Il Venezuela utilizzerà il Petro come unità di conto per salari, beni e servizi

Il presidente venezuelano Nicolás Maduro ha annunciato che la criptovaluta nazionale sostenuta dal petrolio, il Petro, sarà utilizzata come unità di conto all'interno del paese, secondo quanto riferito da ABC International il 14 agosto.

Nicolás Maduro ha annunciato in un discorso televisivo che la compagnia petrolifera statale PDVSA utilizzerà la Petro come unità di conto. Inoltre, il governo introdurrà un nuovo sistema salariale e un sistema di prezzi per beni e servizi che sono ancorati al Petro:

"A partire dal prossimo lunedì, il Venezuela avrà una seconda unità di contabilità basata sul prezzo del Petro. Sarà una seconda unità contabile della Repubblica e comincerà le operazioni come unità contabile obbligatoria della nostra industria petrolifera PDVSA. "

Secondo Maduro, l'implementazione di un nuovo sistema di stipendi e prezzi basato su Petro "significherà un sostanziale miglioramento del reddito dei lavoratori" e aiuterà "il prezzo massimo al dettaglio a riapparire".

A partire dal 20 agosto, il Venezuela avrà due valute governative , il Petro e il bolivar sovrano, quest'ultimo sarà indicizzato al primo. Il bolivar sovrano prenderà cinque zeri dall'attuale valuta nazionale, il bolivar fuerte, in un'eventuale riconversione monetaria.

La Banca Centrale (BCV), secondo quanto riferito, "inizierà a pubblicare le cifre ufficiali del valore del bolivar sovrano secondo il Petro e il valore del petro secondo le valute internazionali". Maduro ha anche dichiarato che il BCV e le banche private nel paese hanno già ricevuto le nuove banconote.

Il governo venezuelano ha lanciato la pre-vendita della Petro a febbraio, con 82,4 milioni della prima criptovaluta nazionale sostenuta da petrolio a livello mondiale disponibile a quel tempo. Il paese ha introdotto la valuta nel tentativo di attrarre investitori stranieri e superare le sanzioni statunitensi e dell'UE , oltre a superare l'iperinflazione catastrofica che si prevede raggiunga il 1.000.000 percento nel 2018.

Secondo il white paper del Petro , la criptovaluta è pienamente conforme alla legislazione venezuelana, sebbene l'opposizione all'Assemblea Nazionale abbia dichiarato pubblicamente che l'emissione di Petro fosse illegale.

Mentre alcune parti del documento mancano di dettagli precisi e altre non sono supportate da argomenti sufficienti, esistono alcuni chiari casi di utilizzo economico. Pagare le tasse e altri accordi con enti statali sarebbe almeno il 10% più conveniente con il Petro, che in futuro si prevede di estendere ad altri mercati di pagamento.

Il whitepaper dice che il Petro può essere facilmente convertito in dollari USA e altre valute, il che aiuterà il Venezuela nel commercio delle esportazioni. Tuttavia, esiste la possibilità che possa essere acquistato con fondi che sono stati ricevuti illegalmente negli exchange di criptovalute o in privato, e poi scambiati con petrolio che può essere "riciclato" e documentato per essere infine venduto attraverso pratiche commerciali cross-border in varie giurisdizioni.