Galaxy Digital e XBTO portano a termine su Bakkt il primo block trade di future su Bitcoin

L'Intercontinental Exchange (ICE), la compagnia che gestisce la Borsa di New York, ha completato su Bakkt il primo block trade di contratti future basati su Bitcoin (BTC).

L'ICE ha confermato la notizia all'interno di un recente comunicato stampa, specificando che il block trade in questione è stato eseguito il primo ottobre fra la banca commerciale per beni digitali Galaxy Digital e la società d'investimento in criptovalute XBTO.

In seguito all'esecuzione del block trade, un rappresentante di XBTO ha dichiarato:

"La scorsa settimana, abbiamo acquistato il nostro primo contratto Bakkt Bitcoin Daily Futures, partecipando alla prima consegna fisica di un asset digitale, ai sensi delle leggi e delle regolamentazioni vigenti sul trading di future. Questa settimana abbiamo eseguito il primo block trade. Siamo lieti di annunciare che il lancio è avvenuto con successo, e che può supportare trade di grandi dimensioni."

I block trade sono transazioni di future concordate in privato, che possono essere eseguite separatamente dal mercato pubblico. Questi strumenti vengono spesso adoperati da grandi aziende ed istituzioni, allo scopo di ottenere specifici risultati.

Lancio deludente di Bakkt, reazione della comunità

Lo scorso mese abbiamo assistito al lancio di Bakkt, piattaforma regolamentata per il trading di future su Bitcoin regolati fisicamente, da parte dell'Intercontinental Exchange. Tuttavia, al termine della prima giornata di trading gli utilizzatori della piattaforma hanno scambiato complessivamente soltanto 71 BTC, deludendo le aspettative di esperti ed analisti.

Stando ad un resoconto recentemente pubblicato da Binance Research, divisione dell'exchange Binance dedicata all'analisi del settore delle criptovalute, la recente contrazione del prezzo di Bitcoin potrebbe essere in parte legata proprio al lancio deludente di Bakkt:

"Molti 'osservatori dei mercati delle criptovalute' consideravano Bakkt un ulteriore canale d'accesso primario verso il settore delle monete digitali per i grandi flussi di denaro istituzionale. Questo potrebbe comunque verificarsi in futuro, come dimostrato dal lento avvio dei future sul CME e dalla conseguente ripresa dei volumi.

Tuttavia, per quanto riguarda il breve termine, l'inizio deludente di Bakkt sembra aver contribuito al recente declino dei prezzi."

Tim McCourt, Global Head of Equity Index and Alternative Investment Products di CME Group, ha recentemente confermato che il Chicago Mercantile Exchange non pianifica al momento il lancio di contratti future su Bitcoin regolati fisicamente.