Bitcoin, Ethereum, Ripple, EOS, Litecoin, Bitcoin Cash, Binance Coin, Stellar, Cardano, Tron: Analisi dei prezzi, 29 marzo

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Il Giappone si sta muovendo verso la regolamentazione degli exchange di criptovalute. La Financial Services Agency (FSA) del paese ha recentemente approvato due entità che avvieranno le loro attività ad aprile. Attualmente, secondo un rapporto della startup Coinfirm, solo il 14% dei circa dei 216 exchange di criptovalute presenti in tutto il mondo possiede una licenza.

Il miliardario russo Vladimir Potanin sta cercando di creare un token di criptovaluta sostenuto dal palladio, che renderà più agevoli le transazioni. I token verranno negoziati attraverso un fondo con sede in Svizzera. Un'altra società, Cedex, comincerà a commerciare circa 6.000 diamanti utilizzando la tecnologia blockchain, per un valore superiore ai 50 milioni di dollari. Inoltre, Paxos vuole tokenizzare l'oro, e prevede di iniziare le operazioni quest'anno.

Le blockchain e le criptovalute stanno cercando di cambiare il modo in cui vengono negoziati gli asset tradizionali. Se avranno successo, l'asset class nel suo complesso ne gioverà. Diamo un'occhiata ai grafici delle monete principali.

BTC/USD

Il Bitcoin (BTC) ha continuato il suo viaggio verso la resistenza dei 4.255$. I rialzisti non riescono a scavalcare questa soglia da dicembre, e rappresenta quindi un ostacolo importante.

In caso di breakout e chiusura sopra quota 4.255$, verrà completato un pattern a doppio bottom, che potrebbe far partire un nuovo uptrend, con un target minimo di 5.273,91$.

Entrambe le medie mobili stanno gradualmente salendo, e l'RSI è in zona positiva. Ciò dimostra che i rialzisti sono in vantaggio, anche se la criptovaluta non ha molto momento.

Se la coppia BTC/USD non dovesse riuscire a superare i 4.255$, rimarrà bloccata nel range 4.255$ - 3.236,09$ per ancora qualche settimana. Dopo un forte mercato ribassista, la formazione di un bottom solido richiede parecchio tempo, ma anche l'eventuale breakout che ne deriva è particolarmente forte.

Tuttavia, se la coppia dovesse scendere sotto quota 3.236,09$, il sentiment verrà intaccato. Per ora, i trader possono mantenere lo stop loss sulle posizioni long a 3.500$: lo sposteremo più in alto in un secondo momento.

ETH/USD

Ethereum (ETH) sta provando a superare la resistenza a 144,78$. Poiché nell'ultimo mese, è stata respinta da tale soglia già tre volte, la resistenza assume un valore molto significativo.

Se i rialzisti dovessero spingere la coppia ETH/USD sopra i 144,78$, potrebbe velocemente raggiungere quota 167,32$, dove è probabile che incontri una forte resistenza. Quindi, quando il prezzo raggiungerà i 167,32$, potremmo dover alzare gli stop loss.

In caso di breakout e chiusura (fuso orario UTC) sopra i 167,32$, la valuta digitale completerà un pattern a triangolo ascendente. Questo setup rialzista ha un target di 251,65$.

La nostra previsione non sarà valida se il prezzo scenderà sotto la linea di uptrend. I trader possono mantenere gli stop delle posizioni long rimanenti a 125$.

XRP/USD

Ripple (XRP) continua a rimanere vicino alle medie mobili. Sia l'EMA che la SMA sono piatte, e l'RSI è appena sotto quota 50. Ciò indica un equilibrio tra rialzisti e ribassisti.

In caso di breakout e chiusura sopra 0,33108$, l'equilibrio della coppia XRP/USD si spezzerà a favore dei rialzisti. Appena sopra tale soglia troviamo la linea di resistenza del canale discendente che, una volta superata, potrebbe causare un'inversione di trend. L'impennata che ne risulterà potrebbe raggiungere quota 0,60$ nel medio periodo.

Al contrario, se i ribassisti riusciranno a trascinare la valuta digitale sotto 0,277095$, potrebbe crollare al minimo annuale di 0,24508$. Per il momento, non abbiamo individuato alcun setup d'acquisto affidabile.

EOS/USD

EOS ha raggiunto la resistenza critica di 4,4930$, dalla quale era stata respinta il 24 febbraio. Attualmente, i rialzisti stanno provando a superarla. In caso di successo, la valuta digitale potrebbe raggiungere i 5,8370$.

Entrambe le medie mobili sono in rialzo, e l'RSI è quasi in zona overbought. Ciò indica che i rialzisti sono in vantaggio, e che potremmo assistere ad un breakout. Tuttavia, dato che il prezzo non ha ancora raggiunto un livello critico, consigliamo ai trader di spostare lo stop loss delle posizioni long rimanenti a 3,70$: lo alzeremo tra un paio di giorni.

Se invece la coppia EOS/USD dovesse di nuovo cambiare direzione, potrebbe crollare a 3,8723$, soglia che si trova a livello dell'EMA a 20 giorni. Se il prezzo dovesse scendere sotto l'EMA, la valuta digitale perderà momento.

LTC/USD

Negli ultimi 13 giorni, Litecoin (LTC) si è consolidata vicino a valori piuttosto elevati. Questo è un segnale positivo, poiché indica che i rialzisti non hanno ancora intenzione di riscuotere i loro profitti. In caso di breakout e chiusura sopra 61,9044$ (fuso orario UTC), la valuta digitale estenderà la sua ripresa. Dopo il breakout, potrebbe verificarsi un veloce passaggio a 69,2790$.

Le medie mobili in crescita promettono bene, ma la divergenza negativa sull'RSI continua a preoccuparci.

Un eventuale breakdown della linea di uptrend sarà il primo segnale che annuncia l'indebolimento della criptovaluta. Il primo supporto è rappresentato dalla SMA a 50 giorni, sotto la quale la coppia LTC/USD potrebbe scendere a 47,2460$. Quindi, consigliamo di mantenere lo stop loss sulle posizioni long rimanenti a 55$.

BCH/USD

Bitcoin Cash (BCH) ha superato quota 163,89$, trovando però resistenza a 177,30$. Se i rialzisti dovessero superare tale soglia, la criptovaluta completerebbe un pattern rounding bottom, che ha un target di 222,78$ - 249,60$.

Entrambe le medie mobili sono in rialzo, e l'RSI è quasi in zona overbought. Ciò significa che i rialzisti hanno un lieve vantaggio. La coppia BCH/USD è famosa per le sue impennate verticali, perciò consigliamo di mantenere le proprie posizioni long con stop loss a 140$. La coppia diverrà più debole sotto 125,88$, e diventerà negativa sotto 105$.

BNB/USD

Da ormai quattro giorni, Binance Coin (BNB) si sta consolidando nel range 15,63$ - 18$. Questo è un segnale positivo, dato che conferma che i rialzisti stanno mantenendo le proprie posizioni long anche una volta superata la resistenza dei 18$. Entrambe le medie mobili sono ancora in crescita, e l'RSI è quasi in zona overbought.

Un breakout e chiusura sopra la resistenza dei 18$ potrebbe portare la coppia BNB/USD ad un nuovo record storico. Uno sviluppo del genere darebbe una forte spinta al sentiment, poiché confermerebbe che alcune valute digitali hanno fatto partire un proprio mercato rialzista.

Ma se la coppia dovesse scendere una volta toccati i 18$, potrebbe subire una correzione fino all'EMA a 20 giorni, per poi estendere la sua caduta fino alla SMA a 50 giorni. Quindi, consigliamo ai trader di proteggere le proprie posizioni long con uno stop loss a quota 15$.

XLM/USD

Anche se Stellar (XLM) si è mantenuta al di sopra dell'EMA a 20 giorni, non ha comunque guadagnato slancio. Ciò significa che a livelli più alti la domanda è scarsa.

Se la coppia XLM/USD non dovesse salire entro un paio di giorni, potrebbe scendere sotto l'EMA, finendo a livello della linea di uptrend. Questo è in supporto importante, sotto il quale il trend diverrebbe di nuovo negativo.

Se la coppia dovesse invece subire un netto rialzo dai livelli attuali, potrebbe raggiungere quota 0,13250273$. Una volta superata tale soglia, il prossimo livello da tenere d'occhio e linea di down trend a lungo termine, che è una resistenza importante. Per ora, consigliamo ai trader di mantenere gli stop sulle posizioni long a 0,08$.

ADA/USD

Cardano (ADA) continua a spostarsi verso il suo secondo target di 0,080$. Entrambe le medie mobili sono in rialzo, e l'RSI è quasi in zona overbought. Ciò dimostra che i rialzisti sono in vantaggio.

I trader possono riscuotere una parte dei profitti vicino a 0,0750$, e spostare gli stop loss delle posizioni long rimanenti al breakeven. Minimizzare i rischi in questo modo è sempre una buona idea, poiché in alcuni casi i profitti potrebbero trasformarsi in perdite in un battito di ciglia. Osserveremo con attenzione la zona di resistenza 0,080$ - 0,0942$ della coppia ADA/USD, per poi decidere quale sarà la nostra prossima mossa.

La nostra previsione rialzista non sarà valida se la coppia subirà una rapida inversione di trend, finendo sotto 0,051468$.

TRX/USD

Tron (TRX) ha superato l'EMA a 20 giorni, e attualmente si trova a livello della linea di downtrend. Un breakout di questa resistenza potrebbe spingere la valuta digitale a 0,2815521$. Se il prezzo dovesse rimanere sopra tale soglia, potrebbe partire un nuovo uptrend. Quindi, potremmo consigliare delle posizioni long in caso di breakout e chiusura (fuso orario (UTC) sopra quota 0,2815521$.

Al contrario, se la coppia TRX/USD dovesse cominciare a scendere una volta toccata la linea di downtrend o la soglia degli 0,2815521$, rimarrà range bound per qualche altra settimana. Le medie mobili piatte e l'RSI in zona 50 fanno pensare ad un equilibrio tra rialzisti e ribassisti. Il trend diventerà negativo in caso di breakdown e chiusura sotto 0,01830$.

I dati di mercato sono forniti dall'exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono forniti da TradingView.