La Borsa di Stoccarda, la seconda più importante in Germania, ha intenzione di lanciare una piattaforma per ICO

Stuttgart Börse, la seconda più importante borsa valori della Germania, ha svelato di voler sviluppare una nuova piattaforma per Initial Coin Offering (ICO) e trading multilaterale di criptovalute. L'istituzione, il cui volume di scambi lo scorso anno ha raggiunto gli 81 miliardi di euro, aveva precedentemente svelato "Bison", un'applicazione per lo scambio di criptovalute a zero spese.

La piattaforma per ICO avrà lo scopo di semplificare la distribuzione di token digitali, il finanziamento di aziende, nonché la rappresentazione di diritti e beni.

Alexander Höptner, CEO di Börse Stuttgart, ha spiegato che la scelta di sviluppare un servizio per il trading di criptovalute è stata presa in risposta alla "forte domanda da parte degli investitori, sia al dettaglio che istituzionali. per un ambiente affidabile e regolamentato nel quale poter scambiare monete digitali".

Höptner ha poi aggiunto che l'istituzione mira ad offrire "servizi centrali ed una catena di valore per beni digitali, tutto sotto uno stesso tetto". La Borsa di Stoccarda ha pertanto intenzione di realizzare una vera e propria infrastruttura di servizi, che includerà soluzioni sicure di custodia sia per criptovalute emergenti che per monete già consolidate come Bitcoin (BTC) e Ethereum (ETH).

Bison viene sviluppato dalla start-up Sowa Labs, acquisita dall'istituzione a dicembre dello scorso anno per realizzare la sua ambiziosa "strategia digitale".

Ultimamente numerose borse internazionali sembrano interessate non soltanto alle criptovalute, ma anche a modi per integrare la tecnologia blockchain nei propri sistemi, così da migliorare efficienza e sicurezza delle operazioni.

Giusto ieri il Servizio di Supervisione Finanziaria della Corea del Sud ha suggerito alle agenzie di regolamentazione e alle compagnie locali di collaborare allo sviluppo di un sistema blockchain per transazioni azionarie.