Corea del Sud: la FSC si unisce all'indagine in corso sugli exchange di criptovalute

In data 13 maggio la Financial Services Commission (FSC) della Corea del Sud, uno dei più importanti enti di regolamentazione finanziaria del paese, si è unita all'indagine in corso sugli exchange locali di criptovalute.

La FSC prenderà parte all'indagine antiriciclaggio, fino ad oggi guidata dal Financial Supervisory Service (FSS), allo scopo di espanderne la portata.

Commentando la mossa dell'agenzia governativa, il Vicepresidente della FCS Kim Yong-beom ha esortato gli enti di regolamentazione in tutto il mondo di coordinare le politiche normative per il settore delle criptovalute.

In seguito alla richiesta dell'FSS, la FSC analizzerà i conti bancari degli exchange di criptovalute con sede in Corea del Sud, per controllare che rispettino leggi antiriciclaggio e misure per la prevenzione delle frodi. Secondo quanto riportato dal Korea Times, il soggetto principale di tale indagine sarò Bithumb, la piattaforma d'exchange più importante del paese, che ad aprile di quest'anno ha rivelato di voler lanciare la propria criptovaluta.

Kim Yong-beom ha spiegato che, nonostante la recente indagine sugli exchange di criptovalute, la FSC non si oppone all'utilizzo della tecnologia blockchain per il miglioramento di servizi bancari e finanziari. L'agenzia starebbe inoltre studiando l'utilità delle monete digitali come mezzo di pagamento.

Il Presidente della FSC ha inoltre sottolineato la necessità di regolamentare le criptovalute a livello globale, affermando che una "discussione internazionale" sia "necessaria":

“Stiamo assistendo ad uno sviluppo costante della tecnologia Blockchain grazie alla sua migliore accessibilità ed efficienza. Poiché tale tecnologia ha il potenziale di sconvolgere le odierne normative sulle security, gli organi di regolamentazione devono rispondere a questa sfida imminente".

In data 6 maggio, l'appena eletto direttore della FSS Yoon Suk-heun ha dichiarato di vedere "alcuni aspetti positivi" nelle criptovalute, rivelando che l'FSS si occuperà risolvere "alcuni problemi" al momento presenti nelle regolamentazioni per monete digitali.

Questa settimana, Cointelegraph ha riportato che la polizia sudcoreana ha dato il via ad un'indagine su Upbit, uno dei più importanti exchange di criptovalute del paese, per presunta frode. La notizia ha portato ad un crollo dei mercati.