimbalzare da 0,11507853$, potrebbe salire a 0,14861760$ e rimanere tra questi livelli per qualche giorno.

Un'eventuale caduta sotto 0,11507853$, indicherebbe invece che il vantaggio sta dalla parte dei ribassisti, facendo salire le probabilità di un calo a 0,08641170$. Per il momento, ritiriamo il trade proposto nell'analisi precedente.

TRX/USD

Tron (TRX) è crollata bruscamente dopo aver raggiunto il nostro primo target di 0,040$. Tuttavia, il prezzo rimane sopra l'EMA a 20 giorni, che è ancora in crescita, indice che i rialzisti sono in lieve vantaggio. Se l'EMA dovesse reggere, potremmo assistere ad un nuovo tentativo di breakout sopra gli 0,40$ da parte dei rialzisti.

TRX/USD

Al contrario, se l'EMA dovesse cedere, la coppia TRX/USD potrebbe crollare a 0,02815521$. Un eventuale breakdown di questo supporto sarebbe un segnale negativo, capace di condurre il prezzo a 0,02094452$. I trader che hanno posizioni long possono alleggerirle vicino agli 0,040$. Fino ad allora, consigliamo di mantenere lo stop loss al breakeven.

I dati di mercato sono forniti dall'exchange HitBTC.