Il prezzo di hard fork di Bitcoin (BTC) dimenticato da tempo è aumentato di quasi il 200% nell’arco di una settimana, semplicemente perché i trader stanno comprando l’altcoin sbagliata!

Bitcoin Gold (BTG), una reliquia della stagione dei fork nel 2017, ha toccato il 9 aprile un massimo di 119$, il prezzo più alto da febbraio 2018, dopo un guadagno giornaliero del 15% e volumi di trading oltre i 250 milioni di dollari.

Bitcoin Gold sfrutta la confusione per un rialzo del 173% in una settimana

In un curioso contrasto con un mercato crypto altrimenti fiacco, il successo di Bitcoin Gold non sembra essere del tutto organico, ma neanche attribuibile ai possessori o agli sviluppatori.

Come segnalato martedì da Cointelegraph, questa settimana un nuovo fondo su Bitcoin della banca d’investimento brasiliana BTG Pactual ha compiuto un importante passo avanti verso il lancio, dopo aver avviato una collaborazione con l’exchange Gemini dei gemelli Winklevoss per la gestione della custodia.

Pur non avendo nulla a che fare con Bitcoin Gold, la più grande banca d’investimento brasiliana condivide il ticker con l’altcoin: la coincidenza è stata sufficiente per i compratori affamati di profitti.

Dopo la notizia relativa a Gemini, Bitcoin Gold ha visto un’ondata di domanda che al momento della stesura non mostra segni di cedimento. Secondo vari commenti, questo evento dimostra che il settore delle criptovalute si trova ancora decisamente nella sua fase nascente.

È così presto che la gente compra Bitcoin Gold BTC perché c’è un nuovo fondo chiamato BTG Pactual,ha avvertito la podcaster Anita Posch su Twitter.

“No, non è un Bitcoin più economico!”

Al contrario, l’annuncio da parte di Bitcoin Gold in merito a una vera partnership a fine marzo ha avuto un impatto quasi inesistente sull’andamento del prezzo.

Grafico orario di BTG/USD (Binance). Fonte: Tradingview

Niente a che fare con Bitcoin

Bitcoin Gold è nato come uno dei vari hard fork di Bitcoin nel 2017, anno che ha visto il lancio di Bitcoin Cash (BCH), Bitcoin Diamond (BCD) e altri.

A differenza del loro genitore, i fork hanno ottenuto uno scarso successo. Come segnalato di recente da Cointelegraph, nonostante la crescita generale nei mercati delle altcoin, BCH, per esempio, continua a perdere valore in termini di BTC.

Alcuni dei suoi sostenitori hanno adottato una tattica di marketing aggressiva che posiziona il fork come il vero Bitcoin, una mossa fuorviante che probabilmente ha contribuito alla domanda.

Comprare Bitcoin Gold, Bitcoin Cash o qualsiasi altra criptovaluta con un ticker diverso da BTC significa possedere una altcoin, non il vero Bitcoin.