Proxeus e IBM mostrano come registrare un'azienda in "tempi record" grazie alla tecnologia Blockchain

La piattaforma di sviluppo di applicazioni Blockchain Proxeus e IBM Svizzera hanno partecipato al contest digitalSwitzerland presentando un progetto che mostra come registrare una startup interamente su Blockchain in una "frazione" del tempo tradizionalmente richiesto.

A febbario, Proxeus, definito il "WordPress delle blockchain", ha raccolto 25 mln di dollari in due giorni durante l'Initial Coin Offering (ICO) del suo token XES. La società ha l'obbiettivo di rendere la tecnologia Blockchain più accessibile al pubblico, permettendo agli utenti senza alcuna conoscenza di programmazione di utilizzare semplici strumenti drag-and-drop per creare le proprie applicazioni Blockchain.

Recentemente, IBM ha anche rilasciato la versione beta di uno starter plan Blockchain "economico" destinato alle piccole imprese.

L'idea del progetto è scaturita dalla classifica del World Economic Forum (WEF), dove la Svizzera si è classificata rispettivamente alle posizioni 54 e 56 (su 138 nazioni) per tempo e numero di passaggi richiesti per avviare un'impresa, a causa dei lunghi procedimenti burocratici.

Il progetto mostra come il normale processo costituito da "imprenditore, avvocato, banca, notaio e registro commerciale" possa essere trasformato in un workflow digitale che permette la registrazione di un'azienda in "tempi record".

Ciò si ottiene integrando sistemi IT nei registri bancario e commerciale utilizzando la Blockchain Hyperledger e uno smart contract, che consentono "l'elaborazione istantanea dei passaggi principali".

La Blockchain Hyperledger è stata recentemente utilizzata da un istituto inglese per archiviare cartelle cliniche dei pazienti e nella piattaforma di trasferimenti interbancari di SWIFT.

Antoine Verdon, cofondatore di Proxeus, ha dichiarato di aver deciso di partecipare alla sfida digitalSwitzerland, che mira a implementare "concetti innovativi e idee folli" in Svizzera, perché costituiva "una perfetta proof of concept" per la società:

"Il sistema esistente era lento e inefficiente. Abbiamo proposto una soluzione che ci ha permesso di accelerare radicalmente il processo di registrazione creando un percorso Blockchain parallelo, continuando comunque a produrre tutti i documenti necessari per documentare e incorporare formalmente l'azienda."

Durante la sfida, Proxeus e IBM hanno anche collaborato con il Canton Zugo, Swisscom, VermögensZentrum e le società notarili Grunder Rechtsanwälte, Kaiser Odermatt & Partner, Zwicky Windlin & Partner. I tre notai coinvolti nel progetto hanno esposto il loro punto di vista:

"Il processo di registrazione sarà più veloce che mai, faciliterà la stesura di documenti legali e consoliderà le varie parti in modo efficace".

Ulrich Schimpe di IBM Research ha dichiarato che la "ragione principale" per cui IBM ha partecipato a questa sfida è per "avviare una trasformazione digitale":

"Nel grande schema delle cose, la riduzione della complessità e della durata di tutte le interazioni amministrative durante il ciclo vitale di un'azienda ha il potenziale di rafforzare la posizione della Svizzera come sede di attività leader a livello mondiale".

Secondo Verdon, il successo del test ha anche mostrato le possibilità per l'impatto futuro degli smart contract sulle imprese:

"Questo è ciò a cui Proxeus sta lavorando. Ciò che abbiamo dimostrato oggi è che senza alcun cambiamento legislativo, i tradizionali processi cartacei, altamente iterativi, possono essere trasferiti su Blockchain in modo sicuro ed efficace, aumentando l'efficienza e abbassando drasticamente i costi. Ma questo è solo il primo passo: 'tokenizzando' le quote aziendali e collegandole a identità cripto, saremo in grado di automatizzare intere aree finanziarie".

Proxeus ha inoltre analizzato 477 ICO dal 21 marzo 2016 al 27 marzo 2018 per individuare quelle che potrebbero essere utilizzate sulla piattaforma Proxeus. L'analisi ha rilevato che il 68% delle ICO può essere parzialmente replicato sulla loro piattaforma e che il 39% potrebbe essere interamente copiato utilizzando il token XES.

A febbraio, Cointelegraph ha pubblicato un articolo della rubrica Parere dell'esperto sul nuovo ruolo della Svizzera come "cripto nazione", grazie al suo "approccio equilibrato" nella gestione delle ICO e alle sue leggi fiscali.