Correzione dei mercati, criptovalute in ribasso: Bitcoin torna a 12.000$

Continua la correzione dei mercati, tutte le criptovalute più importanti hanno registrato dei notevoli ribassi: Bitcoin torna a 12.000$.

Grafico di mercato

Al momento la volatilità di Bitcoin (BTC) risulta estremamente elevata: in meno di un giorno il prezzo è passato 13.800$ a 12.000$, in parte anche a causa di alcuni problemi riscontrati dal popolare exchange Coinbase.

Ciononostante, gli affari delle aziende operanti in questo settore sembrano andare alla grande. BitMEX, attualmente la piattaforma per il trading di criptovalute più grande al mondo, ha registrato volumi da record quando Bitcoin ha superato la barriera dei 13.000$. La scorsa settimana il Chicago Mercantile Exchange (CME), uno dei più importanti fornitori statunitensi di prodotti derivati, ha pubblicato un grafico che mostra come l'interesse nei contratti future basati sul Bitcoin continui ad aumentare.

Anche l'opinione degli esperti sul futuro della criptovaluta rimane fortemente positivo. Secondo Naeem Aslam, analista della società di brokeraggio ThinkMarkets, la prossima fase rialzista porterà il prezzo di Bitcoin fra i 60.000$ e i 100.000$. Trace Mayer, presentatore del podcast Bitcoin Knowledge, ha invece previsto che Bitcoin terminerà il 2019 a circa 21.000$.

Anche Simon Peters, analista di eToro, crede che Bitcoin potrebbe raggiungere quota 100.000$, ma ha comunque messo in guardia gli investitori: non bisognerebbe escludere la possibilità di una contrazione a breve termine.

Grafico Bitcoin

Grafico dei movimenti settimanali di Bitcoin. Fonte: Coin360

In rosso anche Ethereum (ETH), di quasi il 7% rispetto alla giornata di ieri. Al momento della stesura di questo articolo, il prezzo della criptovaluta oscilla attorno ai 312$. Rimangono tuttavia positivi i movimenti settimanali, di un notevole 17%.

Grafico Ethereum

Grafico dei movimenti settimanali di Ethereum. Fonte: Coin360

Sviluppi parecchio ribassisti anche per il resto del mercato, con contrazioni giornaliere molto spesso a doppia cifra. Ripple (XRP) in rosso di quasi il 10%, Bitcoin Cash (BCH) del 13,1%, Litecoin (LTC) del 12,8%, EOS del 12,2% e Binance Coin (BCH) del 9,2%.