Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Stellar, Litecoin, Cardano, Monero, IOTA: Analisi dei prezzi, 31 agosto

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Una nuova ricerca della società di consulenza per Initial Coin Offering (ICO) Satis Group ha affermato che il prezzo del Bitcoin (BTC) potrebbe salire a 98.000$ entro i prossimi cinque anni. Tuttavia, la società prevede un target inferiore sia per Bitcoin Cash (BCH) che per Ripple (XRP) per lo stesso periodo. Secondo lo studio, nei prossimi 10 anni Ethereum (ETH) perderà la metà del suo share.

Il mercato del lavoro nel settore delle blockchain e delle criptovalute in Asia sta crescendo, e molti si stanno spostando dai loro lavori tradizionali per far entrare a far parte di questo settore emergente.

L'app di messaggistica giapponese LINE ha in programma di lanciare la propria criptovaluta a settembre, mentre il colosso nipponico dell'e-commerce Rakuten ha acquistato un exchange di criptovalute nazionale, Everybody's Bitcoin. Il governo della provincia sudcoreana di Gyeongsangbuk ha in programma di emettere la propria valuta digitale.

Ciò dimostra che i fondamentali del settore stanno migliorando. Che sia il momento giusto per acquistare? Oppure è meglio attendere che le criptovalute calino ulteriormente? Scopriamolo.

BTC/USD

Negli ultimi due giorni, il Bitcoin non è riuscito a rimanere al di sopra della SMA a 50 giorni. Ciò è sintomo di una carenza di acquisti a livelli più alti. L'unico dato positivo è che i rialzisti sono stati in grado di difendere l'EMA a 20 giorni, e che la valuta digitale è riuscita a chiudere (fuso orario UTC) sopra la SMA a 50 giorni in tutti e tre i giorni.

BTC/USD

L'EMA a 20 giorni sta salendo, segnale che, almeno sul breve periodo, i rialzisti sono in vantaggio. Se i prezzi dovessero superare quota 7.127$, la coppia BTC/USD potrebbe accelerare e scavalcare il ritracciamento di Fibonacci del 50%, che si trova a 7.198,3$.

Il ritracciamento del 61,8%, a quota 7.504,68$, potrebbe rappresentare una lieve resistenza, che una volta superata permetterebbe all'impennata di estendersi fino a 7.940,89$. Una volta superati i 7.200$, consigliamo ai trader di alzare gli stop loss al breakeven. Per ora, è possibile mantenere le proprie posizioni long, con lo stop loss consigliato nella precedente analisi.

Le nostre idee rialziste non saranno più valide se i ribassisti riusciranno a trascinare i prezzi al di sotto dell'EMA a 20 giorni. In tal caso, la valuta digitale diventerà range bound tra 5.900,06$ e 6.955,79$. Il Bitcoin diverrà negativo solo in caso di un calo sostenuto al di sotto dei 5.900$.

ETH/USD

Di recente, Ethereum è stata una delle criptovalute più deboli della nostra analisi. Negli ultimi giorni non ha nemmeno toccato l'EMA a 20 giorni. Ciò è indice di una mancanza di supporto d'acquisto ai livelli attuali.

ETH/USD

Ha formato un triangolo simmetrico nella parte bassa del grafico. Se i ribassisti porteranno i prezzi sotto di esso, la coppia ETH/USD potrebbe scivolare a 249,93$ o addirittura a 205$.

Se i rialzisti riusciranno a superare il triangolo, potrebbe verificarsi un passaggio a 358$. Tuttavia, l'EMA a 20 giorni e la linea di downtrend sono resistenze molto forti, quindi, dovremo attendere la formazione di una configurazione di acquisto affidabile prima di effettuare dei trade.

XRP/USD

Negli ultimi tre giorni, Ripple non è riuscita a superare la linea di downtrend 2. La carenza d'acquisti l'ha inoltre fatta scivolare al di sotto dell'EMA a 20 giorni.

XRP/USD

Superando la SMA a 50 giorni, la criptovaluta guadagnerebbe forza, rendendo possibile una risalita a quota 0,5$. Il trend cambierà se la coppia XRP/USD si manterrà al di sopra della linea di downtrend 1.

Se i ribassisti dovessero trascinare la valuta virtuale sotto di 0,31$, potrebbe verificarsi un nuovo test dei minimi del 14 agosto. Meglio attendere ulteriori sviluppi prima di considerare l'apertura di eventuali posizioni.

BCH/USD

Bitcoin Cash non ha fatto molto negli ultimi giorni: è rimasta bloccata tra i 500$ e l'EMA a 20 giorni.

BCH/USD

Entrambe le medie mobili sono in calo, segnale che i ribassisti sono ancora al comando. La coppia BCH/USD guadagnerebbe forza scavalcando la SMA a 50 giorni.

La valuta virtuale diventerà negativa se la zona di supporto 500$ - 473,906$ dovesse cedere. Dovremo attendere un cambio di trend prima di proporre eventuali posizioni long.

EOS/USD

Negli ultimi tre giorni EOS è rimasta sopra l'EMA a 20 giorni e sopra la soglia dei 5,65$, il che è un segnale positivo.

EOS/USD

Negli ultimi due giorni, la coppia EOS/USD ha trovato resistenza a livello della SMA a 50 giorni. I rialzisti non riescono a chiudere al di sopra di tale media mobile dall'8 giugno. Un evento del genere potrebbe indicare un'inversione di trend. Pertanto, riproponiamo il trade della scorsa analisi.

Il fatto che l'EMA a 20 giorni punti verso l'alto e la SMA a 50 giorni si stia appiattendo avvalorano l'ipotesi di un eventuale crossover rialzista. Le nostre idee rialziste non saranno più valide nel caso in cui i prezzi cominceranno a calare una volta raggiunta la prossima resistenza.

XLM/USD

Stellar continua ad essere scambiata nell'intervallo compreso tra 0,184$ e 0,24987525$. Più a lungo rimane nel range, più forte sarà l'eventuale breakout o breakdown da esso.

XLM/USD

La coppia XLM/USD completerà un pattern ribassista a triangolo discendente in caso di calo sotto il supporto a quota 0,184$.

Invece, tale pattern fallirà se i rialzisti supereranno la linea di downtrend. Dato che nel 2018 il margine inferiore del range (0,184$) è riuscito a resistere già due volte, prevediamo l'avvio di una forte ripresa una volta che i rialzisti spingeranno la criptovaluta oltre il range. Pertanto, manteniamo valida la proposta fatta nell'analisi del 27 agosto.

LTC/USD

Dopo i tentativi falliti di superamento del range del 28 e 29 agosto, Litecoin sta cercando di aggrapparsi al supporto dell'EMA a 20 giorni. Entrambe le medie mobili si stanno appiattendo. Ciò dimostra che la pressione di vendita si è ridotta e che è possibile un'inversione di trend.

LTC/USD

Il primo segno di forza si avrà quando i rialzisti supereranno la prossima resistenza, che si trova a 62,319$. I trader a breve termine possono valutare l'acquisto della criptovaluta una volta superata quota 64$. Una mossa del genere potrebbe trovare resistenza a livello di SMA a 50 giorni, linea di downtrend e soglia dei 74$.

Avremo idee rialziste sulla coppia LTC/USD solo quando avrà superato quota 74$ per almeno tre giorni. Consigliamo ad i trader posizionali di attendere ulteriori conferme.

ADA/USD

Il 29 agosto, Cardano non è riuscita ad uscire dal range compreso tra 0,083192$ e 0,111843$.

ADA/USD

Attualmente, i prezzi sono scivolati al di sotto dell'EMA a 20 giorni. L'appiattimento delle medie mobili indica un probabile consolidamento nel breve periodo.

Una breakout dall'EMA a 20 giorni potrebbe portare la coppia ADA/USD a livello della SMA a 50 giorni. Avremo opinioni positive su Cardano solo quando i rialzisti riusciranno a superare quota 0,13$.

Dovremo attendere la formazione di una nuova configurazione di acquisto prima di proporre eventuali trade.

IOTA/USD

IOTA ha cambiato rotta una volta raggiunta la zona di resistenza compresa tra la SMA a 50 giorni e la linea di downtrend, ma ha trovato supporto vicino all'EMA a 20 giorni. Non ha raggiunto quota 0,82$ dove avevamo suggerito di incassare parte dei profitti.

IOTA/USD

La coppia IOTA/USD continuerà a trovare vendite tra 0,815$ e 0,9150$. Dopo aver attraversato questa zona, potrà invece raggiungere quota 1,24$.

L'EMA a 20 giorni e la soglia di 0,5750$ saranno dei supporti solidi. Entrambe le medie mobili si sono appiattite, indice che le vendite si sono attenuate e che potrebbe verificarsi un cambio di trend. Pertanto, i trader possono continuare a mantenere le proprie posizioni long con lo stop loss consigliato.

XMR/USD

Monero si è mantenuta al di sopra dell'EMA a 20 giorni per ben quattro giorni. Attualmente sta cercando di superare la resistenza orizzontale a 109,22$.

XMR/USD

La zona tra il prezzo attuale e la linea di downtrend sarà una forte resistenza.

La coppia XMR/USD non supera in modo convincente la linea di downtrend da dicembre. Se i rialzisti dovessero riuscire a chiudere al di sopra di tale livello, allora potrebbe partire un'inversione di trend. Il fatto che entrambe le medie mobili si siano appiattite indica che i ribassisti stanno mollando la presa.

Pertanto, riproponiamo il trade dell'analisi precedente.   

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.